PARLIAMONE a cura di Federico Castellani

Continua la telenovela dei ripescaggi. Siamo vaccinati in tal senso. Sesti, quinti ….. una di serie C una di serie D. Questa si iscrive, questa non hanno le fidejussioni valide, l’altra non ha le strutture e via dicendo. L’ha scritto la Gazzetta dello Sport. Ognuno ha la sua verità in tasca. Ognuno ha il suo consulente personale dal quale riceve certezze. Un classico dell’Angolo dell’Unto. Chi legge ed è di Siena mi capirà. Io non mi aspetto niente: sto alla finestra e aspetto ansioso la fine del mese per tirare le somme.

Il futuro che verrà

Intanto prosegue la costruzione della squadra con tutti validi elementi: per la Serie D. Attuale serie del Siena. Questo ovviamente per rispettare i programmi che sono il ritrovo a Montecatini Terme con una squadra quasi al completo. Per la serie D ripeto. Se fosse, e lo diciamo sommessamente perché ci sono troppe variabili ancora in gioco, serie C saremmo , credo, tutti più che felici. Avremmo saltato una casella come al gioco dell’Oca. E credo che, per gli operatori di mercato non sarà un lavoro improbo fare una squadra in circa 30-35 giorni per frequentare, con buoni risultati, una serie superiore e di professionisti. Quanti saranno a spasso di giocatori lo sa solo chi opera in questo settore. Ma di certo non pochi. Basta vedere che il mercato di serie C, tranne poche casi, è praticamente fermo. Segno che tutti aspettano l’evolversi. Ma noi abbiamo un valore aggiunto: Giorgio Perinetti. E non ci dovrebbe far paura questo sempre che sia messo in condizioni di operare proficuamente. Servirà uno sforzo societario a tutti livelli a partire dal settore giovanile, organizzativo amministrativo. Per ora mi sembra di aver intrapreso un buon viottolo. Speriamo di continuare. A presto. E sempre forza ROBUR.

Fonte:FOL