Niccolò Giannetti, talento e versatilità: quanto manchi allo Spezia!

L'arrivo dal Siena, i goal trovati con una velocità incredibile, l'affiatamento con i compagni e la voglia di dimostrare in campo tutte le sue qualità: poi l'infortunio, davvero strano per il mondo del calcio, la lesione al tendine estensore dell'alluce del piede sinistro, riportata, caso del destino, proprio nella partita interna del 17 aprile contro il Siena, squadra della sua città. Ecco, in poche righe, labreve storia nel club aquilotto, di Niccolò Giannetti, attaccante dalle qualità rare, arrivato allo Spezia durante il mercato di gennaio, voluto fortemente per le sue doti tecniche e la sua capacità di adattarsi in tutti i ruoli nel reparto offensivo. Ma partiamo dall'inizio della carriera del giovane centravanti toscano.

Niccolò Giannetti, nato a Siena il 12 maggio 1991, cresce nelle giovanili della squadra della sua città e, nel campionato Primavera della stagione 2009-2010, totalizza con i bianconeri 25 presenze e 15 goal. Durante il mercato dell'estate del 2010, passa alla Juventus, coinvolto in uno scambio di prestiti. Con il club torinese, fa il suo esordio da professionista nella partita di Europa League contro il Salisburgo (0-0) il 4 novembre 2010, mentre segna il suo primo goal, nel corso della partita contro il Manchester City a Torino (1-1), sempre nella competizione europea. Il debutto in serie A, avviene il 16 gennaio 2011, nel match contro il Bari: durante la stessa stagione mette a segno 9 goal in 17 partite con la maglia della Juventus Primavera. Rientrato al Siena per fine prestito, viene ceduto nell'estate del 20011 al Gubbio (serie B), con cui disputa 7 partite, senza però trovare il goal. Nel gennaio 2012 passa al Sudtirol (Prima Divisione): con il club trentino, fa segnare 13 presenze e due reti. Nell'agosto del 2012, passa, sempre in prestito, al Cittadella (serie B) e con i veneti totalizza 21 presenze e 5 goal nella stagione 2012-2013. Ritorna al Siena, nel campionato in corso, e realizza 7 reti in 17 partite giocate da titolare. Nel gennaio 2014, passa in compartecipazione allo Spezia: con il club bianco mette a segno 5 goal in 12 presenze.

Un trend molto positivo, quello dell'attaccante toscano, durante questa stagione, con un totale di 12 goal in 29 partite tra Siena e Spezia: un percorso che, purtroppo, è stato interrotto bruscamente dall'infortunio che ha costretto l'attaccante aquilotto all'intervento chirurgico e quindi alla conclusione anticipata del campionato in corso. L'assenza dell'avanti senese, si è fatta sentire, e non poco, tra le fila degli aquilotti e ha messo in seria difficoltà il tecnico bianco nell'effettuare le scelte riguardanti il reparto offensivo: la rosa dello Spezia, infatti, in attacco, dispone di buoni elementi, ma nessuno ha lecaratteristiche di versatilità che appartengono a Giannetti.

Una mancanza, difficile da riempire, visto che la velocità, la tecnica e soprattutto la capacità di ricoprire tutti i ruoli del reparto offensivo, sono caratteristiche molto difficili da trovare in un attaccante: saper gestire al meglio la posizione di ala destra, ala sinistra e punta centrale, non è da tutti e nemmeno il fatto di trovare in poco tempo il feeling giusto con i compagni e con l'ambiente è una caratteristica così comune.

Certamente Niccolò Giannetti, nonostante il brutto infortunio, si rimetterà presto in forma e sarà l'obiettivo di molte squadre, sia di serie B che di serie A: visto il suo rendimento in questa stagione, infortunio a parte, la sua carriera potrebbe avere una svolta importante in questo mercato estivo. Per ora, l'attaccante toscano, è in comproprietà tra Siena e Spezia, quindi potrebbe esserci proprio uno di questi due club nel suo futuro, ma il calciomercato è imprevedibile e non si può sapere cosa accadrà quest'estate: sicuramente ci sarà una bella lotta per riuscire ad acquistare il cartellino di questo ragazzo, con doti straordinarie e un futuro che gli potrà riservare esperienze davvero importanti. 

Fonte: tuttob.com