NON SI PLACA LA CONTESTAZIONE – MULINACCI: ORA BASTA!

La rabbia dei tifosi non si è ancora placata e continua la contestazione nei confronti di Giampaolo e dei dirigenti.

Il DS Gerolin, Federico e il segretario Persichetti sono scesi dal pullman e hanno parlato con i tifosi presenti.

Il presidente del nostro Club, Lorenzo Mulinacci, è stato molto chiaro nella sua esposizione chiedendo quelle spiegazioni che tutti attendono.

“ Ho spiegato ai tre dirigenti che io e i Fedelissimi che rappresento non siamo arrabbiati perché si è perso con la Juventus, ma solo perché siamo ultimi in classifica. Oggi i migliori in campo sono stati Ekdal e Jajalo, giocatori che domenica erano in panchina.

Ci è stato detto, più volte, che i sostituti dei giocatori venduti erano all’altezza della situazione, ovvero avevano le caratteristiche tecniche per garantire un rendimento che ci avrebbe portato ad una salvezza seppur sofferta.

Ora guardo la classifica e siamo ultimi. Qualcosa non torna ed è arrivato il momento di fare chiarezza e anche velocemente.

Le ipotesi sono due:

          la squadra non è all’altezza e allora qualcuno ha sbagliato e ci ha preso in giro

          chi la guida non è all’altezza e si dovrà provvedere in merito

L’unica cosa certa è che così non si può andare avanti e un provvedimento deve essere preso.

Come Fedelissimi abbiamo dato fiducia a tutti, abbiamo cercato di essere propositivi e non disfattisti, ma ora basta con le parole. Vogliamo solo i fatti. Se la squadra perderà a Bologna, cosa a cui non voglio nemmeno pensare, si deve cambiare l’allenatore e non certo con Baroni come si sente dire in giro.”

In questo momento sul pullman del Siena è presente solamente l’allenatore. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online