Parliamone a cura di Federico Castellani

Passano lentamente i giorni in attesa del grande evento, l’inizio del nuovo campionato. Per quest’anno , almeno fino ad ora, tutto è trascorso serenamente, senza i patemi d’animo delle precedenti stagioni. Buon segnale, speriamo che sia di auspicio per un grande campionato all’insegna della libidine e dei risultati.

Il punto

La squadra sembra ben fatta. Coperta in tutti i ruoli anche se forse necessita di un paio di innesti. Magari di rendimento. Una sorta di usato sicuro o belle speranze in ricerca di un posto al sole. L’intelaiatura però c’è. Le recenti prestazioni han fatto vedere una ricerca della miglior difesa. Difatti praticamente tutte le amichevoli o allenamenti congiunti che dir si voglia, hanno mostrato una difesa a quattro inchiodata sempre negli stessi elementi. Il modulo è altrettanto chiaro. 4-3-2-1 con Paloschi fuori da faticosi recuperi a centrocampo e libero di essere il gatto dell’area. Lo aspettiamo tutti. Insomma sembrerebbe che il Mister abbia idee chiare in testa e cerchi ossessivamente di trasmetterle.

Il prossimo futuro

Aspettando la prima attendiamo gli ultimi fuochi dal mercato, sempre però con un occhio vigile al rapporto qualità prezzo, all’insegna di un equilibrio economico mai troppo necessario. Qualche giocatore sembra di troppo, vuoi per scelta tecnica che per i costi un po’ troppo elevati. Personalmente sono d’accordissimo. Sabato p.v.  ore 17 l’incontro con i Valdarnesi del Figline. Società balzata alle cronache per il fattaccio dello scorso campionato. Apprezzabile un ritorno a casa nel nostro mitico Rastrello, nostra tana. Magari il giorno (sabato di fine agosto), l’orario  (ore 17.00) e anche lo sparring partner, onorevole squadra di Eccellenza, lasceranno fuori tanti possibili curiosi che magari preferiranno chiudere l’estate al mare. Ma va bene così. Noi ci saremo comunque. Gli assenti han sempre torto. Forza Siena Forza, la Robur.

Fonte: FOL