Padalino: “I tifosi mi hanno dato la luce in mezzo a tante difficoltà”

“Resta con noi, Pasquale resta con noi”. Il coro dei Fedelissimi, durante la serata della consegna del Fedelissimo d’Oro a Disanto, testimonia il forte legame tra i tifosi e l’allenatore del Siena, che a giugno va in scadenza di contratto. Padalino ha preso il microfono durante la cena di ieri sera e ha firmato un intervento molto simpatico, quasi da cabarettista per quanto è stato scherzoso e coinvolgente. Poi ha approfondito con i giornalisti il suo rapporto con la tifoseria senese. Di seguito le sue dichiarazioni:

Tifosi – “Li ho ringraziati più volte, in primis con la Carrarese. Hanno dato un attestato di stima ai ragazzi e ci hanno incoraggiato a non mollare nonostante la sconfitta per 3-1. Hanno apprezzato l’impegno nonostante le tante difficoltà. Avere dei tifosi che continuavano a credere in noi mi ha dato una luce diversa rispetto all’inizio, quando c’era scettiscismo intorno alla squadra. Giustamente, perché ero il quarto tecnico. Le difficoltà erano tante, non solo in campo ma anche fuori. Però nel tempo siamo riusciti a conquistarci il loro apprezzamento”.

Campionato – “Abbiamo fatto il massimo di quelle che erano le nostre possibilità per portare a casa un risultato positivo. Inizialmente si dava per scontata la salvezza, poi non è stato così. Non sempre i campionati prendono la carriera che vorresti”.

Disanto – “Mi auguro che adesso inizi una nuova carriera per lui. Per tanti anni ha fatto la D e si era catalogato in quella categoria. Quest’anno ha vissuto un’esperienza travagliata, tra infortuni vari, dovuta anche allo stress e alla tensione che ti porta il calcio professionistico. Ha delle potenzialità ricercate anche in Serie B, però da sole non bastano da sole. Serve anche un atteggiamento mentale non indifferente”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol