Padalino: “Disanto e Paloschi stanno meglio. Rifarei la scelta Pezzella”

Mister Pasquale Padalino ha parlato alla vigilia della partita con la Carrarese. Di seguito le sue dichiarazioni:

Il momento – “Quando perdi una gara vai alla ricerca delle motivazioni. Però non ci dimentichiamo che venivamo da 10 punti in quattro partite, avremmo firmato per questo rendimento. Mantenere un certo livello di attenzione mentale a volte è difficile anche in categorie superiori”.

Entella – “Abbiamo fatto dei cambi, alcuni obbligati perché avevamo dei calciatori come Paloschi, Laverone e Disanto che non potevano scendere in campo dall’inizio. A mente fredda dico che la partita di Chiavari è stata migliore di quanto percepito a caldo. Gli errori individuali hanno permesso all’Entella di andare sul 3-0”.

Nuovi giocatori – “La crescita si vede giorno per giorno, ma il frazionamento del campionato non ci consente di essere attenti alle mancanze. Ci sono partite ravvicinate e non ti puoi concentrare su determinati tipi di lavoro”.

Acciacchi – “Disanto ha ripreso ieri ad allenarsi, oggi fa la rifinitura. Ha qualche acciacco ma sta nettamente meglio. Paloschi ha smaltito la botta che gli impediva di correre bene, è tornato anche lui e sta bene”.

Pezzella – “Veniva da un lungo stop, aveva dato segnali di ripresa. Era tra i più freschi e in quel ruolo c’è solo Guillaumier che però aveva giocato la partita precedente ed non aveva recuperato del tutto. Ha pagato l’approccio alla gara perché doveva ritrovare il ritmo, ma rifarei questa mossa perché i segnali erano positivi e non c’era un’alternativa”.

Il mini ritiro – “È stato obbligato, non aveva senso rientrare. Ringrazio la società per averci messo a disposizione un albergo fatto bene e un campo molto simile al nostro e a quello in cui giocheremo domani”.

Variazioni tattiche – “Direi di no, manterremo il nostro assetto. Qualche accorgimento, vuoi per la stanchezza o vuoi per il diverso avversario, ci sarà”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol