Nofri: Il Siena non ha già vinto, faremo la nostra partita

Il suo Gavorrano affronterà la capolista nel giorno in cui potrebbe conquistare la promozione: il tecnico Federico Nofri guarda al lato positivo. “Dopo un periodo non brillante – afferma -, una cornice come sarà il Franchi domenica, potrebbe essere uno stimolo in più per la mia squadra. Che sarà una gara difficile è scontato, ma sento dire, leggo, vedo che i bianconeri l'hanno già vinta. No, le partite prima vanno giocate e noi non abbiamo intenzione di rendere vita facile agli avversari. Ci manca un punto alla salvezza. E anche se all'ultima affrontiamo la Pianese in casa abbiamo il dovere di chiudere la pratica il prima possibile. E il Franchi sarà una vetrina per tutti, non solo per il Siena”. “La nostra classifica paga molti errori individuali – prosegue Nofri -: perché a livello di prestazione non abbiamo mai demeritato. Siamo stati spesso condizionati da episodi, come l'infortunio del nostro portiere la settimana scorsa con il Ponsacco. Ma abbiamo sempre giocato da squadra e se riuscissimo sempre a riproporre in campo quello che proviamo in settimana, riusciremmo a mettere in difficoltà chiunque. La stanche zza inizia a farsi sentire ma finché non abbiamo centrato l'obiettivo non molliamo”. Il calcio è sempre una questione di episodi… “Sì – ammette il mister rossoblù -. Anche per il Siena, la vittoria di Sansepolcro la dimostrazione. Il rigore sbagliato, parato da un ragazzo di sedici anni, il rigore a favore poi trasformato, sono indizi, segnali positivi che i bianconeri hanno lanciato al campionato. Guardando al gioco espresso, che le ha permesso di stare sempre in testa, nonostante l'ottimo campionato del Poggibonsi, credo che la Robur meriti la promozione. Tuttavia, può ancora succedere di tutto: noi faremo la nostra partita”.