Novara-Siena 1-1

NOVARA (4-3-1-2): Fontana, Dellafiore, Paci, Ludi (dal 14' pt Centurioni), Garcia (dal 1' st Gemiti); Porcari, Rigoni, Giorgi; Pinardi (dal 15' st Mazzarani); Meggiorini, Jeda. All. Tesser
A disp.: Coser, Gemiti, Centurioni, Marianini, Mazzarani, Morimoto, Morganella

SIENA (4-4-2): Brkic, Vitiello, Pesoli, Contini, Del Grosso; Angelo (dal 14' st Brienza), Vergassola, Bolzoni, Reginaldo (dal 21' st Mannini); Gonzalez (dal 27' st Terzi), Calaiò. All. Sannino
A disp.: Farelli, Terzi, Rossi, D'Agostino, Mannini, Brienza, Destro
ARBITRO: Tagliavento di Terni (Faverani-Stefani/Irrati)
AMMONITI: 13' st Vitiello (S), 26' st Paci (N), 29' st Terzi (S), 37' st Contini (N), 47' st Meggiorini (N)
ESPULSI: nessuno
MARCATORI: 18' pt Calaiò (S), 35' st Gemiti (N)
ANGOLI: 7-5

Con Grossi colpito da un attacco influenzale, Sannino getta in campo Reginaldo: con Angelo a destra, esterni giocano allora i due brasiliani della Robur. Nessun altra sorpresa: la coppia centrale di difesa è quella formata da Pesoli e Contini. Davanti, con Calaiò, gioca l'ex Pablo Gonzalez, fresco fresco di gol. Prima panchina per Brienza. L'altro ex della gara veste la maglia azzurra: Jeda che stanzia a fianco di Meggiorini, con Pinardi sulla trequarti. Ludi recupera e si posiziona al centro della difesa, ma un pestone lo costringerà poi a uscire dopo appena 14 minuti.

Dopo qualche minuto speso per prendere confidenza con il sintetico, il Siena, al 5', ci prova su punizione: batte Del Grosso (fallo di Paci su Calaiò), la palla si alza altissima sulla traversa. Al 10' Reginaldo serve Bolzoni, il centrocampista spara in porta, para in due tempi Fontana. Dall'altra parte (11') ci prova Jeda: la conclusine del brasiliano è debole e non crea problemi a Brkic. Al 12' Vergassola carica da lontano, deviazione e angolo. Sono le prove generali del gol: al 18' l'apertura lunga di Del Grosso trova Angelo, il brasiliano crossa in area, Gonzalez non aggancia, Fontana allontana ma sulla respinta Calaiò insacca. Davanti a una Robur brillante, la difesa del Novara mette a nudo tutti i suoi limiti. I bianconeri, secondo miglior reparto difensivo, insegnano agli avversari come svolgere il compito. Difendono con ordine il vantaggio, 'rischiando' di raddoppiare appena dopo un minuto: Gonzalez cerca il secondo palo, ma Fontana è attento. Il Novara subisce il colpo, la Robur, aggressiva e veloce, non fa ragionare gli azzurri. E' soprattutto dalla destra, con Angelo, che il Siena sfonda, per Garcia è una gara di sofferenza. Gli azzurri si vedono su calcio piazzato: al 32' la punizione di Pinardi trova Jeda che stacca, ma mette fuori. Al 37' ancora l'ex, ancora di testa, mette sul fondo. Pressano i padroni di casa, ma con i bianconeri ordinati e compatti, non creano patemi a Brkic. Unico brivido al 40' quando il serbo è costretto a mettere in fallo laterale.

Tesser nell'intervallo corre ai ripari: Garcia rimane negli spogliatoi, al suo posto Gemiti. Dopo appena dieci secondi il Novara guadagna un angolo, sugli sviluppi (con Tagliavento che aveva già fischiato per gioco falloso) Brkic si avventa sulla palla. Grande occasione per i padroni di casa al 5': in un'azione confusa ci provano prima Jeda, poi Rigoni, spazza via Vitiello. Proprio il terzino si becca un giallo al 13' per un fallo su Meggiorini, il più pericoloso a inizio ripresa. Al 16' Brkic allontana con i pugni un corner, fuori la ribattuta dalla distanza di Porcari. Al 17' bene il portiere serbo sulla conclusione di Rigoni. Al 20' Calaiò ci prova in girata, altissima. Il Novara cerca il pari, ma la manovra degli azzurri è molto macchinosa. Al 25' la retroguardia bianconera allontana la punizione di Mazzarani, sugli sviluppi, spazza via Bolzoni. Al 25' Calaiò punta la porta, altissima la sua conclusione. Al 27' Gonzalez esce tra gli applausi di tutto il Piola, al suo posto Terzi (che verrà ammonito dopo due minuti, e, diffidato, salterà Siena-Chievo). Al 28' Bolzoni tenta dalla distanza, ma trova ben appostato Fontana. Dall'altra parte sopra la traversa il colpo di testa di Paci (30'). Gli azzurri ci credono. Al 34' centrale la conclusione di Rigoni. Al 35' la difesa bianconera si salva ancora in angolo su Meggiorini. Maturi i tempi del pareggio: Gemiti tira potente dalla distanza, Brkic sfiora soltanto. A lato al 39' la cannonata di Dellafiore. Il Novara cerca i tre punti, il Siena si difende con i denti. Nel recupero da dimenticare la punizione di Mazzarani. E' l'ultima azione della partita. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line