Oggi il giudizio del TAR. Nicola Binda twitta: il Chievo è fuori.

Inizia un altro giorno di attesa, una sfibrante alternanza di timori e speranze che ci accompagnerà per buona parte della giornata. Il TAR del Lazio alla fine dovrà esprimersi sui i ricorsi contro le esclusioni chieste dalla COVISOC e confermate dal Collegio di Garanzia del CONI e oggi potrebbe essere il giorno giusto. Il Chievo – e questo è noto – punta tutto sull’ottenere dal Giudice Monocratico una sospensiva, in attesa dell’udienza camerale programmata per il 7 settembre.  Se questo accadesse, con il campionato di serie B che inizia il 20 agosto, il tentennamento della FIGC e di Gravina porterebbe ad una situazione di grande caos e metterebbe il presidente federale nelle condizioni di dover scegliere: o riammettere il Chievo in serie B e sconfessare il lavoro degli organi di giustizia sportiva della FIGC o andare incontro ad una possibile serie B con i clivensi in sovrannumero. Nella prima ipotesi, a distanza di tre anni, il Siena sarebbe penalizzato ancora una volta. Nel frattempo inizia a trapelare qualcosa grazie al solito puntuale twitter di Nicola Binda, sempre molto ben informato. Secondo il giornalista della rosea il TAR avrebbe respinto il ricorso del Chievo, aprendo la strada al ripescaggio del Cosenza. In attesa di conferme e di conoscere le decisioni riguardanti le altre società ricorrenti, armiamoci di santa pazienza. (NN)

Fonte: FOL