Pagliuca: “Dobbiamo fare di tutto per vincere. Risultato dipenderà dalla voglia e dal giocare bene a calcio”

Vigilia della partita Siena-Carrarese e come di consueto mister Guido Pagliuca ha parlato ai giornalisti per presentare la delicata sfida di domani in programma all’Artemio Franchi. Di seguito le sue dichiarazioni:

Carrarese – “Sarà una partita tra due squadre che se la giocheranno sull’aspetto morale. Loro sono una squadra di qualità, dovremo essere bravi a mettere tutti i valori morali che abbiamo a disposizione. È una partita dove i punti cominciano a pesare ed è un derby. Dobbiamo cercare di vincerla e fare il massimo. Abbiamo ben chiaro cosa ci serve”.

Principi – “Veniamo da una buona prestazione in casa dove però non abbiamo preso punti, cosa che ci è dispiaciuta. Questo senso di rivalsa dobbiamo metterlo in campo in modo equilibrato. Una squadra come la nostra deve cercare domani di fare di tutto per vincere. Per noi il risultato positivo ha 2-3 principi fondamentali. Uno è quello di giocare a calcio, quando giochiamo spesso portiamo a casa il risultato. L’altro è il morso, avere la voglia di arrivare prima su un contrasto e di esultare per un contrasto vinto o un recupero. Con queste componenti, che la squadra ha messo in campo sin dall’inizio, il risultato può andare a nostro favore”.

Alessandria – “L’aspetto che mi è piaciuto di più è il fatto di essere stati una squadra che in un momento di difficoltà ha tirato fuori gli attributi. È stata una partita lottata, sporca, giocata da loro su situazioni di transizione. Siamo stati attenti, accorti, mi è piaciuto il carattere in particolare dei giocatori importanti come Luca Crescenzi all’interno della squadra”.

Crescita – “Sono convinto che i vari infortuni abbiano dato alla squadra ancor più consapevolezza. Doversi sbrigare in situazioni difficili non è semplice, ma la squadra ha risposto sempre presente. Ora che siamo tutti sono convinto che potremo uscirne ancor più cresciuti”.

Infortunati – “Collodel ha fatto differenziato martedì, poi sempre allenato con noi. Mora penso che ne avrà ancora per tanto tempo. De Paoli è sulla via del rientro, ma non vogliamo rischiare ricadute. Poi Buglio e Silvestri rientrano dalla squalifica e stanno bene. Luigi aveva accusato un problemino alla caviglia, però si è sempre allenato con continuità e sta bene”.

Motivazioni – “Questo periodo può voler dire tanto, è per questo che dobbiamo mettere la motivazione davanti a tutto. A tutti noi piacciono le sfide difficili, a livello personale e morale superare questo genere di sfide può darci tanto. I punti iniziano a pesare per cui la motivazione intrinseca sarà alla base di tutto, e anche il saper soffrire inciderà molto”.

Classifica – “È un campionato difficile, equilibrato verso l’altro. I fattori nominati prima possono fare la differenza, noi dobbiamo cercare di stare più attaccati possibili ai nostri valori morali”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol