Papadopulo: “Siena merita di rivivere i momenti di 20 anni fa”

“Un ringraziamento infinito ai Fedelissimi. Il Siena potrà essere forte se loro continueranno a supportarlo come hanno fatto finora”. Così Giuseppe Papadopulo dopo la festa dedicata alla squadra che vent’anni fa vinse il campionato di Serie B, condotta proprio dall’ex mister bianconero. “Quei ragazzi li considero miei figli, e Siena per me è una seconda casa – ha detto Papadopulo – quanto torno qua sento qualcosa dentro, capisco che è l’ambiente giusto per me. Sarò per sempre legato alla città. Mi auguro che si possa ricreare quella forza di gruppo, che si possa rivivere quei momenti. Il pubblico lo merita”. Papadopulo ricorda anche le volte che urlava a Taddei. “Scappava dalla zona dove ero io perché gli stavo addosso – dice, ridendo – ma c’era anche un problema di lingua e urlando mi facevo capire meglio. Direi che i miei insegnamenti gli sono serviti. Taddei poi deve ringraziare i compagni di squadra, non so se sarebbe riuscito a fare in quello che ha fatto senza di loro”. (G.I.)

Fonte: Fol