Parliamone a cura di Federico Castellani

Ci stiamo lentamente ma inesorabilmente avviando verso la conclusione di questo campionato. Una specie di Stop and Go per quanto ci riguarda. Dopo un momento felice con risultati attesi e confermati che credevamo ci avessero spinti verso la conquista dei Play Off , purtroppo ci siamo di nuovi impaludati in una serie di sconfitte in parte attese ma anche no. Eravamo tutti fiduciosi che, nonostante la partenza di nomi eccellenti i sostituti fossero sicuramente un buon rimpiazzo e che certe deficienze fossero in qualche modo riparate. I risultati invece mostrano che è il complesso che proprio ha e continua ad avere delle vulnerabilità. Vecchi difetti e mai corretti riaffiorano alla prima vera difficoltà. Infortuni muscolari, scarsa concentrazione e attitudine ai vari ruoli nonostante il buon lavoro di un tecnico navigato hanno mostrato, in maniera inequivocabile, che questa squadra ha dei limiti. Profondi e difficilmente eludibili. Insomma, dopo vari allenatori, DS, strategie moduli e giocatori abbiamo la netta impressione che più di un’onesta posizione di centro classifica è difficile aspettarsi. Ma tutto sommato, considerato sempre che siamo dei ripescati border line, potrebbe anche andare bene confermare la categoria.

La settimana

La settimana sta passando in attesa del prossimo scontro contro gli Eugubini che stanno attraversando un buon momento. Mentre noi dobbiamo annoverare ancora due defezioni. Il criticatissimo Paloschi che ha tradito le attese riposte e che è bersagliato dagli infortuni muscolari – come moltissimi dei giocatori bianconeri- e Bianchi che invece stava mostrando buone qualità e momento di forma. Vedremo cosa ci riserverà questo scontro che potrà indicarci la strada futura. Se sarà di parziale tranquillità o di futura sofferenza. Intanto ci aspettiamo una gara gagliarda magari con la conferma di qualche acquisto recente in campo e perché no con qualche goal in più che ci faccia divertire e soprattutto esultare. Senza però beccarne – e magari di testa – nessuno. Per il resto sempre forza Siena e Forza la Robur.

Fonte: FOL