Non c’è pace per i tifosi della Robur!

E’ inutile negarlo, il Dio Pallone ha deciso che ai roburpatici siano riservati solo dei fugaci flash di gioia, attimi non ore, minuti non giorni.

Nonostante che la posizione in classifica e la qualità del gioco espresso dalla squadra consentirebbe a tutti di godere al massimo del momento non passa giorno senza che una notizia o presunta tale, una dichiarazione quanto meno avventata o una voce messa in giro ad arte non si sa da chi, attenti alla serenità del momento che stiamo vivendo.

Oggi, sul Corriere della Sera, è stata pubblicata una dichiarazione di Zamparini che, in pratica, lancia il sequel della Telenovela Perinetti.

“In futuro arriverà un direttore generale, come Galliani nel Milan, che mi sostituirà, perché non posso fare il presidente ogni due settimane. Sono stanco del calcio, non del Palermo. Ho chiesto a mio figlio di sostituirmi, ma non ha voluto, e allora arriverà una figura che sarà più presente di quanto lo sia io. Se il prossimo direttore generale lavora a Siena (Perinetti, ndr)? Non lo so».

La notizia è stata subito rilanciata da molti quotidiani e siti specializzati e nei prossimi giorni aspettiamoci una serie di smentite, mezze ammissioni, contro smentite secondo un copione già visto e mai apprezzato.

Abbiamo davanti ventinove partite, quasi un intero campionato, non abbiamo ancora raggiunto nessun risultato e non è ammissibile né tollerabile che molte delle energie del tifoso siano dirottate su argomenti o situazioni che da mesi si ripetono.

A quando la prima indiscrezione su qualche cessione eccellente?

Tutte queste chiacchiere sono diventate ormai insopportabile, dove è scritto che il tifoso della Robur debba essere sempre bersagliato dall’incertezza, dalle voci e dai chiacchiericci?

Vorremmo parlare solo di calcio, goderci questo momento e non sprecare buona parte delle nostre energie dietro a situazioni che si ripetono con una regolarità degna di ben altra causa. (nn)

Fonte: Fedelissimo Online