Rassegna Stampa

13/01/20 10:55 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Pordenone e Venezia si rifanno il look in attacco. I due club ieri hanno trattato con profitto lo scambio tra Monachello e Bocalon, con conguaglio in favore dei veneti. I giocatori hanno dato il loro assenso all’affare e si va verso la fumata bianca già oggi. Il Pordenone ha virato su Bocalon dopo le difficoltà ad arrivare a Moreo dell’Empoli; per la difesa si attende invece solo l’ok dalla Fiorentina per il prestito del difensore Ranieri.
Il Benevento continua la caccia a un centrale dopo lo stop di Antei e ha messo nel mirino Barba del Chievo (è al Valladolid) e Regini della Samp, ma nella lista dei possibili rinforzi c’è anche Marchizza (Sassuolo, è in prestito allo Spezia). Niente da fare per Firenze al Frosinone: il giocatore è stato proposto dalla Salernitana ma il club di Stirpe ha altri obiettivi.

SERIE C Il Bari ha raggiunto l’accordo con Ninkovic; ora si tratta con l’Ascoli che chiede l’obbligo di riscatto dell’attaccante; ai dettagli anche la trattativa per Laribi (Verona, è in prestito all’Empoli) per la mediana. La Samb ha preso Izzillo dal Pisa, che invece ha dato Di Quinzio all’Alessandria. La Viterbese vuole Vitturini (Pescara) per la fascia destra e De Santis dell’Entella per la difesa. Il Rimini è sul portiere Zanellati (Gubbio, ma è del Torino).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
13/01/20 10:52 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
12/01/20 10:18 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
11/01/20 14:54 | La Nazione - I tifosi bianconeri ricordano Paolo Castellarin.
La Nazione - I tifosi bianconeri ricordano Paolo Castellarin.

Aveva 60 anni Paolo Castellarin quando un malore se lo è portato via. La sua scomparsa, due anni fa, ha gettato nel dolore la famiglia e gli amici , tutto il mondo bianconero che ha perso un grande tifoso. Uno che ha sempre vissuto il tifo con passione e che stasera verrà ricordato con una commemorazione ‘alla sua maniera’: prima con una cena che si svolgerà nella sede dei Fedelissimi, poi in Fortezza, tutti insieme. «Ho tanti ricordi che mi legano a Paolo – ha affermato Lorenzo Mulinacci, presidente dei Fedelissimi –, praticamente siamo cresciuti insieme e fin dagli anni ’70 abbiamo condiviso la passione per la Robur. Lui è stato un tifoso un po’ particolare: è partito dal Club, poi è passato in Curva, poi è diventato Ultras, ma tenendo sempre di conto le sue radici, i Fedelissimi».


Fonte: La Nazione

 

 
11/01/20 14:53 | La Nazione – Serrotti: “Io e la Robur siamo pronti Ora vinciamo al Franchi”.
La Nazione – Serrotti: “Io e la Robur siamo pronti Ora vinciamo al Franchi”.

Nel mazzo di carte con cui se la gioca Dal Canto, Matteo Serrotti è un po’ il jolly. A centrocampo può giocare ovunque. Intuizione del tecnico, quella di impiegarlo (anche) sulla trequarti, l’anno scorso, quando entrambi erano ad Arezzo: intuizione che può tornare di stretta attualità. E non guarda oltre l’oggi, il bianconero, o meglio alla Juventus U23: le energie vanno buttate tutte in campo.

Tra allenamenti, qualche assenza e mercato, come si presenta il Siena per lunedì?
«Bene, abbiamo ripreso a pieno ritmo, siamo pronti. Gennaio è un mese un po’ particolare, c’è aria di cambiamento, ma noi siamo concentrati sul nostro lavoro. E’ normale, sarebbe meglio che la rosa fosse sempre al completo, ma la nostra è composta da giocatori importanti, chi c’è in campo dà sempre il massimo, chiunque sia. La squadra viene sempre prima del singolo. Giochiamo in casa, ci teniamo a far bene: al Franchi abbiamo centrato pochi risultati positivi, dobbiamo invertire la rotta».

Domanda scontata: perché?
«Non ho una spiegazione. Spesso abbiamo giocato bene senza raccogliere punti, l’ultima con il Como, per esempio, non è stata certo una prestazione brillante, eppure abbiamo vinto. Adesso si riparte, abbiamo un intero girone per far evolvere la situazione in maniera positiva».

Fa strano pensare che l’Arezzo di Dal Canto, l’anno scorso, ha condotto un cammino interno eccezionale.
«Non si possono fare paragoni. Ogni stagione ha una storia a sé, il calcio è fatto di tanti fattori. Stiamo parlando di una squadra diversa, una realtà diversa, una stagione diversa. L’importante è restare tutti uniti, andare avanti compatti, l’alchimia è fondamentale».

La Juventus U23?
«Una squadra fisica, tecnica, di valore. Dovremo essere bravi nella fase di non possesso: se la facciamo giocare può crearci qualche problema. La qualità non ci manca, possiamo farle del male».

Lei è pronto a giocare… ovunque?
«Sto bene. Sono una mezzala, ma il mister l’anno scorso mi ha spesso spostato sulla trequarti. A centrocampo posso coprire ogni ruolo interpretandolo per quelle che sono le mie caratteristiche».

Conoscere gli altri risultati: vantaggio o svantaggio?
«Quello che fanno gli altri non deve interessarci: dobbiamo guardare solo a noi stessi, non dobbiamo sprecare energie. Dobbiamo ragionare di partita in partita, senza fare programmi o previsioni. Ci sono ancora troppi punti in palio. Abbiamo le credenziali per finire in alto, dietro al Monza che sta facendo un campionato a parte».

C’è qualche squadra che l’ha sorpresa positivamente?
«Monza a parte, mi è piaciuto molto il Gozzano, una squadra che prova sempre a giocare. E anche la Pro Patria». (Angela Gorellini)

Fonte: Fol

 

 
11/01/20 10:11 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Tutti pazzi per gli attaccanti. Sono l’obiettivo comune di quasi tutte le squadre di B. Bravo l’Empoli che si è portato avanti (Ciciretti, La Mantia, da ieri anche Tutino), bravo il Benevento che è stato primo negli affari (Moncini) e non solo in classifica. Ma le altre non stanno a guardare ed è nato un intreccio che non è destinato a sbrogliarsi a breve.
Il Pescara dovrebbe cedere Maniero, ha fatto un pensierino su Melchiorri del Perugia (per il quale si è mosso con decisione anche il Vicenza) e ha chiesto Mota Carvalho alla Juventus (oltre a Muratore), dove (per la U23) è rientrato Del Sole dalla Juve Stabia. Anche Asencio (Pisa) è rientrato alla base (Genoa) per ripartire: lo Spezia è interessato. Lo stesso Pisa deve solo annunciare Vido (Atalanta, era a Crotone) e Soddimo (Cremonese). Per sostituire Vido il Crotone ha fatto un pensierino su Armenteros (Benevento) e anche su Ardemagni (Ascoli), ma al momento senza affondare. Moreo (Empoli) è molto ambito, su tutti lo vuole il Pordenone, ma l’affare non si sblocca e così la vice-capolista ha trovato l’alternativa: Bocalon del Venezia. Lo stesso Venezia cambierà molto davanti, ha chiesto Monachello all’Atalanta (dove rientrerà proprio dal Pordenone) ma anche Rosseti all’Ascoli, dove in cambio potrebbe andare Di Mariano. L’Ascoli ha blindato Scamacca fino a giugno e ha altri tre attaccanti richiesti (oltre a Chaja, che dovrebbe andare in Olanda al Den Haag, e Ninkovic, vicino al Bari), ma solo uno dovrebbe partire: oltre a Rosseti, c’è Beretta nei piani del Cittadella (ma la richiesta dell’Ascoli al momento è ritenuta elevata) e poi c’è Ardemagni, per il quale è tramontato lo scambio con Trotta (Frosinone), è stato sondato dal Crotone e resta nei piani del Vicenza (si attende il rientro di Renzo Rosso per l’offerta, anche se come detto ora è caldo il nome di Melchiorri). Il Chievo è in attesa di un segnale dal Torino per avere Millico, dopo il lunghissimo inseguimento, e nel frattempo ha fatto firmare per 6 mesi Ogenda del Psg (con opzione biennale), mentre all’inizio della prossima settimana si dovrebbe conoscere il destino di Vignato (va a Bologna e resta in prestito a Verona?). Il Cosenza ha ricevuto un no per Palombi (Cremonese), che è anche nei piani dell’Entella; il club calabrese così potrebbe valutare Nzola (Trapani).
Il Frosinone, oltre alla punta, cerca anche una mezzala e un esterno, che ha già individuato: chiesto D’Elia all’Ascoli. Proprio l’Ascoli è alla ricerca di due centrocampisti e restano vive le ipotesi che portano a Henderson (Verona) e Mazzitelli (Sassuolo). Riguardo i difensori, ieri sera a Roma sono state gettate le basi per il passaggio di Aya dal Pisa alla Salernitana. Il Perugia come difensore centrale ha perso sia Rajkovic (dovrebbe andare in Russia) che Sierralta (ha l’accordo con l’Empoli) e ora ha bussato alla porta della Spal per avere Felipe (difficile) e soprattutto Salomon, poi sceglierà anche un centrocampista (Scozzarella del Parma).

SERIE C La squadra più attiva nelle ultime ore è stata il Rimini, che ha preso Agnello (AlbinoLeffe), Mendicino (Monopoli) e Letizia (Bisceglie). La Reggina capolista ha chiesto Guidetti e Magnino alla Feralpisalò. Bel colpo della Viterbese con Bunino (Pescara, era a Padova), ufficiale Favalli (Catanzaro) alla Reggiana, mentre il Cesena è vicino a Padovan (Imolese). L’Imolese vuole Golfo (Parma, era a Trapani) e sta per dare Bolzoni al Lecco in cambio di Chinellato. E poi: Giandonato dal Piacenza va all’Olbia, Bentivoglio (Siena) alla Virtus Verona, Muroni (Olbia) al Modena, Gavioli (Inter, era a Venezia) al Ravenna e Benedetti (Sampdoria, era allo Spezia) alla Vis Pesaro.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
11/01/20 10:03 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
10/01/20 10:16 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B L’affondo del Pisa. Una doppietta micidiale per dare corpo all’attacco e alla trequarti. L’accordo con Vido è stato raggiunto in mattinata: l’attaccante lascia il Crotone, rientra all’Atalanta e viene dirottato in Toscana. Poi nel pomeriggio il manager Giovanni Corrado ha incontrato Soddimo, che aveva avuto l’ok dalla Cremonese per liberarsi: anche con lui intesa raggiunta. Oggi l’ufficialità. Due bei regali per D’Angelo.

Il Venezia chiama Cristian Molinaro per la fascia sinistra: l’ex Toro e Frosinone si è aggregato ieri al gruppo di Dionisi e nei prossimi giorni il d.s. Lupo definirà l’accordo. Per Molinaro sarebbe un ritorno in B a distanza di quasi 15 anni: era il 2005 quando lasciò la Salernitana per andare alla Juventus, che poi lo diede per due stagioni al Siena. Un passato con quasi 500 partite tra i professionisti, comprese Champions League ed Europa League, in aggiunta all’esperienza in Germania e a 2 presenze in azzurro per Molinaro, che arriva anche per l’infortunio di Felicioli. Lo stesso Venezia per l’attacco s’è inserito nella corsa a Monachello (Pordenone, ma è dell’Atalanta), mentre Gavioli dovrebbe rientrare all’Inter.

L’Empoli ha ufficializzato gli arrivi di Ciciretti dal Napoli e di Pinna dal Cagliari; a breve gli annunci di Tutino (da ieri in Toscana), La Mantia e Fiamozzi, mentre il nome buono per la difesa è quello di Sierralta (Udinese), con il quale è stato trovato l’accordo. Il Livorno è pronto ad annunciare il primo innesto per il centrocampo: si tratta dell’esperto Minala della Lazio. Un rinforzo per l’Ascoli: dall’Hertha Berlino arriva in prestito Maurice Dominick Covic, esterno destro di 21 anni; lo stesso Ascoli ha chiesto Firenze alla Salernitana. Il Perugia insiste per convincere lo svincolato difensore centrale Rajkovic, che però ha anche proposte dall’estero: c’è ottimismo per chiuderlo a breve, magari insieme a Scozzarella (Parma), mentre con Cosmi sta facendo un provino Giuseppe Barone, esterno sinistro dei NY Cosmos, figlio di Joe (manager della Fiorentina). Il Pordenone non riesce a convincere l’Empoli per avere Moreo, ma per la difesa c’è l’accordo con la Fiorentina per Ranieri. Il Cosenza attende Di Gennaro (Livorno), torna su Omeonga del Genoa (ora in Belgio) e pressa Palombi (Cremonese, ma di proprietà della Lazio).

SERIE C Favalli dal Catanzaro alla Reggiana (firme a breve), il ritorno di Ferretti dalla Triestina al Carpi (si tratta) e l’assalto del Bari a D’Orazio (Cosenza) le notizie più importanti di una giornata calda. Ufficiale Liotti (Pisa) alla Reggina. E poi: Sorrentino (Gubbio) va al Renate, Eguelfi (Frosinone) alla Feralpisalò (via Inter), Grandolfo (Vis Pesaro) alla Samb, D’Angelo (Livorno) al Potenza, Cecconi (Pro Vercelli) al Picerno, Risolo (Catanzaro) al Francavilla), Bertolo (Picerno) all’Avellino, Calì (Catanzaro) alla Viterbese (via Atalanta), Romani (Fossano) al Bisceglie.

Fonte: La gazzetta dello Sport

 

 
10/01/20 10:15 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
09/01/20 09:31 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Il Pisa sta per mettere a segno un bel colpo in attacco con Luca Vido in prestito al Crotone ma di proprietà dell’Atalanta (ha dato l’ok); il cambio di allenatore a Cremona blocca l’arrivo in nerazzurro di Soddimo, ma l’operazione dovrebbe riaprirsi più avanti. Si muove il Livorno: per l’attacco nel mirino ci sono Ragatzu (Cagliari), Borrelli (Pescara) e Moreo (Empoli), tentativo anche per Millico (Torino), che però è vicinissimo al Chievo (prima dovrebbe rinnovare con i granata). Frosinone e Ascoli hanno provato a imbastire uno scambio di attaccanti fra Trotta e Ardemagni, ma al momento senza successo: per il primo resta in attesa lo Spezia (che può prenderlo solo in prestito), il secondo è destinato al Vicenza (offerti 3 anni di contratto). Il Trapani, in attesa del cambio di presidente (da Heller a Pace), cerca altri rinforzi e, oltre a Coulibaly (Udinese), punta gli argentini Francisco Andres Pizzini, attaccante classe ‘93 dell’Independiente, e Matias Laba, centrocampista classe ‘91 dell’Union La Calera. Il Perugia ha mosso i primi passi per Scozzarella del Parma, che Cosmi ha avuto al Trapani. La Juve Stabia ha chiesto Scognamiglio al Pescara e ha proposto Di Gennaro all’Ascoli per avere Gerbo e Laverone. Dal Toro alla Calabria: il Crotone ha chiesto Adopo (oltre al già citato Millico), il Cosenza vorrebbe Onisa.

SERIE C Oggi Ciccio Lodi (Catania) è atteso dalla Triestina per la firma. Ancora un bomber al Padova: Nicastro (Catanzaro). Altri attaccanti: Curcio (Vicenza) va al Catania che punta Murilo (Livorno), la Juventus U23 fa rientrare dal prestito Del Sole (Juve Stabia), Zamparo (Rimini) torna alla Reggiana, Ripa (Sicula) va al Picerno con Zaffagnini (Samb). Quattro arrivi al Rieti: Obodo (Vibonese), Serena (Padova), Russo (Pro Vercelli) e Celli (Pescara). E poi: il Südtirol rimpiazza Morosini con Beccaro (Triestina), Massolo (Entella) va alla Samb, Megelaitis (Sicula) al Gubbio e D’Angelo (Livorno) è vicino al Potenza.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
09/01/20 09:28 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
08/01/20 16:51 | In edicola il numero di gennaio di Mesesport
In edicola il numero di gennaio di Mesesport

Con l’inizio del nuovo anno, torna in edicola il primo numero del 2020 di Mesesport, dallo scorso anno in uscita trimestrale. Aperto da una breve analisi sul secondo decennio del nuovo secolo (“Ascesa e caduta di un sogno”), la rivista senese di critica e attualità sportiva si sofferma sulla  criticità di alcune situazioni (“La Robur ancora alla ricerca del bandolo” oppure “Calma piatta in casa Mens Sana sul fronte investitori), e sulle realtà più  accreditate del momento come Emma Villas, Ego Handball e Virtus, senza trascurare quelle ancora alla ricerca di una identità precisa.

Fra le curiosità, oltre alla proclamazione del Personaggio Sportivo 2019 a cura dei giornalisti senesi addetti al settore; l’esperienza… veliera della barca ‘Razza Clandestina’; il destino del Rastrello, ex ‘gioiello’ in progressiva decadenza; il quintetto di atleti  senesi che sogna i Giochi di Tokio.

Interamente a colori, Mesesport di gennaio offre spunti di riflessione anche sulla Nobiltà, vera o presunta, della Robur e relativo imminente mercato; sulle classifiche in merito  alla qualità della vita e sui temi che interessano

Polisportiva, scherma, tennis, boxe, pallacanestro, ecc. Il tutto con il contorno delle consuete rubriche.     

Fonte: Mesesport

 
08/01/20 09:35 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Si scalda il mercato del Chievo che chiude per Ogenda, ex Psg che arriva in gialloblù dal Botosani: mancano solo i dettagli sull’indennizzo ai romeni, ma il giocatore è in Italia da due giorni in attesa di sostenere le visite. Per l’attacco Campedelli punta Millico, classe 2000 del Torino: oggi può essere il giorno decisivo (in prestito) nonostante l’inserimento del Crotone, un ritorno di fiamma dopo l’affare saltato sul gong del mercato estivo. Ieri il d.s. dell’Ascoli Tesoro era a Milano per degli incontri. I marchigiani puntano Trotta del Frosinone in uno scambio con Ardemagni (superato lo Spezia?). Sul fronte attaccanti il Benevento ha ufficializzato Moncini (Spal) per 2,5 milioni più bonus. Ieri la firma per 4 anni e mezzo. L’Empoli continua il pressing per Lamantia (Lecce) per il quale ha offerto 3 milioni più bonus (oggi incontro tra i club anche per Fiamozzi). I toscani chiudono per Pinna (Cagliari) in prestito con riscatto a 2 milioni (controriscatto per i sardi a 3). Il Perugia ha definito Liljedahl, attaccante classe 2001 dell’Orgryte. Diverse le mosse per la Salernitana: per la difesa piace Aya (Pisa) e Felipe Curcio (Brescia). In mediana con lo Spezia è stato sondato Mora. La Lazio potrebbe girare al club di Ventura l’attaccante Adekanye e il laterale Jony. Il Benevento e il Pescara si contendono Gabbia. Il Crotone e la Cremonese sono su Marsura (Livorno).

SERIE C Il Ravenna ha prelevato dalla Spal il centrocampista Mawuli, oggi a Milano incontro col Padova per Bunino. Il Padova ufficializza Litteri (Cosenza) in prestito con diritto che diventa obbligo di riscatto in caso di promozione. Il Monza annuncia Morosini (Sud Tirol), il Carpi Varga dal Siena. Il centrocampista Calcagni risolve col Pontedera e passa all’Arzignano. La Casertana ingaggia Cerofolini della Fiorentina. Fornito dal Catania al Rende, cessione a titolo definitivo. Al Gozzano il difensore Dumancic in prestito dal Lecce. Bertolo del Picerno è un passo dall’Avellino. Per sostituirlo è vicino Zaffagnini della Sambenedettese. Al Picerno piace Iuliano del Potenza. Il Francavilla chiude per Gallo (Lecce).

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 

 
08/01/20 09:34 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
07/01/20 09:22 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B L’Empoli sta preparando una vera e propria rivoluzione e nelle ultime ore ha lavorato ad una doppia operazione col Lecce per avere Fiamozzi e La Mantia, senza perdere d’attenzione Tutino (Verona) che però sembra sempre più vicino al Crotone. Dall’Empoli è in uscita Moreo, sul quale ha messo gli occhi il Pisa, che valuta anche Vido (se il Crotone lo rimanda all’Atalanta) ma non esclude l’affascinante ipotesi di riavere Ceravolo dalla Cremonese. Il Chievo cerca un portiere e medita di riprendere Seculin (Sampdoria); come trequartista è in arrivo il talento Hervin Ongenda (ex Psg) ora al Botosani in Romania, nel caso in cui Vignato sarà ceduto definitivamente (e non rimarrà in prestito fino a giugno come vorrebbe il club di Campedelli), forse al Bologna.
Il Perugia, risolta la questione allenatore, ora deve risolvere l’emergenza difesa, visto che alla ripresa del campionato tra infortuni (Angella e Di Chiara) e squalifiche (Rosi e Gyomber) mancheranno i quattro titolari, così il d.s. Goretti è al lavoro per individuare almeno un rinforzo: i nomi caldi sono lo svincolato Rajkovic (ex Palermo) e Sierralta (Udinese), mentre è congelata l’uscita di Falasco. Il Trapani, alle prese con l’ennesimo caos societario, per la mediana attende il sì di Coulibaly (Udinese) e per la difesa ha sondato anche Gyamfi (Benevento), mentre in uscita c’è l’attaccante Nzola, destinato a tornare in C. Vertice di mercato domani al Venezia: sotto osservazione la posizione di Felicioli dopo l’infortunio, si valuta una alternativa. L’Ascoli, se cede Ninkovic (al Bari?), potrebbe prendere Sciaudone dal Cosenza (più abborbabile rispetto a Mazzitelli del Sassuolo), che oggi a Milano dovrebbe chiudere con il Livorno per l’arrivo del difensore centrale Di Gennaro.

SERIE C Oltre ad Emil Hallfredsson, presentato ieri, il Padova (che ha ceduto Cherif all’Adriese in D) oggi definisce l’arrivo dell’attaccante Litteri dal Cosenza. La risposta dei rivali del Vicenza non si farà attendere: è imminente l’accordo con l’Ascoli per avere Ardemagni, un arrivo che dovrebbe coincidere con la partenza di uno tra Saraniti e Guerra. E nemmeno la Triestina sta a guardare: potrebbe cedere Costantino, ma intanto insiste per chiudere Lodi con il Catania. Il Bari è comunque stato il protagonista delle ultime ore con diverse trattative: ha in pugno Corapi (Trapani) e accelera pure per avere uno tra Ninkovic (Ascoli) e Laribi (Empoli). La Reggina invece va su Liotti del Pisa, visto che non si sblocca Pinto (Catania), e punta Nielsen (ex Pescara).
Il Lecco tratta Agostinone (Alessandria) e dovrebbe dare Scaccabarozzi alla Giana. L’Imolese è favorita tra le squadre che hanno chiesto Cicconi all’Entella. La Sicula Leonzio (che darà Megelaitis al Gubbio) ha preso l’esperto Catania dal... Catania e attende Lia dalla Juve Stabia. Zaffagnini (Samb) è destinato al Picerno.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
07/01/20 09:22 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
06/01/20 10:31 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Tempo di firme per Gabriele Moncini a Benevento. L’attaccante ha lasciato la Spal (ieri non era nemmeno in panchina nella sfida dei ferraresi col Verona) e deve soltanto mettere nero su bianco il nuovo accordo con la capolista della B per tre stagioni con opzione per la quarta. Inzaghi avrà il suo regalo per l’attacco a disposizione per il ritiro a Roma a partire da domani. La Spal incassa 3 milioni più bonus per la cessione a titolo definitivo di Moncini che, dopo i 15 gol tra campionato e playoff della scorsa stagione con il Cittadella, potrà dare un’ulteriore spinta nella corsa alla A del Benevento.
Grandi manovre in casa Empoli: l’obiettivo è risalire in fretta la classifica. Il club di Corsi prova a chiudere per Pinna del Cagliari per la fascia in prestito con diritto di riscatto fissato sui 3 milioni (con un controriscatto in favore dei sardi); in attacco Ciciretti (Napoli) si avvicina sempre di più ai toscani dopo i contatti delle ultime ore tra club. Dagli azzurri l’Empoli vorrebbe anche Tutino (ora a Verona), ma in pole position per la punta al momento c’è il Crotone. In fila per Tutino resta pure l’Ascoli, che vorrebbe girare Ninkovic (su cui c’è l’Herta dalla Germania) al Bari, altro club di proprietà di De Laurentiis, per sbloccare la trattativa.
Il Chievo ha sondato Maroni della Samp in prestito (per ora è no dai blucerchiati) e Falasco che può lasciare il Perugia. Un colpo per reparto a Trapani: Dalmonte (Genoa, era al Lugano) in attacco, il centrocampista Coulibaly (Udinese, era all’Entella) e Buongiorno (Torino) per la retroguardia. Il Cosenza annuncia la conclusione del rapporto col d.g. Petrone e pensa a tre/quatto acquisti: idea Di Gennaro (Livorno) per il reparto difensivo, a centrocampo si seguono lo svincolato Crisetig e anche Maita del Catanzaro (dove in cambio potrebbe andare Greco). La Cremonese spinge per Di Gaudio (Verona) e ha chiesto Vido all’Atalanta, ma l’attaccante prima deve essere liberato dal Crotone (che come detto attende Tutino o un altro attaccante). Il Perugia, definito il capitolo allenatore, riflette se definire l’affare Liam Henderson col Verona. Il Pordenone pensa a Moreo (anche nell’ottica di una partenza di Monachello) per l’attacco, ma per l’ex del Palermo è in corsa anche il Pisa.

SERIE C Il Padova ufficializza l’ingaggio dell’esperto centrocampista Hallfredsson (firma fino a giugno). Il Gozzano è vicino a Dumancic dal Lecce. Il Renate per l’attacco ha in pugno Sorrentino (Gubbio). Il Rieti sprinta per Forte (Pescara). All’Olbia torna Aresti dal Cagliari a titolo definitivo. A Catania arriva il brasiliano Bruno Vicente dalla Juve Stabia. Il Bari vuole D’Orazio (Cosenza) e Corapi (Trapani). Al Picerno va l’esterno Squillace, svincolato ex Sicula Leonzio.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
06/01/20 10:18 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
05/01/20 11:23 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
04/01/20 09:53 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Questione di ore per Colantuono a Perugia. Ieri c’è stato un nuovo incontro tra il tecnico e la dirigenza del club umbro, che si legheranno per i prossimi sei mesi (con opzione). Le firme slittano di qualche ora, in attesa dell’esonero di Massimo Oddo. Intanto Colantuono ha già fatto il punto sul mercato ed è pronto a ripartire da Perugia.
Il Benevento va all’attacco. Inzaghi potrebbe avere presto a disposizione Moncini come grande regalo per la corsa alla A. La punta della Spal, dopo i contatti di ieri, è a un passo per 3 milioni più bonus. Nelle ultime ore sono stati trattati anche Donnarumma del Brescia e La Mantia del Lecce, prime alternative se dovesse saltare Moncini al fotofinish. E’ stato fissato per il 17 gennaio l’intervento di Antei dopo la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Il difensore verrà operato in Austria dal professor Fink, lo stesso che si è occupato di Chiellini mesi fa. Per Antei stagione finita visti i 6 mesi di stop e caccia a un sostituto. Sempre caldo il duello tra Ascoli e Crotone per Tutino (Verona, di proprietà del Napoli), sul quale c’è anche il Pordenone e ora si inserito anche l’Empoli, che ci punta forte. Il Crotone per la corsia di sinistra valuta D’Orazio del Cosenza; il club di Braglia per il centrocampo va su Coulibaly (Udinese) che piace anche al Trapani.

SERIE C Il Padova stringe per Litteri (Cosenza) in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione e sta per accogliere Hallfredsson. Il Monza ufficializza Rauti (Torino). Il Piacenza per l’attacco ingaggia Polidori dal Siena. L’Avellino ha ufficializzato il prolungamento del contratto all’allenatore Ezio Capuano fino a l 2021. Stessa durata e forma per il neo d.s. Musa, che tratta per il ritorno di Castaldo (Casertana). La Viterbese sta per concludere con l’Atalanta la trattativa per il prestito del ‘97 Aimone Calì, ora al Catanzaro, ed è interessata all’esterno classe ‘98 del Frosinone Matarese. Marcheggiani ex Rieti va alla Vis Pesaro.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
04/01/20 09:51 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
03/01/20 17:36 | La Nazione-Anna Durio: “Daremo sempre tutto per questa Robur”.
La Nazione-Anna Durio: “Daremo sempre tutto per questa Robur”.

L’uscita anticipata dai play off al primo turno, una nuova ripartenza, una nuova stagione per riprovarci: si è chiuso un anno, se ne è aperto un altro. A salutare il 2020, tra quello che poteva essere e non è stato, tra aspettative e prospettive, la numero uno bianconera Anna Durio.

Quale, presidente, il suo bilancio del 2019?
«Guardando alla prima parte di stagione, e calcisticamente parlando, mi sarebbe piaciuto fosse finita diversamente, abbiamo conquistato i play off, ma l’avventura è terminata presto… La seconda, invece, non è iniziata male. Siamo lì, tra le prime forze del girone e mi auguro che il 2020 inizi ancora meglio».

Il rimpianto maggiore è aver perso al Franchi quei punti che avrebbero permesso alla Robur di essere ancora più in alto?
«Non parlerei di rimpianto. E’ vero, in casa sono arrivati diversi risultati negativi, ma le partite vivono anche di episodi e, sinceramente, soprattutto nelle prime gare, ce ne sono girati storti parecchi. Alla fine ai ragazzi posso dire poco: hanno sempre dato il massimo, il cammino in trasferta è stato ottimo, hanno sbagliato giusto una partita, quella di Novara, e, dopo 19 giornate, poteva pure starci. Anche il Monza dei supereroi, a guardare bene, qualche passo falso lo ha commesso… Ogni partita ha una storia a sé, la vince chi fa un gol più degli altri, così è il calcio».

Assist perfetto, presidente: a questa squadra, più di ogni altra cosa, sono mancati i gol, arriverà un attaccante a gennaio, vista anche la partenza di Polidori?
«Come ha già detto il nostro direttore Vaira, ed è a lui che preferisco vengano rivolte le domande di mercato, prima dobbiamo concentrarci sulle uscite, per sfoltire la rosa. Una volta sistemate quelle vediamo cosa succede, come si incastreranno tutti i tasselli. Il mercato è appena iniziato, abbiamo un mese di tempo per lavorare».

Lo stato di salute della Robur Siena?
«Buono, sicuramente più buono, parlo fisicamente, di quello della Durio… Se ho voglia di andare ancora avanti? Sì, la voglia c’è, anche se tra mille difficoltà».

Un augurio per questo anno che è appena iniziato?
«Auguro a tutti un 2020 strepitoso. Non faccio promesse se non quella che continueremo a lavorare sodo, mettendoci il massimo impegno, come sempre da quando siamo arrivati a Siena. L’obiettivo è ottenere il miglior risultato possibile». (Angela Gorellini)

Fonte: La Nazione

 

 
03/01/20 11:00 | Gazzetta- Il mercato della serie B e C.
Gazzetta- Il mercato della serie B e C.

SERIE B Il dado è tratto. Si va decisi verso il cambio in panchina a Perugia, dove oggi termina l’avventura di Oddo. Al suo posto si attende solo l’annuncio di Stefano Colantuono, che ha battuto la concorrenza di Aglietti. Il tecnico romano, la scorsa stagione alla Salernitana, avrà il compito di riportare gli umbri nella zona promozione. Ora l’obiettivo è aggiungere alla rosa due nuovi difensori, così da liberare Falasco, per cui c’è il Chievo in pressing. In partenza dal Chievo ci sono invece Ivan Pina Nunes, Schafer e Ceter (piace al Cesena). Per sostituire Vignato (verso Bologna) piace Edera del Torino. Il sogno per l’attacco del Pisa è Antonucci (Roma). Scalda il motore l’Empoli, che spinge forte su Ciciretti: c’è l’accordo con l’attaccante, manca l’intesa col Napoli sull’indennizzo. C’è fiducia, così come sulla cessione di Laribi al Bari. A Cosenza in uscita uno fra Bittante e Corsi.

SERIE C Si muovono le big dei tre gironi. Il Monza ufficializza il 2002 Lombardi dalla Recanatese e punta al grande colpo con l’esterno Rauti in prestito dal Torino. Il Padova vuole convincere lo svincolato Hallfredsson e per l’attacco puntano Caturano. La Reggina annuncia la punta Sarao (Cesena) e tratta il terzino sinistro Giovanni Pinto (Catania). Novità dirigenziali all’Avellino, che ha scelto Carlo Musa (è un ritorno) come d.s. dopo le dimissioni di Di Somma. Colpo sull’esterno per il Modena che aggrega alla rosa Maxime Giron, ex Potenza e Bisceglie. Il Francavilla a centrocampo ingaggia Castorani dal Ligorna. Nicolò De Angelis, centrocampista del Torino classe 2000, ad un passo dal Gozzano a titolo definitivo. Due rescissioni alla Virtus Verona: Lasciano Lavagnoli e Manarin. La Viterbese ha fatto un sondaggio con il Lecce per il prestito del difensore croato del ‘98 Luka Dumancic. Il Picerno ha ceduto a titolo definitivo il difensore Caidi al Ravenna e gli under Sambou e Langone in prestito alla Fidelis Andria. In entrata, vicino l’esterno Tommaso Squillace, svincolato, ex Sicula Leonzio.


Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

 
03/01/20 10:59 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
02/01/20 10:42 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
31/12/19 12:57 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
30/12/19 19:07 | La Nazione-Perinetti: “Robur, serve continuità per arrivare ai playoff”.
La Nazione-Perinetti: “Robur, serve continuità per arrivare ai playoff”.
Non vede l’ora di tornare in pista, o meglio dietro una scrivania, Giorgio Perinetti, direttore sportivo della Robur tra il 2004 e il 2007 e tra il 2010 e il 2012, reduce dall’esperienza al Genoa, con cui si è ‘separato’ lo scorso giugno. «Mi godo le vacanze, anche se durano ormai da troppi mesi – sottolinea Perinetti – ma ovviamente non smetto di informarmi, vedere partite, viaggiare per tenermi aggiornato.

La serie C?
Ovviamente la seguo molto, visto che ci sono diverse squadre a cui sono affezionato».

Allora direttore partiamo dal girone A, quello della ‘sua’ Robur.
«Oggettivamente è un campionato particolare, reso tale dalla presenza di una squadra fuori portata per tutti come il Monza. La lotta per tutte le altre sarà quindi per la migliore posizione possibile per i playoff, anche se a maggio, quando inizieranno gli spareggi oltre che la posizione conterà arrivarci in condizioni ottimali. Una promozione su 28 partecipanti alla post season rende difficilissimi i pronostici. Il Renate, che ricorda quello che da anni sta facendo il Cittadella in serie B, e il Pontedera sono le due sorprese principali ma che credo nel girone di ritorno anche altre squadre si faranno sotto per la seconda piazza alle spalle dei brianzoli, tra cui spero anche il Siena».

Un girone di andata eufemisticamente altalenante quello dei bianconeri di Dal Canto, che lei ha visto dal vivo in occasione dello 0-2 casalingo contro la Carrarese.
«In effetti l’alternanza di risultati tra casa e trasferta, eccezion fatta per il ko di Novara, è particolare e dall’esterno è anche difficile da spiegare. Sicuramente serve maggiore continuità per trovare la giusta quadra, poter piazzarsi nella miglior posizione possibile e giocarsela ai playoff, anche se non sarà facile visto le corazzate che ci sono negli altri gironi, Bari su tutte».

Lei riuscì a vincere con largo anticipo un girone molto tosto qualche anno fa alla guida del Venezia, nonostante la presenza di un Parma che poi salì ai playoff.
«Forse non è stata capita fino in fondo l’impresa che centrammo in quella occasione, considerando che poi il Parma mesi dopo fu promosso in A. La C è un campionato difficilissimo e quell’anno il nostro girone era davvero molto competitivo».

In quel Venezia c’era Bentivoglio. Ma in una versione decisamente diversa da quella di quest’anno a Siena.
«Premesso che non conosco i motivi per cui le cose non sono andate come sperato in bianconero, Bentivoglio è un giocatore che negli anni ha cambiato posizione. Già a Venezia non era più il centrocampista di gamba ed inserimento degli anni precedenti, per cui decidemmo di accentrarlo. Le qualità non gli mancano e credo neanche gli stimoli, conoscendolo. Ma evidentemente qualcosa non è andato per il verso giusto. Capita".

Guberti?
"Conosco molto bene anche lui. Nonostante l’età è un giocatore che a questo livello riesce ancora a saltare l’uomo e a fare giocate importanti».

Infine un commento sulla situazione globale della terza serie, reduce anche dallo sciopero.
«I ricavi sono quelli che sono, è innegabile. Sorge quindi un problema di sostenibilità. A mio avviso forse 60 società sono troppe, nel senso che se ogni anno si palesano situazioni molto complicate dopo pochi mesi dall’iscrizione evidentemente il problema è molto profondo e non so se basterebbe la defiscalizzazione a risolverlo. Ogni società va intesa non solo come giocatori, staff e dirigenti sportivi, ma anche come dipendenti e questi ultimi sono i primi a rimetterci se un club fallisce o non si iscrive». Guido De Leo


Fonte: La Nazione

 

 
30/12/19 10:04 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
29/12/19 12:29 | Le prime pagine de La Nazione e Corriere di Siena.
 
28/12/19 10:46 | Gazzetta - Catania, messaggio ai giocatori: "Trovatevi una squadra"
Gazzetta - Catania, messaggio ai giocatori: "Trovatevi una squadra"

Cos’è uno scherzo? Pare proprio di no. Dieci giocatori del Catania hanno ricevuto una lettera di auguri dal retrogusto amaro. Mittente: la società. Trovatevi una squadra, dice in sostanza il messaggio WhatsApp, perchè di soldi ne sono rimasti pochi. La lettera dice: «Cari ragazzi, nel rinnovare gli auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo, con la riapertura delle liste di trasferimento abbiamo il dovere di esporvi con chiarezza il quadro economico della ns. Società. Il Catania per la ben nota situazione debitoria non potrà far fronte agli adempimenti economici così come attualmente in essere. La vita del Catania è primaria così che ci sembra giusto che troviate una squadra che vi garantisca di poter avere soddisfatte le vostre esigenze tecniche ed economiche. Nessuna pretesa sarà da noi avanzata alle eventuali squadre che si faranno avanti. Certi della vs. comprensione, vi salutiamo cordialmente».

La sorpresa I dieci calciatori sono caduti dalle nuvole. Si pensava a una burla, invece non è stato uno scherzo. A Catania è successo il finimondo. Tifosi imbufaliti, accuse a tutto l’ambiente, preoccupazione per quello che potrebbe accadere da qui al 12 gennaio, momento in cui la squadra dovrebbe tornare in campo affrontando la trasferta di Francavilla. Dalla prima mattinata di ieri, fino a sera, nessuno del Catania ha voluto replicare. La società, tramite l’ufficio stampa, ha fatto sapere di non avere in programma repliche sull’argomento. Tutti chiusi a chiave, dunque. Anche se emerge che l’ad Lo Monaco, infuriato, abbia convocato tutti i calciatori in sede. O quanto meno lo farà non appena chi è fuori per le vacanze rientrerà in Sicilia, visto che il 2 è prevista la ripresa degli allenamenti.

I destinatari E’ scattata la corsa ai nomi dei 10 destinatari, non c’è una lista ufficiale, ma è chiaro che esaminando i parametri di rendimento, utilizzo in campionato, anzianità e monte ingaggi si possa arrivare vicini all’elenco: i difensori Mbende, Saporetti, Marchese, i centrocampisti Fornito, Lodi, Biagianti, Welbeck, le punte Curiale, Barisic, Di Piazza. Qualcuno come Mazzarani, Sarno, Calapai, Silvestri, Esposito, Furlan sarebbero stati invitati, da un altro messaggio, a ridursi i compensi. Lo Monaco aveva già avvertito la squadra: se non ci fosse stata una reazione dopo le sei sconfitte esterne, la società avrebbe rinnovato l’organico. Ma adesso con quale budget si procederà alla campagna rafforzamento? E chi sarà disposto ad accettare Catania?

Fonte: La Gazzetta dello Sport