Pari tra Reggiana e Cesena, il Modena ne approfitta e si avvicina. Bene il Montevarchi

Nel big match della quattordicesima giornata Reggiana e Cesena non si fanno male. Al ‘Mapei’ finisce 0-0, con gli ospiti che recriminano per un palo e una traversa colpiti ad inizio ripresa. Il Modena approfitta della frenata delle due corregionali per avvicinarsi ancor di più alla vetta. Il 2-1 casalingo contro la Vis Pesaro (reti di Mosti e Minesso, nel mezzo il momentaneo pari di Cannavò su rigore) è il sesto successo consecutivo per la formazione di Tesser. Al quinto posto, alle spalle della Robur, c’è una Virtus Entella in lenta ascesa. I liguri sudano le sette camicie per avere la meglio del Grosseto ma alla fine esultano grazie al penalty realizzato in extremis da Lescano.

Continuano a viaggiare a velocità di crociera Pescara e Ancona-Matelica, entrambe fermate sull’1-1. Il Delfino si vede rimontare nei minuti finali dal Teramo nel derby abruzzese (il tap-in sottomisura di Bernardotto pareggia il penalty di Ferrari), mentre la rete dal dischetto di Sereni permette ai dorici di portare a casa un punto dalla trasferta di Carrara. Pari anche a Gubbio tra eugubini e Lucchese, che non vanno oltre lo 0-0, mentre cade sonoramente l’Imolese a Pontedera contro il Montevarchi. Prova di forza della squadra di Malotti che vince 4-1 grazie alla doppietta di Gambale, al sigillo di Jallow e ad un autogol; a nulla serve la rete del momentaneo 2-1 di Benedetti.

Si interrompe la striscia positiva della Pistoiese, sconfitta di misura al ‘Recchioni’ dalla Fermana. Il gol vittoria lo sigla Pannitteri in chiusura di primo tempo. Niente da fare per la Viterbese, a cui non basta il terzo cambio in panchina per invertire la tendenza negativa. I laziali soccombono anche di fronte al Pontedera, al termine di una gara rocambolesca. I granata vanno avanti 2-0 dopo un quarto d’ora grazie alla doppietta di Magnaghi, ma la Viterbese ci crede e rientra già nel primo tempo con Volpe e Murilo. La beffa per la squadra di Punzi si materializza all’ultimo secondo, quando il colpo di testa di Espeche manda i titoli di coda alla gara. (J.F.)

Fonte: Fol – Foto: Facebook U.S. Città di Pontedera