Olinto alla Fiorentina!

Visto che molti organi di informazione (?) scrivono tutto quello che vogliono senza verificarne la fondatezza e che una voce viene trasformata sistematicamente in una notizia certa, anche noi scriviamo una non notizia.

Certo, è una provocazione, ma in tutta sincerità non ne possiamo più di leggere notizie che non hanno alcun fondamento con l’unico scopo di destabilizzare un ambiente che sta per ottenere un grande risultato.

Ad ottobre, dopo solo tre mesi di distanza dall’aver sottoscritto un contratto triennale con il Siena, Perinetti è stato dato, quasi ufficialmente, al Palermo e questo nonostante le smentite dell’interessato.

Poi è stata la volta di Massimo Mezzaroma alla Roma, squadra a cui il patron bianconero è storicamente legato- il padre Pietro è stato presidente della squadra giallorosa –  ma che ormai fa parte del passato, anche perché la società capitolina è stata investita dalla crisi da ormai molti anni, ben prima dell’approdo di Mezzaroma a Siena e se questi avesse voluto alimentare un ritorno di fiamma non avrebbe intrapreso l’avventura senese.

Da qualche settimana l’attenzione dei forzati della bischerata si è spostata su Antonio Conte, da molti dato come sicura guida della Juventus 2011-2012. Sicuramente la società cara agli Agnelli avrà pensato al mister leccese – l’uomo e l’allenatore ben figurerebbe sulla panca juventina – , altrettanto sicuramente quella panchina, prima o poi, sarà sua, ma da qui a dare per certa una sua partenza, ce ne corre. Questo Conte lo sa e, come logica e correttezza vuole, è intervenuto sull’argomento dichiarando la sua volontà di guidare il Siena in serie A.

Ultima in ordine di tempo riguarda ancora Perinetti che da ieri viene inserito nell’organico del Genoa che verrà, con conseguente arrivo a Siena dell’attuale DS della Roma, Pradè.  Ovviamente, puntuale come sempre, è arrivata la smentita del Ds bianconero.  

Qualcuno potrebbe obiettare, magari ripensando al detto che “quando bubbola da qualche parte piove”, che tutte queste voci su Perinetti sono quantomeno sospette, ma per chi conosce il Ds e ne riconosce il valore, non può meravigliarsi se la lista degli estimatori si ingrossa sempre di più.

Giorgio Perinetti ha un contratto che lo lega al Siena per altri due anni e gli è stato proposto un allungamento dello stesso, l’unico motivo per cui potrebbe lasciare il Siena è da individuare in eventuali divergenze con la proprietà sulle strategie di mercato da seguire nel futuro, cosa che attualmente è ben lontana dalla realtà.

Massimo Mezzaroma, che stupido non è, non ha mai mancato di dimostrare la propria stima al DS e al suo lavoro e questo lascia ben sperare per il futuro, anche perché la serie A ti guarda in faccia, e di brutto.

Chiudiamo con Olinto, il grande insostituibile maestro del prato:  la sua fama ha varcato i confini provinciali ed è quasi certo il suo passaggio alla Fiorentina. E’ stato lo stesso Della Valle a chiudere la trattativa. Tra tante bischerate, una la scriviamo anche noi, tanto una più o una meno…. (nicnat)

Fonte: Fedelissimo Online