News

17/09/19 21:00 | Focus sull'avversario: la Pro Patria
Focus sull'avversario: la Pro Patria

Proprio come la Robur Siena, anche la Pro Patria ha una sola donna al comando. Insieme ad Anna Durio, infatti, Patrizia Testa è l’unica Presidente donna che fa capo ad una società calcistica nel panorama professionistico italiano. L’immobiliarista lombarda, nativa proprio di Busto Arsizio e grande tifosa bustocca, guida la Pro Patria dal 2016 dopo aver rilevato le quote del club dall’ex patron Vavassori. Ed è stato proprio il grande amore per la Pro a portarla ad entrare a far parte del mondo del calcio, peraltro in un momento non semplice per il club. Facendosi affiancare da un gruppo di imprenditori capitanati dall’ex campione del mondo Fulvio Collovati, decide di rilevare le quote del sodalizio lombardo nella nefasta stagione 2015/16. Il suo è un percorso difficile, dato che i soci portati da Collovati si defilano dopo poco tempo e l’imprenditrice è costretta ad andare avanti da sola fino ad acquistare tutte le quote e diventare Presidente. Tuttavia, nemmeno la retrocessione riesce a scalfire la sua perseveranza ed una volta ristrutturata la società il progetto prende corpo e dopo soli due anni tra i dilettanti la Pro Patria ritorna in Serie C.

Gli artefici della parte sportiva sono stati il DS Sandro Turotti e mister Ivan Javorcic. Il campionato di Serie D vinto a sorpresa davanti alla corazzata Rezzato e l’affermazione nella Poule Scudetto che ha permesso ai bustocchi di laurearsi campioni d’Italia dilettanti hanno acceso le luci della ribalta sul loro operato facendo sì che si tornasse a parlare di Pro Patria anche a livello nazionale. Ma il vero miracolo, forse, è stato ancor di più quello della passata stagione: da neopromossa, e con molti dei giocatori rimasti dopo la cavalcata della D, la Pro ha disputato un campionato sopra ogni aspettativa senza mai uscire dalla zona playoff, dove sono arrivate squadre con budget decisamente superiori a quello dei bustocchi. Il cammino si è poi interrotto al primo turno contro la Carrarese, ma l’uscita prematura non ha scalfito minimamente quanto di buono fatto da Javorcic e i suoi uomini. Anche quest’anno si è deciso di puntare sulla continuità mantenendo l’intelaiatura delle passate stagioni; per il tecnico croato l’obiettivo sarà ancora una volta chiudere il prima possibile ogni discorso salvezza cercando di togliersi qualche soddisfazione durante l’arco del campionato. (Jacopo Fanetti)

Foto: malpensa24.it

Fonte: Fol

 
17/09/19 19:38 | Le decisioni del giudice sportivo dopo la 4a giornata
Le decisioni del giudice sportivo dopo la 4a giornata

Il Giudice Sportivo in merito alle gare della 4a giornata del girone A ha squalificato per due giornate Marano (Como) e per una gara Miracoli (Como), Mondonico (Albinoleffe).

Fonte: FOL

 

 
17/09/19 18:03 | Calaiò lascia il Calcio.
Calaiò lascia il Calcio.

Emanuele Calaiò ha convocato per domani una conferenza presso la sala stampa dello Stadio “Arechi” per comunicare il suo addio al calcio giocato.
Emanuele ha vestito la maglia del Siena per quattro anni dal 2008 al 2012 con 146 presenze e 46 gol contribuendo in modo importate alle salvezze in serie A ad alla vittoria del campionato di serie B 2010-2011 con 18 reti.

Fonte: FOL

 

 
17/09/19 15:45 | Questa sera alle 21 nuova puntata di ‚ÄúAspettando Roburopoli‚ÄĚ. Ospite Confente
Questa sera alle 21 nuova puntata di ‚ÄúAspettando Roburopoli‚ÄĚ. Ospite Confente
Questa sera alle 21 su Siena Tv una nuova puntata di Aspettando Roburopoli”. In compagnia del Conduttore Dario Di Prisco, ci saranno Lorenzo Mulinacci presidente del Siena Club I Fedelissimi, Roberto Benincasa e il giovane talento Alessandro Confente, portiere della Robur. Spazio all’analisi della vittoria esterna della Robur a Lecco, gli highlights e tutti i servizi dalla sala stampa.


Fonte: FOL

 

 
17/09/19 15:35 | Campagnacci allunga il contratto con il Siena
Campagnacci allunga il contratto con il Siena

La società bianconera comunica di aver rinnovato il contratto ad Alessio Campagnacci fino al 30 giugno 2021.

 

Fonte: FOL

 
17/09/19 14:56 | Durio: ‚ÄúPassione, giustizia e appoggio dei senesi: ecco perch√© non ho mai mollato‚ÄĚ
Durio: ‚ÄúPassione, giustizia e appoggio dei senesi: ecco perch√© non ho mai mollato‚ÄĚ

Anna Durio, presidente della Robur Siena, è stata ospite di Studio Robur, su Canale 3. Queste le sue dichiarazioni:

Lecco – “Ci voleva questa vittoria. Ho visto una bella squadra, compatta, sul pezzo, anche i nuovi. Panizzi ha fatto bene subito da titolare. Poi se guardiamo i numeri siamo più avanti dell’anno scorso”.

Dal Canto – “Era il profilo che cercavamo. Sa lavorare coi giovani e capire cosa tirar fuori dai calciatori”.

Monza – “Non è così distante, ci sono ancora tante partite da giocare. Mercoledì prossimo verrà fuori una bella partita. L’importante è crederci e mettere tutto l’impegno”.

Post-Carrarese – “Me la sono persa, forse meglio così. Ho ascoltato altre campane, visto che mio figlio è di parte. Un conto è fare un intervento a caldo e un conto è parlare tre giorni dopo quando hai metabolizzato”.  

20 milioni – “Non sono stati tutti spesi per i giocatori, ci sono tante altre spese. Cause, calciatori, cause, trasferte, cause, settore giovanile, cause, campo dell’Acquacalda, cause. E non sono ancora finite. L’anno di Ponte l’ho pagato io, questo è il quinto anno. I giocatori sono costati meno della metà dell’importo totale”.

Difficoltà - “Ho cercato di tenere Federico più fuori possibile. Mi sono persa tante dinamiche della squadra. È stata pesante, ho disperso tante energie mentali che potevo investire in altre parti. Ho passato notti in bianco e giornate vuote, senza la forza di far niente. Chi me lo fa fare? Ormai mi sono lasciata prendere. Un po’ la passione per il calcio, poi probabilmente anche per un principio di giustizia. E l’appoggio dei senesi, ripensarci sarebbe stata un’ingiustizia nei confronti di chi ha creduto in me. Comunque sportivamente abbiamo fatto due belle annate, abbiamo patito ma ci siamo anche divertiti”.

Sociale – “Mi diverto con i ragazzi, è una valvola di sfogo. Mi hanno chiamato anche oggi quelli della Quarta Categoria, non so ancora quando di preciso ma faremo la presentazione delle due squadre, Bagnolo e Bollicine, e una partita di calcio”.

Balata – “Ci ho riparlato, non di quello che è successo altrimenti… mi ha detto che conosce Siena perché era venuto all’Università”.

Genoa – “Mi hanno proposto il Genoa, ma come battuta! Dei tifosi, quando ho acquistato il Siena, mi hanno detto: perché non ti prendevi il Genoa? E i tifosi della Sampdoria lo stesso. La Liguria comunque ci stava stretta. Abbiamo pensato a Cuneo, o Viareggio, un pensiero rimasto tra di noi, senza trattative. Ma Federico aveva già buttato l’occhio sul Siena dal 2014”.

Pro Patria – “La squadra non deve sentirsi sotto pressione. Abbiamo una buona rosa e sono fiduciosa. I tifosi li ringrazierò sempre, chiedo il loro appoggio e chiedo pazienza”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

 
17/09/19 14:16 | Siena-Pro Patria arbitra Eduart Pashuku
Siena-Pro Patria arbitra Eduart Pashuku

La partita Siena-Pro Patria, in programma domenica 22 settembre alle ore 15, sarà diretta da Eduart Pashuku della sezione di Albano Laziale, Gli assistenti saranno Fabio Pappagallo di Molfetta e Paolo Cubicciotti di Nichelino. 
Pashuku, arbitro albanese di 29 anni ha già diretto la Robur in due occasioni:
2016-2017 Siena-Giana Erminio 1-2
2018-2019 Cuneo-Siena 1-1

Fonte: FOL

 

 
17/09/19 11:52 | Attiva la prevendita per Siena-Pro Patria
Attiva la prevendita per Siena-Pro Patria

E' attiva la prevendita dei biglietti per la partita Siena-Pro Patria in programma domenica 22 settembre alle ore 15.
Questi i prezzi

Curva Lorenzo Guasparri:
12 € Intero 
8 Ridotto over 65/donne
5Ridotto under 18/under 12

Gradinata Paolo De Luca:
17€ Intero 
13€ Ridotto over 65/donne 
8 Ridotto under 18/under 14 
8€ Studenti universitari 

Tribuna Danilo Nannini Laterale:
24€ Intero 
19€ Ridotto over 65/under 18/donne 
19€ Ridotto under 12

Tribuna Danilo Nannini Centrale:
31€ Intero 
23€ Ridotto over 65/under 18/donne 
15€ Ridotto under 12 

Tribuna Danino Nannini d’Onore:
49Intero
35€ Ridotto over 65/under 18/donne 
23€ Ridotto under 12 

Tribuna Danilo Nannini Excutive:
90 Biglietto unico

Settore ospiti:
12 € Intero 


Online
www.ciaotickets.com/biglietti/robur-siena-pro-patria
Per questo evento è abilitato il PRINT@HOME: stamperai il biglietto PDF già fiscalizzato con la tua stampante di casa/ufficio (è sufficiente una stampa in bianco e nero), e non sarà necessaria alcuna spedizione con corriere espresso, nè ritiro presso la cassa dell'evento ----- Presenterai direttamente all'ingresso il biglietto stampato su foglio A4, esibendo all'operatore il codice a barre in maniera ben visibile perchè possa essere smarcato con il lettore ottico.

I punti vendita Ciaotickets a Siena:
- Tabaccheria Chiasso Largo, via Rinaldini 7 - 0577282162
- Siena Club Fedelissimi , via Mencattelli 11 0577236677 (martedì e giovedì dalle 21.30 alle 24, domenica dalle 11 alle 14)
- Mcm, Via Marzi 6 - 057745483
- Tabaccheria Narghilè, via Aretina 6 - 0577285307
- Tabaccheria Scacciapensieri, via Orlandi 65 - 0577334040
- Tabaccheria Cartoleria Carnasciali, via Duccio di Boninsegna 29 - 0577 42068
- Tabaccheria La Radica, via Simone Martini 24 – 0577286156
- Non Solo Edicola, via Dario Neri 2 - 0577349543
- Tabaccheria Gerace Francesco, Piazza Giacomo Matteotti, 15 – 0577270918
- Biglietteria Marvit - Piazza Antonio Gramsci - 0577228352


 

Fonte: Fol

 

 
17/09/19 11:49 | Oggi riprende la preparazione. Il programma della settimana di allenamenti
Oggi riprende la preparazione. Il programma della settimana di allenamenti

La squadra riprenderà oggi la settimana di allenamenti in preparazione alla partita Siena-Pro Patria in programma domenica 22 settembre alle ore 15.
Questo il programma delle sedute di allenamento:
Martedi’: Ore 15
Mercoledi’: Ore 10 e ore 15
Giovedi’: Ore 15 (partitella con la Berretti)
Venerdi’: Ore 15
Sabato: 10:30

Fonte: FOL

 

 
17/09/19 11:42 | Cesarini nella top 11 del girone A. ‚ÄúLa tecnica al potere‚ÄĚ
Cesarini nella top 11 del girone A. ‚ÄúLa tecnica al potere‚ÄĚ

Alessandro Cesarini dopo la bella prestazione sul campo del Lecco è stato inserito nella top 11 del girone A, redatta da tuttoc.com, con queste motivazioni: “il Mago fa un gioco di prestigio realizzando un gol da fantascienza. Ciliegina sulla torta di una prestazione super. Alla corsa unisce un pieno di qualità. Colpisce pure l'incrocio dei pali su calcio da fermo. La tecnica al potere”.

Fonte: FOL

 

 
17/09/19 00:48 | In punta di lapis a cura di Luca Saccardi
 
16/09/19 18:37 | Monza infallibile, Renate e Alessandria in scia. Primi punti per Juve e Giana
Monza infallibile, Renate e Alessandria in scia. Primi punti per Juve e Giana

Nonostante il momento di difficoltà, la Robur Siena rialza la testa e porta a casa la seconda vittoria in altrettante gare lontano dall’Artemio Franchi. Cesarini ed Arrigoni fanno tornare a respirare la squadra bianconera, che riesce a chiudere la pratica Lecco già nel corso della prima frazione. Per Dal Canto e i suoi l’obiettivo ora è dare continuità nei risultati e nel rendimento.

Quattro su quattro – Non conosce sosta il Monza di Brocchi, che fa suo l’anticipo contro la Pro Vercelli volando a dodici punti: i brianzoli rimangono l’unica squadra di tutta la Serie C a punteggio pieno. A piegare i piemontesi basta la rete da fuori area di Anastasio a metà ripresa. Prova a tenere botta il Renate, distante tre punti e al terzo successo in questo campionato. La vittoria di ieri arriva in rimonta contro la più quotata Como; vantaggio ospite con il solito Gabrielloni, poi i lariani restano in dieci per una dubbia espulsione a Miracoli. Gli uomini di Diana approfittano della superiorità numerica e ribaltano il punteggio grazie alla doppietta dell’ex Maritato. Ai primi posti si affaccia anche l’Alessandria, unica squadra del girone a poter vantare ancora l’imbattibilità insieme al Monza. Per i grigi dell’ex Scazzola la trasferta di Olbia è una formalità: Arrighini, Akammadu e un autogol consentono di espugnare in scioltezza il Nespoli.

Bagarre playoff – A quota sette punti c’è un gruppetto di quattro squadre. La Pianese continua a sorprendere in positivo e, dopo aver steso la Giana, stavolta ferma l’Albinoleffe. Per gli uomini di Masi è il terzo risultato utile consecutivo con altrettanti clean sheets. Risale posizioni anche la Carrarese che ottiene la prima vittoria stagionale tra le mura amiche. I marmiferi battono la Pistoiese in rimonta grazie alle reti di Tavano e Maccarone (il vantaggio arancione era stato firmato da Falcone). Non si fanno male invece Pontedera e Novara impattando con il più classico dei risultati ad occhiali.

Pareggi amari – Dopo lo stop forzato, l’Arezzo non riesce a riprendere la marcia e sul campo della Pergolettese gli amaranto non vanno oltre il pari. Vantaggio degli uomini di Di Donato con Belloni, ripresi da un rigore di Bortoluz. Stesso problema per la Juventus Under 23, che però deve fare molta più fatica per riagguantare la Pro Patria. I bustocchi vanno due volte in vantaggio, prima con Defendi e poi con Ghioldi, ma i bianconeri recuperano lo svantaggio in entrambi le circostanze: decisivi Olivieri e il rientrante Alcibiade. Gli uomini di Pecchia si sbloccano così in campionato, e lo stesso riesce alla Giana Erminio. A Gozzano però va in scena un pari che non accontenta nessuna delle due. Capitan Emiliano porta in vantaggio la squadra di Sassarini, poi la zampata di Perna consegna il primo punto alla Giana. (Jacopo Fanetti)

Foto: profilo facebook Alessandria

Fonte: Fol

 
16/09/19 15:10 | L'analisi tecnica di Lecco-Siena a cura di Francesco Guidarelli
L'analisi tecnica di Lecco-Siena a cura di Francesco Guidarelli

La Robur coglie meritatamente la vittoria a Lecco con una prestazione di squadra arricchita dal talento di Cesarini che sfodera un primo tempo da encomio.

Dal Canto schiera una difesa a tre con Panizzi all’esordio a far linea con Baroni e D’Ambrosio e due laterali, Oukhadda e Migliorelli, molto larghi con il compito di ampliare gli spazi per la fase offensiva ed al tempo stesso di ripiegare sulla linea di difensiva a chiudere la manovra avversaria sulle fasce.

La mossa si rivela azzeccata ed il gioco bianconero può avvalersi delle geometrie di Gerli, ben coadiuvato da Arrigoni e Da Silva, che dispensa passaggi ai compagni in tutte le direzioni; il gran movimento delle due punte genera spazio per le penetrazioni dei laterali e dei centrocampisti che mandano in confusione gli avversari i quali, spesso, ricorrono al fallo per arginare i bianconeri.

Lo schieramento lecchese, molto prudente all’inizio tanto da tenere in panca giocatori come Giudici e Scaccabarozzi (meno male!) confida sui rilanci in profondità ma i nostri sono ben messi in campo, possono contenere agevolmente l’unico pericolo per la porta bianconera costituito dal noto Chinellato ma soprattutto esercitano un pressing alto che consente il recupero di molti palloni.

Basta un quarto d’ora per mettere in chiaro gli obiettivi e dopo un recupero palla nella trequarti offensiva, Cesarini riceve sul fronte sinistro, taglia il campo in diagonale beneficiando dello spazio creato dallo spostamento di Polidori ed insacca dal limite a fil di palo.

Sembra la logica conseguenza di un predominio ben visibile, seppur con qualche imprecisione di troppo in fase conclusiva, con Cesarini che inventa a piacimento mostrando dei numeri che deliziano il palato dei tifosi bianconeri.

Nela mezz’ora successiva la partita non cambia, i padroni di casa non trovano la forza di invertire la tendenza e la Robur può amministrare il vantaggio: il possesso palla senese ancora non è praticato in scioltezza e purtroppo dobbiamo annotare diversi passaggi sbagliati da parte di D’ambrosio che rianimano parzialmente la truppa lecchese, anche Da Costa talvolta perde palla nei suoi dribbling insistiti nella nostra metà campo ma per fortuna riusciamo a sbrogliare le situazioni critiche.

Si mette in luce Oukhadda sul fronte destro, con penetrazioni sul fondo e cross al centro che tanto ci erano mancati nelle precedenti partite; da una di queste nasce un invito per Da Silva che di testa manca di poco il bersaglio però si vede l’intenzione di gioco e questo conforta.

Il raddoppio arriva sul finire del tempo ad opera di Arrigoni che raccoglie una deviazione sbilenca della difesa ospite ed insacca con un tiro al volo: ottimo piede del nostro interno e ottimo primo tempo, condito da recuperi, tiri in porta e vivacità nel gioco.

Si va al riposo soddisfatti per il risultato, ora aspettiamoci dei cambiamenti da parte della squadra locale perché nel primo tempo la Robur ha contenuto l’unico attaccante con Baroni senza troppi affanni, gli altri difensori Panizzi e D’Ambrosio, non avendo avversari diretti da controllare, si sono dedicati alla costruzione della manovra seppur con errori nel gestire la palla.

Il Lecco torna in campo con Capogna e Giudici spostando in avanti l’intero asse offensivo, la Robur cambia Da Silva con Serrotti ed assegna la marcatura del neo entrato a sinistra ad Oukhadda, mancheranno le sue proiezioni offensive ma occorre mantenere solidità in difesa.

Il Lecco prova a giocare palle in profondità e tenta lo sfondamento sulle fasce ma la Robur riesce a cavarsela grazie alla capacità di intercettare tutti i cross in area, i nostri tre difensori saltano con tempismo sulle palle alte e sulle respinte arriviamo primi per cui riusciamo anche a ripartire.

Da un’azione di rimessa sviluppata sul fronte sinistro Cesarini si prepara alla conclusione ma viene steso fallosamente, la punizione da lui calciata si stampa all’incrocio dei pali ed è un vero peccato perché il gol sarebbe stata la pennellata finale di una prova sontuosa ed avrebbe chiuso il risultato.

Il Lecco cambia ancora due giocatori per tentare lo sfondamento nella mezz’ora finale, la Robur qualche minuto dopo toglie Gerli e Polidori per fare spazio a Bentivoglio e Guidone con l’obiettivo di avvalersi della loro fisicità e della loro esperienza ma la partita oramai è incanalata verso un copione che non lascia spazio allo spettacolo.

La Robur arretra la linea di centrocampo a ridosso dell’area ma non subisce più di tanto l’arrembaggio dei bluceleste, solo qualche mischia confusionaria che Confente amministra con freddezza e lucidità.

Anche in questo frangente i pericoli maggiori vengono da errori nei passaggi, Serrotti ne sbaglia diversi di seguito regalando anche un calcio d’angolo, Guidone non riesce a tenere palla in avanti e non lega a dovere con Cesarini, così dobbiamo soffrire per contenere la spinta avversaria.

Entra Scaccabarozzi che ci riporta i fantasmi del passato ed entra anche Campagnacci (per Cesarini) che si rende utile nel tenere palla e guadagnare preziosi calci di punizione ma la partita sembra indirizzata dato che Bentivoglio, dopo qualche incertezza iniziale, prende in mano le redini del gioco e ne determina il ritmo ideale per arrivare in fondo.

Vince la Robur, ancora in trasferta, grazie ad una buona prestazione che propone temi e volti nuovi: oggi abbiamo visto uno schieramento più equilibrato rispetto ai precedenti, la difesa è risultata più robusta ed il centrocampo più spazioso grazie ai laterali impiegati a sostegno dell’uno o dell’altro reparto.

Se la stabilità difensiva riuscirà a consolidarsi, ci sarà anche un maggiore stimolo ad osare di più, l’indubbia qualità dei nostri giocatori può tradurre in risultato ogni opportunità creata attraverso il gioco.

Fonte: FOL - Foto: Lecco Calcio

 
16/09/19 10:44 | Incontro ravvicinato tra i tifosi dell'Arezzo e la squadra del Siena.
Incontro ravvicinato tra i tifosi dell'Arezzo e la squadra del Siena.

Ieri sera nel piazzale dell'autogrill di Modena i tifosi dell'Arezzo, di ritorno da Crema, hanno circondato il pulman della squadra bianconera e fatto oggetto di sputi, pugni sulla carrozzeria e qualche piccolo danno. Gli stemmi della Robur sono stati ricoperti con adesivi degli ultras aretini.

Fonte: FOL

 

 
16/09/19 09:33 | Estro e concretezza: la Robur Siena c'è
Estro e concretezza: la Robur Siena c'è

Ancora una trasferta vincente per la Robur Siena che stende il Lecco per 0-2. Bene così per i bianconeri che portano a casa tre punti e certezze, a partire da Alessandro Cesarini. Rientrato a pieno regime dopo un anno burrascoso, il 'Mago' dà spazio a tutti i suoi poteri. La rete che sblocca l'incontro è di pregevole fattura. Il ligure ci ha messo molto del suo, ma è doveroso citare chi ha dato inizio all'azione: Riccardo Baroni. Tutto nasce da una sua chiusura a centrocampo, da lì due passaggi e pallone per “Cesacadabra” che rifinisce a modo suo. Per lui è una seconda rete in campionato dopo un anno molto difficile, il che dimostra come dopo ogni tempesta ci sarà sempre un arcobaleno a portare il sereno. Gli infortuni sono ormai alle spalle e i tifosi possono godersi il proprio 10.

 

Ha sorpreso vedere dall'inizio il 3-5-2 con l'esordiente Panizzi dal primo minuto che non delude le aspettative. Preciso e attento come il resto dei compagni di reparto che solo raramente vengono impensieriti dal Lecco. Ai lombardi mancherà pure qualche nome di grido, ma restano comunque squadra affiatata e da non prendere sottogamba. Difatti c'è stato lavoro anche per Confente, bravo a neutralizzare con sicurezza ogni tentativo regalandosi la prima rete inviolata. Per il resto arrivano conferme dai soliti noti e qualche sbavatura da chi deve ancora entrare negli schemi, nei quali Arrigoni c'è ormai da tempo. La sua rete da opportunista pesa come un macigno. Un po' sottotono Gerli, così come lo è stato Polidori: entrambi hanno bisogno di più decisione, soprattutto il secondo. Sorprende, e lo fa in positivo, Alessio Campagnacci che da subentrato ci mette voglia e spirito di sacrificio, peccato che nel finale spari addosso al portiere il possibile 0-3. Se messo nelle condizioni di far bene e lavorare con serenità, l'ex Benevento potrebbe tornare a livelli di un tempo. Influirà molto l'aspetto psicologico, aspetto su cui Dal Canto lavora molto.

 

Ordinate le prestazioni di Migliorelli e Oukhadda, un po' meno quella di Gladestony che alterna cose buone ad altre meno. Gli inserimenti di Serrotti prima e di Bentivoglio dopo hanno dato più equilibrio. L'apporto di esperienza dato da giocatori di questo tipo, tra cui rientra Guidone, può essere un'arma decisiva in certi frangenti della gara. La testa è adesso rivolta all'incontro con la Pro Patria, un'altra lombarda da battere per poter dimostrare che la Robur Siena c'è.

 

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL - Foto: Calcio Lecco 1912

 

 
15/09/19 22:47 | La classifica marcatori dopo la 4a giornata
La classifica marcatori dopo la 4a giornata

4 reti: Gabrielloni (Como)
3 reti: Gucci (Pistoiese)
2 reti: Giorgione (Albinoleffe), Cesarini e Arrigoni (Siena), Udoh King (Pianese), Galuppini (Renate), Mota Carvalho (Juventus U23), Maccarone e Tavano (Carrarese), Maritato (Renate).

Fonte: FOL

 

 
15/09/19 22:09 | Segato: ‚ÄúDobbiamo imparare a limitare giocatori come Cesarini‚ÄĚ
Segato: ‚ÄúDobbiamo imparare a limitare giocatori come Cesarini‚ÄĚ

A parlare, nelle fila del Lecco, sono Claudio Maffei e Nicola Segato. “Pensavo di essere riuscito a far gol, ma la palla è andata fuori di due-tre centimetri, peccato – racconta Maffei, subentrato nel secondo tempo, a Lecco Channel News - come mi sono trovato da quinto di destra? Bene, per me non è una novità perché l’ho già fatto nei sei mesi in cui ho giocato a Pisa”. “Doppiamo capire che in questa categoria ci sono dei giocatori molto più forti dello scorso anno e che veniamo puniti al primo errore – spiega invece Segato, vicecapitano del Lecco - quindi dobbiamo mettere qualcosa di diverso per limitare il diverso tasso tecnico di gente come Cesarini. Ne usciremo con il lavoro”. (G.I.)

Fonte: FOL

 

 
15/09/19 21:36 | La classifica dopo la 4a giornata
La classifica dopo la 4a giornata
SQUADRE TOTALE
Pt G V N P F S
Monza 12 4 4 0 0 6 1
Renate 9 4 3 0 1 8 2
Alessandria 8 4 2 2 0 7 3
Pontedera 7 4 2 1 1 6 7
Novara 7 4 2 1 1 5 2
Carrarese 7 4 2 1 1 6 5
Pianese 7 4 2 1 1 5 2
Siena 6 4 2 0 2 6 6
Olbia 6 4 2 0 2 6 8
Como 6 4 2 0 2 5 3
Pro Vercelli 6 4 2 0 2 3 3
AlbinoLeffe 5 4 1 2 1 3 3
Arezzo 4 3 1 1 1 4 3
Pistoiese 4 4 1 1 2 5 5
Pro Patria 3 4 0 3 1 5 6
Gozzano 3 4 0 3 1 4 6
Lecco 3 4 1 0 3 3 8
Pergolettese 2 4 0 2 2 2 6
Juventus U23 1 3 0 1 2 4 7
Giana Erminio 1 4 0 1 3 2 9

 

 
15/09/19 21:28 | Rivedi gli highlights di Lecco-Siena
15/09/19 21:11 | Le pagelle di Lecco-Siena a cura di Federico Castellani
Le pagelle di Lecco-Siena a cura di Federico Castellani

CONFENTE 7

Attento a neutralizzare le offensive lombarde non sbaglia intervento e si conferma almeno per ora di affidamento

PANIZZI 6

Il centrale mancino fa il suo esordio e, anche se un po' titubante all’inizio, offre nel complesso una prestazione attenta. 

MIGLIORELLI 6

Meno esplosivo delle precedenti gare perché sembra avere sempre un occhio dietro. Diligente 

BARONI 6

Conferma le impressioni del suo esordio presidiando l’area senza grandi sbavature. Forse nel primo tempo si lascia sfuggire un attaccante che di testa, in mezzo all’area poteva farci male

D’AMBROSIO 6

Si limita a non commettere errori e forma una buona coppia di centrali con Baroni anche se, in certi momenti, potrebbe essere più leader e imporsi maggiormente in difesa

GERLI 6

Lavora di appoggio con la consueta intelligenza e praticità sbagliando pochissimo, e non è una novità, anche se si fa vedere poco in fase di costruzione. Viene sostituito giustamente per fare spazio a Bentivolglio. 

ARRIGONI 7

Supplisce alla poca fase costruttiva del compagno e sembra trovarsi a meraviglia in un centrocampo più folto. E poi non fallisce, da buon killer, il raddoppio.

OUKKADA 6,5

In fase di spinta è un treno. Un po' meno in fase di interdizione e copertura con qualche ingenuità ma buona prestazione

DA SILVA 7

La tecnica non gli manca e nemmeno la prestanza. Fa un ottimo primo tempo a parte qualche leggerezza che fanno parte del suo bagaglio. Viene sostituito a sorpresa nella ripresa forse per un acciacco e perdiamo un po' a centrocampo.

CAMPAGNACCI 6

Entra nel suo ruolo e dà una mano a centrocampo lottando. Peccato per un goal che poteva chiudere la partita anzitempo sparando forte ma dritto per dritto nell’unico modo in cui il portiere poteva opporsi

SERROTTI 6

Corre molto e non si risparmia anche se ogni tanto il passaggio è molto impreciso e fa venire qualche brivido.

CESARINI 7,5

Fa un goal dei suoi. Bellissimo. Una spina nel fianco dei brianzoli che proprio non lo reggono. Si esalta in una punizione alla Aramu e solo la traversa grazia il Lecco. Si inventa anche rifinitore e lancia in profondità Polidori per uno di quei palloni che i centroavanti prediligono anche se poi l’attaccante senese si attarda e si fa recuperare. Esce giustamente.  Basta e avanza per decretarlo il migliore.

POLIDORI 6

Sei di stima. Fallisce un ottimo suggerimento facendosi recuperare e cerca di essere utile ma ancora deve dimostrare molto

BENTIVOGLIO sv

Entra a far minutaggio e si vede che ancora ne ha bisogno. Lo aspettiamo perché non è da mettere in dubbio.

GUIDONE SV

Qualche sportellata e maggiore sacrificio ma non incide.

COSA VA

Finalmente un modulo diverso con un centrocampo meno palleggiatore e più tonico e strutturato. Vittoria indiscutibile in considerazione dei goal sbagliati di un soffio, della doppia marcatura e della traversa piena. Un Cesarini così sembra fuori categoria sinceramente.

COSA NON VA

Cambiare modo di schierarsi è un atto di coraggio e umiltà che va lodato a prescindere. Ma ovviamente va rodato e in difesa ancora spesso si balbetta e si fa fatica ad uscire offrendo gratuitamente palloni con leggerezze che possono metterci in difficoltà. Soprattutto quando ci si ostina ad uscire palla al piede con fraseggi insistiti contro una squadra, magari inferiore tecnicamente, ma che ovviamente schiuma di pressing sul portatore.  Manca ancora un leader dietro che detti i tempi e tranquillizzi il reparto. Poi cominciamo ad esserci. Se la punta sfrutta a dovere quello che deve fare di mestiere possiamo chiuderle molto prima.

Fonte: FOL

 
15/09/19 20:19 | Domani a Studio Robur ospite la presidente Anna Durio
Domani a Studio Robur ospite la presidente Anna Durio

Il cambio di modulo e il conseguente esordio di Panizzi, il fattore “trasferta” (6 punti su 6 lontano dal Franchi), la difesa che per la prima volta non prende gol, le giocate fuori dal cilindro del Mago Cesarini. La Robur supera 2-0 il Lecco (13' Cesarini, 43' Arrigoni) e si tira su di morale (e in classifica) dopo il k.o. con la Carrarese. Merito anche del 3-5-2, che risolve la questione “trequartista”, permette di sfruttare le qualità offensive di Oukhadda e “compatta la squadra in un momento dove ad ogni soffio prendiamo i gol”, dice mister Dal Canto nel post-partita. Tutti questi temi, e non solo, saranno al centro della puntata di domani sera di Studio Robur, su Canale 3 (ore 21). Ospiti della trasmissione Lapo Cinelli, Valerio Beltrami e Anna Durio. I tifosi che desiderano interagire con la presidente della Robur possono inviare un messaggio alla posta della pagina Facebook di Canale 3 (da ora e per tutta la diretta della serata).

Fonte: FOL

 
15/09/19 20:15 | Gaburro: Siena troppo superiore a noi, √® stata la gara pi√Ļ impegnativa
Gaburro: Siena troppo superiore a noi, √® stata la gara pi√Ļ impegnativa

Parte dalla scelta del 3-5-1-1 il tecnico del Lecco Marco Gaburro, al termine della sfida con la Robur che ha visto capitolare la sua squadra. “Sapevamo di essere attesi dalla partita più impegnativa di questo inizio campionato – spiega – sia dal punto di vista tattico che fisico. Per questo ho deciso di mettere in campo l’undici più fisico che potevo, con ‘idea di impattare il più possibile. Ci sono state anche buone risposte da parte della squadra, ma giustamente si guarda sempre al fatto se si è preso gol oppure no. E noi si sono presi due in un modo in cui non deve accadere. La gara tutto sommato è stata equilibrata, ma condizionata da due gravi errori, con il Siena che è riuscito a farci male, mentre noi no, non siamo riusciti a farne ai bianconeri. L’obiettivo era reggere per fare gli stessi cambi sullo 0-0”. “Non si può dire però che la squadra non abbia corso o non si sia applicata – aggiunge Gaburro –, perché lo ha fatto riproponendo quanto preparato in settimana in maniera quasi maniacale. E poi va considerato chi avevamo davanti: oggi onestamente la differenza dei valori era importante, la speranza quella di rimanere di più in partita, sul 2-0 difficile ribaltarla, a meno che non trovassimo la giocata. L’arbitraggio è stato abbastanza al limite, non ci ha permesso di giocare, tutte le situazioni a mezzo le ha lasciate andare; ma che fosse un direttore di gara che fischiava poco lo sapevamo e quando devi recuperare la partita questa cosa la paghi di più degli avversari. Credo comunque che oggi si possa dire davvero poco ai ragazzi, con il senno di poi i possono fare tutte le valutazioni del caso. Fino a domenica scorsa abbiamo giocato con le tre punte, eppure in certe partite abbiamo fatto fatica. Si cerca di fare verifiche anche per avere piano piano una squadra che abbia sempre più una forma”. Continua il tecnico. “Il portiere? Se avesse parato avrebbe fatto un miracolo su una situazione già compromessa da altri episodi. Non mi soffermerei su di lui, ci sono altri fattori su cui riflettere. Fino a ora abbiamo trovato avversari più forti sotto l’aspetto individuale: siamo un gruppo che ha valori, probabilmente stiamo facendo fatica ad adattarci a questa nuova realtà, abbiamo commesso qualche errore ma serve anche onestà nel guardare da dove partiamo e nell'ammettere che abbiamo affrontato club più forti e attrezzati. E anche oggi abbiamo preso gol al primo sbaglio. Giusto fare valutazioni, ma con equilibrio. Il nostro obiettivo è salvarci, è finire con dietro qualcuno. A noi non ci deve fregare niente se al primo pallone alzato lo stadio rumoreggia, perché in questo momento dobbiamo lavorare sull’autostima. Se passi palla agli altri e gli altri segnano, come oggi, perdi sicurezza e questo non va bene. Quella palla non dobbiamo perderla, la dobbiamo gestire. Fino al gol il Siena non aveva fatto niente, è stata la miglior partita in cui abbiamo impattato l’avversario. Se tutte le volte che gli altri si affacciano ci fanno male poi perdiamo convinzione. Il raddoppio lo abbiamo subito su una rimessa laterale. Non deve accadere, siamo stati distratti. Ma non va additato nessuno, un singolo giocatore o un reparto. Per crescere dobbiamo crescere tutti. Se oggi Carissoni segnava, stavamo sull’1-1… Serve pazienza”. A.G.

 

 

Fonte: Fol

 

 
15/09/19 19:44 | Risultati e marcatori della 4a giornata
Risultati e marcatori della 4a giornata

Giocata ieri
Monza-Pro Vercelli 1-0
Rete: 72' Anastasio (M)

Giocate oggi
AlbinoLeffe-Pianese 0-0
Carrarese-Pistoiese 2-1
Reti 6' Folacone (P), 56' Tavano (C), 74' Maccarone (C).
Lecco-Siena 0-2
Reti: 14' Cesarini (S), 42' Arrigoni (S).
Olbia-Alessandria 0-3
Reti: 5' Celia (A), 47' Della Bernardina (A), 93' Akammadou (A)
Pontedera-Novara 0-0
Gozzano-Giana Erminio 1-1
Reti: 56' Emiliano (G), 72' Perna (GE)
Juventus U23-Pro Patria 2-2
Reti: 40' Defendi (PP), 45' Olivieri (J), 65' Ghioldi (PP), 85' Alcibiade (J)
Pergolettese-Arezzo 1-1
Reti: 49' Belloni (A), 78' Bortoluz (P)
Renate-Como 2-1
Reti: 35' Gabrielloni (C), 66' e 89' Maritato ®

Fonte: FOL

 

 
15/09/19 18:13 | Panizzi: ‚ÄúQui per rimettermi in gioco‚ÄĚ
Panizzi: ‚ÄúQui per rimettermi in gioco‚ÄĚ

Esordio dal primo minuto per uno degli ultimi arrivati, Erick Panizzi. “Sono contento, ci tenevamo a riscattare la partita con la Carrarese - dice il difensore reggiano - abbiamo fatto un buon primo tempo, forse potevamo palleggiare di più, mentre nel secondo siamo calati un po’ a livello fisico, però non abbiamo concesso tante occasioni. 3-5-2? Il mister ha sottolineato spesso in settimana che non è una questione di modulo, basta saperlo interpretare”. Panizzi ha giocato da terzo a sinistra, ma è stato preso anche come alternativa a Migliorelli. “Ho sempre fatto tutti e due i ruoli e mi piacciono entrambi. Deciderà il mister dove utilizzarmi”. Il pensiero, intanto, è già rivolto alla Pro Patria. “Sarà tosta, ma vogliamo invertire il trend negativo in casa”, conclude il n. 26. Che ha voluto fortemente venire a Siena, rescindendo con l’Alessandria e rimettendoci economicamente. “Questa avventura è importante, voglio rimettermi in gioco. L’anno scorso è stato abbastanza positivo ma voglio cogliere al meglio quest’occasione”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
15/09/19 18:07 | Dal Canto: ‚ÄúHo cambiato modulo per compattare la squadra. Contento per non aver preso gol‚ÄĚ
Dal Canto: ‚ÄúHo cambiato modulo per compattare la squadra. Contento per non aver preso gol‚ÄĚ

Alessandro Dal Canto, mister della Robur, ha parlato nel post-partita di Lecco-Siena. Queste le sue dichiarazioni:

Vittoria - “Siamo contenti perché venivamo da una battuta d’arresto fastidiosa. La squadra si è ripresa, abbiamo fatto una buona gara su un campo difficile. Quello che chiedevo è di avere una nostra linea guida, un’identità precisa che ci consenta di superare le difficoltà. Non mi piace che la squadra prenda la parvenza di un gruppo bello da vedere e poco efficace, serve anche concretezza. Preferiamo concentrarci su questo aspetto, non è che oggi l’abbiamo risolto ma è un piccolo mattoncino”.

Rocciosi – “In generale abbiamo fatto una buona partita, con parecchie occasioni per arrotondare il risultato. Va bene così, sono più contento per non aver preso gol. Bisogna imparare ad essere più arroccati, rocciosi, abili nel vincere i duelli a tutto campo. Mi ha gratificato più questa cosa qui”.

3-5-2 – “Non credo che il problema fosse il modulo, il calcio va per i giocatori e non i sistemi di gioco. Era una maniera di compattare la squadra in un momento dove ad ogni soffio prendiamo i gol. In questo modo esalti di più lo spirito di gruppo perché è un modulo più difensivo. Ora andiamo in cerca di continuità, non è detto che sia questa la via definitiva”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 
15/09/19 18:02 | Vittoria per gli Under 17, pareggiano gli Under 15. Risultati e classifiche
Vittoria per gli Under 17, pareggiano gli Under 15. Risultati e classifiche

Una vittoria e un pareggio per i nostri ragazzi impegati oggi in casa nel doppio confronto con l'Imolese. Gli Under 17 di Gill Voria hanno vinto per 1-0 con una rete di Scali, mentre gli Under 15 di Gianni Maestrini hanno pareggiato per 1-1. La rete per i bianoneri è stata realizzata da Ghiozzi Pasqualetti.

UNDER 17
Risultati 2a giornata

Pistoiese-Pontedera 1-0
Fano-Rimini 3-2
Arezzo-Ravenna 0-2
Siena-Imolese 1-0
San Marino-Cesena 1-2
Vis Pesaro-Carrarese 2-1

La classifica
6 Siena
, Fano
4 Ravenna, Cesena, Pesaro, Pistoiese
1 Rimini, San Marino, Pontedera, Arezzo
0 Carrarese, Imolese

Il tabellino

Siena: Boraschi, Tiberi (11’st Morosi), Barontini P., La Rosa (1’st Mencacci, 36’st Basilicata), Ademi (11’st Danielli), Sisinni, Tozzato (11’st Majuri), Scali, Hodza (26’st Sarno), Perrella (26’st Sivani), Hoxhaj. All. Voria. A disp. Filippis, Habge Hagbe.
Imolese: Vernacchio, Spinelli (19’st Massarenti), Luccarini, Le Pinda (11’st Spada), Mazzocchi, Taroni, Garbano (26’st Julio), Cerè, Guidi (26’st Zannoni), Vetronesi, Nico (11’st Covace). All. Cardi. A disp. Lo Fiego, Calderoni, Bencivenga, Capasso.
Arbitro: Dilaghi di Valdarno. Assistenti: Ierardi di Siena e Vanni di Siena
Marcatori: 46’st Scali (S)
Ammoniti: Le Pinda (I), Taroni (S)

UNDER 15
Risultati 2a giornata
Pistoiese-Pontedera 1-0
Fano-Rimini 0-0
Arezzo-Ravenna 0-2
Siena-Imolese 1-1
San Marino-Cesena 0-6
Vis Pesaro-Carrarese 1-1

La classifica
6 Cesena
4 Ravenna, Rimini, Fano
3 Arezzo, Pistoiese
2 Siena, Carrarese
1 Imolese, Vis Pesaro, San Marino
0 Pontedera

Il tabellino

Siena: Nadalin, Fineschi (1’st Amadii), Batoni, Tatini (29’st Pecci), Cataldo (21’st Pecciarini), Pugliese, Forconi (21’st De Carlo), Ghiozzi Pasqualetti, De Dominicis, Volentieri (1’st Badii), Hilla (10’st Rinaldi). All.Maestrini. A disp. Pignattai, Pianigiani.
Imolese: Luciani, Massueme Mi. (21’st Cavazzini), Raffuzzi, Bugani, Brighi, Osmani, Badiali, Rontini (8’st Vlahovic), Massueme Ma., Pusceddu, Fusari (8’st Di Gioia). All. Casadio. A disp. Avino, Castagnini, Bandini, Penazzi, Gasparri, Fernanai.
Arbitro: Bordo di Grosseto. Assistenti: Cataldo di Firenze e Scorteccia di Firenze
Marcatori: 16’pt Ghiozzi Pasqualetti (S), 23’st Massueme Ma. (I)
Ammoniti: Badiali (I), Pignattai (S)


Fonte: FOL

 

 
15/09/19 17:49 | Risultati e marcatori delle partite giocate alle ore 15
Risultati e marcatori delle partite giocate alle ore 15

AlbinoLeffe-Pianese 0-0
Carrarese-Pistoiese 2-1
Reti 6' Folacone (P), 56' Tavano (C), 74' Maccarone (C).
Lecco-Siena 0-2
Reti: 14' Cesarini (S), 42' Arrigoni (S).
Olbia-Alessandria 0-3
Reti: 5' Celia (A), 47' Della Bernardina (A), 93' Akammadou (A)
Pontedera-Novara 0-0

Fonte: FOL

 

 
15/09/19 17:01 | Il Siena sconfigge il Lecco a domicilio per 0-2: decisivi Cesarini e Arrigoni
Il Siena sconfigge il Lecco a domicilio per 0-2: decisivi Cesarini e Arrigoni

La Robur Siena non sbaglia ed espugna lo stadio 'Rigamonti-Ceppi' mettendo al tappeto un Lecco combattivo. Bastano le marcature di Cesarini e Arrigoni nel primo tempo a consegnare ai bianconeri tre punti che danno morale e fiducia. Grande protagonista dell'incontro il 'Mago', attenta anche la difesa – a sorpresa schierata con una linea in tre – che ha concesso poche occasioni degne di nota ai padroni di casa. Per i lecchesi è la prima sconfitta interna della stagione. Nel prossimo turno i lombardi saranno di scena contro il Monza, mentre i senesi torneranno al 'Rastrello' per affrontare la Pro Patria.

DOPPIO COLPO - E' un Siena diverso nel modulo e nell'atteggiamento. Il 3-5-2 dà più fluidità al gioco bianconero, ma a fare la differenza è l'intraprendenza e l'attenzione. Al 14' un recupero a centrocampo spiana la strada a Cesarini che prima compie una magia delle sue e poi incrocia all'angolino il vantaggio. I padroni di casa rispondono con un colpo di testa di Marchesi, ma l'occasione più ghiotta è per Gladestony che cestina con un'incornata imprecisa al 30' il possibile raddoppio. I lombardi non stanno a guardare e con Chinellato e Carissoni impegnano Confente. Col passare dei minuti le cose sembrano girare a dovere per i toscani che al 42' raddoppiano con Arrigoni. Il centrocampista è libero di capitalizzare in rete un rimpallo della difesa a seguito di una conclusione di Oukhadda dal limite. Nel finale ci prova ancora Carissoni, il quale trova un Confente concentrato a difendere bene il palo.

IN CONTROLLO - In avvio di ripresa il Lecco cambia volto inserendo gli offensivi Capogna e Giudici, mentre Dal Canto getta nella mischia Serrotti. Al 58' solo il legno può salvare i lecchesi sulla punizione guadagnata e calciata dal limite da parte di Cesarini. Risponde la squadra di casa con Maffei che, in acrobazia, poco dopo sfiora la rete che avrebbe accorciato le distanze. I senesi perdono un po' di lucidità e dalla panchina si corre ai ripari con gli inserimenti degli esperti Bentivoglio e Guidone. I blucelesti si confermano squadra ostica e cercano di riagguantare il punteggio, senza però trovare quella zampata giusta. Nei minuti finali occasione per il tris bianconero con Campagnacci che nel suo tiro mette più potenza che precisione, tiro centrale con l'estremo difensore di casa che si salva.

IL TABELLINO
Lecco‚Äč (3-5-1-1): Safarikas; Merli Sala, Malgrati, Vignati; Carissoni (60' Maffei), Marchesi, Nacci (45' Giudici), Segato (60' Pedrocchi), Procopio (45' Capogna); Moleri (73' Scaccabarozzi); Chinellato. Panchina: Jusufi, Magonara, Migliorini, Samake, Alborghetti, Nivokazi, Fall. All. Marco Gaburro.
Siena (3-5-2): Confente; D’Ambrosio, Baroni, Panizzi; Oukhadda, Arrigoni, Gerli (67' Bentivoglio), Da Silva (45' Serrotti), Migliorelli; Polidori (67' Guidone), Cesarini (76' Campagnacci). A disposizione: Ferrari, Buschiazzo, Romagnoli, Varga, Setola, Andreoli, D’Auria, Ortolini. Allenatore: Alessandro Dal Canto.
Arbitro: Mattia Pascarella sez. di Nocera Inferiore (Carrelli-Buonocore)
Marcatori: Cesarini (S) al 14', Arrigoni (S) al 42'.
Ammoniti: Moleri (L), Gerli (S), Segato (L), Guidone (S)
Spettatori: 1.906 di cui 1.123 Abbonati e 783 paganti. Senesi 33
Note: Angoli: 3-3. Recupero: 1 pt, 4 st.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

 
15/09/19 09:59 | Le probabili formazioni di Lecco Siena
Le probabili formazioni di Lecco Siena

Lecco (4-3-3): Safarikas; Carissoni, Malgrati, Vignati, Procopio; Moleri, Pedrocchi, Segato; Giudici, Chinellato, Lisai. Panchina: Ferrara, Magonara, Fall, Merli Sala, Migliorini, Marchesi, Samake, Nivokasi, Maffei, Scaccabarozzi, D’Anna, Capogna. All. Gaburro.
Siena (4-3-1-2): Confente: Setola, Baroni, D’Ambrosio, Migliorelli; Arrigoni, Gerli, Da Silva; Serrotti; Polidori, Cesarini. Panchina: Ferrari, Buschiazzo, Romagnoli, Varga, Panizzi, Oukhadda, Bentivoglio, Andreoli, D’Auria, Campagnacci, Guidone, Ortolini. All: Dal Canto.
Arbitro: Pascarella di Nocera Inferiore (Carelli-Bonocre).
Stadio: Rigamonti ore 15
TV: www.elevensports.it
Live: www.sienaclubfedelissimi.it

Fonte: FOL

 

 
14/09/19 22:59 | Il Monza batte anche la Pro Vercelli nell'anticipo della 4a giornata
Il Monza batte anche la Pro Vercelli nell'anticipo della 4a giornata

Il Monza non si ferma e supera anche la Pro Vercelli, con l'1-0 firmato Anastasio che vuol dire quarta vittoria consecutiva. Dopo un primo tempo giocato a ritmi alti, ma con sole due occasioni da rete (quella clamorosa sprecata da Finotto per i padroni di casa e il tiro dalla distanza di Mal per gli ospiti), nella ripresa Brighenti solo davanti al portiere imita Finotto fallendo il vantaggio. Ma il forcing brianzolo viene premiato al 72' quando è Anastasio (probabilmente con una deviazione) a firmare l'1-0. Monza sempre più primo a 12 punti, resta a quota 6 la Pro Vercelli.

Fonte: FOL