Pagani: “Penalizzati dal campo, ma bravi a riprenderla subito. Essere a Siena è un onore”

“Ci siamo trovati a giocare in un campo in condizioni pessime, che non sono accettabili per la categoria. Noi siamo una squadra che tende a partire dal basso e questo ci ha penalizzato molto. Non siamo mai riusciti tranne in poche occasioni a metterli veramente in difficoltà, solo su qualche palla inattiva”. Anche per Vittorio Pagani, intervenuto a RadioSienaTv nel corso di Domenica Sport Sera, ad incidere pesantemente sul risultato di ieri sono state le condizioni del terreno di gioco del ‘Comunale’ di Lastra a Signa. “La partita per noi si era messa male, perché siamo passati in svantaggio contro una squadra che tende molto a chiudersi. Siamo stati però bravi con l’atteggiamento giusto a riprenderla subito”.

Il terzino bianconero ripercorre la stagione disputata fino ad oggi: “All’inizio è stato difficile, siamo arrivati tutti a pochi giorni dall’inizio del campionato e con il ritiro ancora da fare. C’è stato pochissimo tempo per preparare le partite ma staff e giocatori si sono messi a disposizione nel migliore dei modi, con i risultati abbiamo preso fiducia e pian piano abbiamo iniziato a ingranare. Giocare a Siena comporta una bella pressione – ammette Pagani – ma abbiamo compagni più grandi che si prendono le responsabilità per noi. Essere qui comunque è un onore, per noi giovani avere a fianco gente del calibro di Lollo e Bianchi è un aiuto enorme, sia dentro che fuori dal campo”.

Da non sottovalutare l’apporto dato dalla tifoseria bianconera: “I tifosi ci fanno sempre sentire il loro appoggio, averli al nostro fianco in ogni occasione è una bellissima cosa oltre che un grandissimo aiuto. Continuare a vincere non è semplice – prosegue – tutti gli avversari fanno il possibile per metterci in difficoltà. Ad ogni modo la nostra mentalità deve essere quella di pensare a vincere ogni partita finché il campionato non sarà matematicamente chiuso”.

“Lo stadio? La volontà ovviamente è quella di tornarci quanto prima, perché porterebbe ancora più gente a vedere le partite e ancora più tifo. Speriamo di poterlo fare almeno entro la fine della stagione, anche se immagino che un po’ di manutenzione servirà. Ci piacerebbe poter giocare su un bel terreno di gioco, a Badesse a volte siamo un po’ limitati”. Per i bianconeri lo sguardo adesso va al prossimo impegno di campionato con il Firenze Ovest: “Non abbiamo mai sottovalutato nessuno e non lo faremo neanche questa volta. Loro all’andata ci hanno messo in difficoltà infatti pareggiammo 0-0. Ogni partita è a sé, dobbiamo fare risultato e portare a casa i tre punti”. (J.F.)

Fonte: Fol