Paloschi: “Salvini ha costruito un gruppo di uomini. Abbiamo iniziato bene, ma il cammino è lungo”

Nel corso di una diretta Facebook organizzata dalla Lega Pro e condotta dal giornalista Gianluca Di Marzio, è intervenuto anche l’attaccante bianconero Alberto Paloschi. Queste le sue dichiarazioni:

Infortunio – “Ho un piccolo problema all’adduttore, lo stiamo valutando con i medici ma non voglio accelerare il rientro. Dopo l’infortunio di Pescara mi era crollato il mondo addosso, ma il giorno dopo già pensavo a lavorare. Sono degli ostacoli che la vita ti mette, che ti permette di sono mollare e mettere sempre nuovi obiettivi. Quando sono tornato al gol mi sono ritornati in mente tutti i sacrifici fatti”.

Obiettivi – “Abbiamo iniziato in maniera positiva con delle ottime prestazioni. Sappiamo che il cammino è molto lungo e, soprattutto in Serie C, c’è un filo sottile tra vittoria e sconfitta. Dobbiamo approcciare al meglio ogni partita. Su ogni campo è difficile far punti e ogni partita sarà una battaglia. Volevo un’avventura con una società che programmasse qualcosa di importante e l’ho vista nel Siena un anno fa. Poi abbiamo vissuto un’annata particolare. Quest’anno ho avuto molta fiducia, c’è voglia di far bene. La società ha ambizioni di portare il Siena dove merita”.

Clima “Salvini ha costruito un gruppo di uomini principalmente, mettendo al comando un allenatore molto bravo. Ha dato tranquillità nell’ambiente, cosa che nella scorsa stagione è sempre mancata. Pagliuca ci protegge e mette noi giocatori nella miglior posizione possibile. Ora sta a noi dare tutto in campo”.

Divertimento – “In qualunque categoria ci si diverte. Fino a che ci sarà quello continuerò a giocare. Magari raggiungendo categorie più alte con il Siena. Per il momento mi diverto qui, c’è un bel gruppo”.

Soddisfazioni – “Le promesse nel calcio non sempre si possono mantenere, ma come squadra daremo sempre tutto. Vogliamo regalare delle soddisfazioni ai tifosi che negli ultimi anni sono mancate. Non sappiamo dove arriveremo ma faremo il meglio possibile”.

Fonte: Fol