Oggi la Robur compie 112 anni: buon compleanno Robur!

Una sera di novembre del 1904, un gruppetto di ragazzi dai dieci ai dodici anni, la maggior parte dei quali studenti delle secondarie, gettava le basi di una nuova associazione alla quale veniva dato il nome di “Unione studio e divertimento”. Il programma e gli scopi erano insiti nella stessa denominazione: ricreazione a mezzo di gite, piccole feste, competizioni ginnico sportive. Inconsapevolmente, tuttavia, quel piccolo nucleo di ragazzi aveva dato vita, con la sua iniziativa, a quella che doveva divenire la Società Sportiva Robur e, successivamente, l’Associazione Calcio Siena “Robur 1904. Nella seduta costitutiva della nuova associazione assunse la presidenza, per unanime designazione, Attilio Calzoni, che divenne il primo presidente della Società. Accanto a lui, ecco i nomi degli altri fondatori:

Baldo Baldi, Oreste Belatti, Giovanni Bianchi, Eraldo Cecchi, Zuilio Cipriani, Alessandro Fanetti, Altivaro Felli, Tommaso Grossi, Adolfo Lamioni, Lorenzo Maestrini, Gino Stanghellini, Sabatino Tamburini e Alberto Testi.”

Il testo, tratto da un documento originale firmato dai soci fondatori Belatti, Cecchi e Stanghellini, controfirmato dallo storico segretario Alfio Pistolesi, non specifica il giorno, ma successive ricerche mi hanno portato ad individuare con sicurezza che si trattava del 18 novembre.

Il documento continua riportando i vari cambi di denominazione:

 “Fu nell’assemblea del 18 novembre 1908, presidente Vasco Ghinozzi, che il sodalizio costituito quattro anni avanti divenne Società Sportiva Robur e da quel momento si inizia il suo periodo di fortunata ascesa e di intensa attività agonistica in campo regionale e nazionale.

Lo sviluppo assunto dal calcio, dopo la prima guerra mondiale, finì per indirizzare unicamente verso questa disciplina sportiva l’attività agonistica del sodalizio tantochè, all’inizio della stagione calcistica 1933-34, presidente Aldo Sampoli, la Società Sportiva Robur assunse la nuova denominazione di Associazione Calcio Siena a confermare, anche nella propria ragione sociale, l’esclusiva attività calcistica.

Tuttavia, per ricordare le origini della società e il suo luminoso passato, alla nuova denominazione venne fatta seguire la dizione “Robur 1904”, così da formare un tutto unico con la denominazione stessa."

Nel 2014, purtroppo, l’AC Siena non si iscrive al campionato di competenza e riparte dalla quarta serie nazionale assumendo nuovamente la denominazione S.S. Robur Siena, ma la più che centenaria storia non viene cancellata e vive ancora nei cuori dei tanti tifosi che conservano e tramandano lo spirito di questa antica società nata grazie ad un gruppo di adolescenti che rifiutarono di adeguarsi ai concetti di sport in auge agli inizi del secolo scorso.

Sono passati ben 112 anni da quel giorno e la Robur, ferita ma non morta, si è rialzata e ha ripreso il suo cammino. Da sempre con te, per sempre con te! Buon compleanno Robur!!!  (nicnat)

Fonte:Fedelissimo Online