Ora Siena e Genoa: le gare della verità

Il giudizio universale passa dal Chievo. In ballo la salvezza. Dei gialloblù, del Siena e del Genoa. Guarda un po' cosa ti combina il calendario. Nelle prossime due partite i ragazzi di Genio Corini affronteranno proprio queste due squadre. Inseguitrici. Alla caccia della salvezza. Il Chievo non può ancora chiamarsi fuori. Non di certo dopo la sconfitta di Udine e il pari soporifero con il Catania. Buon bottino i 36 punti. Non ancora sufficienti, però, per cantar vittoria. Il Siena, con la vittoria di Pescara, è finito a -6 dai veronesi. Oggi i toscani sarebbero salvi. A finire all'inferno Genoa, Palermo e Pescara. Solo gli abruzzesi, ragionevolmente, sembrano essere spacciati. Tutte le altre, invece, sono ancora in corsa. A partire proprio dal Siena.

A CASA DI BEPPE. E chi ti trovi a Siena? Beppe Iachini. Un anno e spiccioli al Chievo. Vittoria esaltante nel campionato cadetto. Poi l'addio in serie A, quando la squadra non riusciva ad ingranare. Iachini adesso vuole i tre punti. Non per rivincita personale. Piuttosto per alimentare la speranza del suo Siena. I bianconeri, senza handicap iniziali, avrebbero raccolto gli stessi punti del Chievo. E questo deve far riflettere una volta di più. La squadra di Corini, oggi, ha fatto lo stretto necessario per mettere dietro tre squadre. Buona cosa, è pur sempre salvezza. Da qui alla fine, però, serve forse qualcosa di più per alimentare autostima e per dare punti di riferimento e nuove certezze per il futuro.

CASA DOLCE CASA. Detto del Siena, impegno davvero molto difficile tenuta in considerazione la buona forma dell'avversario, il Chievo avrà due bonus importanti in casa. Partite da non fallire contro Genoa e Cagliari. La sfida con i Grifoni, subito dopo la trasferta nella terra del Palio, potrebbe rompere gli equilibri nella corsa alla salvezza delle tre che stanno dietro. Chievo giudice? Forse. Di sicuro lo sarà di se stesso. Perché cacciare indietro Siena e Genoa, magari facendo bottino pieno, avrebbe l'effetto di mettere in cassaforte la salvezza. Quanti punti ancora? Meglio cinque, giusto per non incappare in qualche sorpresa dell'ultima ora. A disposizione ancora sei giornate e diciotto punti. Troppi per stare tranquilli. Il Chievo, poi, favorirà di un calendario molto buono nella sua parte finale. Dopo Siena, giocherà, come detto, due partite consecutive in casa contro Genoa e Cagliari (ormai sano e salvo ma sempre molto pungente). In quei centottanta punti può essere racchiusa la stagione dei ragazzi di Corini. Salvezza tranquilla e ampiamente meritata o finale di sofferenza con il freno a man o tirato? Dietro qualcosa si muove. Gli otto punti di vantaggio sono ottima dote. Ma qualcosa di più va fatto. Uno scattino. E poi tutti in spiaggia.

Fonte: larena.it