Oggi ultima recita di Conte al Rastrello

Poche ore ancora e la Juventus ufficializzerà l’arrivo di Antonio Conte.

Il Siena perde un tassello importante, uno dei più grandi allenatori della sua storia recente, un indiscusso protagonista di questa straordinaria stagione.

Non c’è la controprova, ma siamo convinti che con un altro allenatore il Siena, oggi, si starebbe preparando per i playoff.

Con Conte se ne andrà buona parte, se non tutto, del suo staff, sicuramente Angelo Alessio e Christian Stellini, due oscuri collaboratori che hanno recitato un ruolo molto più importante di quanto si è potuto vedere.

Sostituire Conte non sarà facile e ci vorrà tutta la comprovata abilità di Giorgio Perinetti per individuare l’elemento giusto.

Conoscendo le convinzioni di Perinetti, difficilmente si affiderà ad un esordiente o quasi, più probabile l’arrivo di un tecnico con alle spalle un certo numero di ore di volo, motivato, idoneo a sposare il progetto tecnico-tattico.finanziario che la Robur intende adottare per il futuro.

I primi sondaggi sono già stati effettuati, altri ce ne saranno a breve e nel giro di pochissimi giorni sarà presa una decisione.

Non è un mistero che Pasquale Marino, reduce da due annate abbastanza sottotono, sia uno dei nomi finiti sul taccuino del DS, ma non è da trascurare nemmeno l’ipotesi di un De Canio ter che, dopo una promozione e una salvezza anticipata con il Lecce, ha chiuso il rapporto con i salentini e si è posto sul mercato.

Altri nomi che circolano, sulla stampa e sui siti specializzati, sono quelli di Massimo Ficcadenti del Cesena – su cui c’è anche l’interessamento dell’Atalanta e del Toro in caso di promozione – e del reggino Gianluca Atzori, anche se indiscrezioni molto attendibili ci dicono che la prossima stagione siederà sulla panchina del Cesena e questo indipendentemente dall’esito dei playoff.

Fuori gioco, al di là delle voci, ci sembrano le presunte candidature di Giuseppe Papadopulo e Mario Beretta e del tutto fantasiosa quella che porta a Giampiero Ventura.

A questi nomi, più o meno attendibili, a breve se ne aggiungeranno altri e non sono da escludere sorprese clamorose, come è nello stile di Perinetti. La scelta è vicina e il nome uscirà da una rosa di 4-5 candidati che il presidente e il direttore stanno contattando in questi giorni. Non ci resta che attendere. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online