Pareggio per 1-1 a Firenze e addio al terz’ultimo posto

FIORENTINA (4-2-3-1): Frey; De Silvestri, Natali, Kroldrup, Gobbi; Montolivo, Bolatti (32’st Donadel); Marchionni (16’st Zanetti), Jovetic, Ljajic; Keirrison (1’st Gilardino). In panchina: Avramov, Aya, Carraro, Agyei. Allenatore: Prandelli.
SIENA (4-2-3-1): Curci; Rosi, Cribari, Terzi, Del Grosso; Vergassola, Codrea; Ghezzal, Ekdal (14’st Jajalo), Maccarone (40’st Jarolim); Calaiò (34′ st Larrondo). In panchina: Ivanov, Odibe, Malagò, Reginaldo. Allenatore: Malesani.
ARBITRO: Tozzi di Lido di Ostia.
MARCATORI: 3′ pt Vergassola (S), 15′ Marchionni.
NOTE: pomeriggio primaverile, terreno in buone condizioni, spettatori 23.000 circa. Ammoniti: Cribari, Del Grosso, Larrondo, Koldrup. Angoli: 9-1 per la Fiorentina. Recupero: 2′, 4′.
SPETTATORI: 20.000. Senesi 100
Il pareggio fa svanire anche l’obiettivo terz’ultimo posto nonostante la sconfitta dell’Atalanta che viene retrocessa
Il Siena avrebbe anche meritato di vincere ma un palo nega a Larrondo il gol allo scadere
16° derby tra Fiorentina e Siena allo stadio "Artemio Franchi" di Firenze. I precedenti sono a favore della squadra di casa vittoriosa in 8 partite contro le 4 dei bianconeri. Partita comunque senza particolari motivazioni. Con i viola ormai fuori dall’Europa qualche obiettivo in più ce l’aveva il Siena, seppur retrocesso, alla caccia del terz’ultimo posto nella speranza di un ipotetico ripescaggio che avrebbe portato i due milioni di premio salvezza promessi dal presidente Mezzaroma. Ma viene fallito anche quest’ultimo obiettivo che s’infrange sul palo di Larrondo allo scadere.
Malesani schiera il Siena con il 4-3-1-2. La partita inizia col botto, passano 3′ e il Siena è in vantaggio: a conclusione di una bella manovra è capitan Vergassola a portare in vantaggio i bianconeri battendo in rete un cross di Calaiò.
Fiorentina subito all’arembaggio alla ricerca immediata del pareggio. Il primo pericolo per la porta difesa da Curci arriva all’8′ quando Jovetic serve un invitante pallone a Ljajic che viene anticipato appena in tempo. Al 15′ il secondo pericolo porta anche alla rete del pareggio. Grande azione di Jovetic sulla sinistra, cross al centro e Marchionni supera Curci, 1-1.
Passano 3′ ed è ancora uno scatenato Jovetic a creare scompiglio nella difesa senese. L’attaccante viola salta un paio di giocatori ma poi sparacchia alto. La partita poi si addormenta, le motivazioni sono quelle che sono e si arriva stancamente alla fine del primo tempo.
Prima occasione della ripresa per il Siena con Maccarone che al 50′ tira da fuori area; bravo Frey a respingere il tiro del bomber della Robur. Dopo un inizio di secondo tempo abbastanza pimpante ritorna lo stesso copione del primo tempo e si torna a dormire al Franchi. Gli unici movimenti degni di nota in panchina da dove Malesani fa entrare Jajalo al posto di Ekdal.
Al 65′ occasione Siena con Maccarone ma Frey para. Un minuto dopo un calcio di punizione di Ljajic a girare sfiora il palo e risveglia qualche spettatore in curva. Al 78′ secondo cambio per il Siena: entra Larrondo ed esce Calaiò. All’87’, con un piede già negli spogliatoi, arriva un clamoroso palo di Larrondo. Brividi finali per la Fiorentina.
Ultimo cambio per Malesani che fa entrare Jarolim al posto di Maccarone e la partita si conclude qui. Svanito anche l’obiettivo terz’ultimo posto, l’ultimo appuntamento della stagione domenica prossima all’"Artemio Franchi-Montepaschi Arena" dove, tra una polemica e l’altra, arriva l’Inter di Mourinho che si giocherà la conquista dello scudetto 2009/2010. (Siena Free)

Fonte: Fedelissimo Online