News

09/12/19 22:53 | Simone Guerri diplomato direttore Sportivo.
Simone Guerri diplomato direttore Sportivo.

Giornata di esami al Centro Tecnico Federale: sono tornati infatti nelle aule di Coverciano gli aspiranti ‘Direttori Sportivi’ per l’ultimo ostacolo del loro percorso formativo. Gli allievi del corso per Ds hanno sostenuto oggi prova orale e discussione della tesi, dopo aver effettuato – nelle scorse settimane – la prova scritta.
Tra questi oltre a  Antonio Cassano, Alessandro Lucarelli e Sergio Pellissier anche Simone Guerri ha discusso la sua tesi di fronte alla commissione composta gli altri anche da Mario Beretta.

Fonte: Fol
 

 

 
09/12/19 19:23 | Ripresa la preparazione. Romagnoli disponibile, si ferma Cesarini.
Ripresa la preparazione. Romagnoli disponibile, si ferma Cesarini.

Ripresa questa mattina la preparazione della squadra in vista della partita di Coppa Siena -Ternana di mercoledì alle ore 18:30. È rientrato regolarmente in gruppo Romagnoli, lavoro differenziato per Cesarini a causa della forte contusione subita nella partita con il Como e le sue condizioni saranno valutare giorno per giorno. Domani la squadra effettuerà la seduta di rifinitura nel pomeriggio all’Acquacalda.

Fonte: Fol

 

 
09/12/19 15:22 | Coppa Italia - Siena Ternana diretta da Feliciani.
Coppa Italia - Siena Ternana diretta da Feliciani.

La partita partita di Coppa Italia Siena - Ternana, in programma mercoledì 11 dicembre alle ore 18.30, sarà diretta da Ermanno Feliciani della sezione di Teramo. Gli assistenti saranno Cosimo Cataldo di Bergamo e Marco Ceccon di Lovere.

Fonte: FOL

 

 
09/12/19 12:10 | Distanze invariate nelle prime posizioni. Pergolettese show, Olbia e Giana in crisi
Distanze invariate nelle prime posizioni. Pergolettese show, Olbia e Giana in crisi

A distanza di oltre un mese e mezzo dall’unica volta, la Robur torna a centrare un successo casalingo. Gli uomini di Dal Canto si impongono di misura contro il Como grazie ad una rete di D’Auria e mantengono il quarto posto in graduatoria.

Tutto invariato – Anche perché, a differenza dei turni passati, stavolta quelle davanti vincono tutte. Ad aprire le danze era stato il Pontedera, che espugnando Grosseto ha fatto suo il quinto derby su cinque. Contro la Pianese finisce 1-2, decidono Bruzzo e Serena, a nulla vale la rete di Catanese per i bianconeri. Bene anche il Renate, che si impone con lo stesso risultato a Gorgonzola in rimonta contro l’Albinoleffe: Galuppini e Plescia ribaltano il vantaggio di Cori, così le pantere restano seconde in classifica. Ok anche la Carrarese, alla seconda affermazione consecutiva. Contro la Juventus la scena se la prende Infantino che realizza una tripletta; la rete di Zanimacchia nel finale di gara rende solo meno pesante il passivo per gli uomini di Pecchia. Vince fuori casa anche il Novara nel derby del Ticino: azzurri avanti con Bortolussi e ripresi da Le Noci. Nel secondo tempo la Pro Patria capitola in seguito alla rete di Buzzegoli.

Divisione – Il gruppetto di cinque prova a prendere un leggero margine dalle altre, perché dietro a fare risultato è solo l’Arezzo. Gli amaranto (una sola sconfitta nelle ultime nove) battono di misura un Gozzano in crisi di punti con una rete di Belloni ad inizio ripresa.  Male invece l’Alessandria, sconfitta a Crema da una Pergolettese in stato di grazia. Casarini porta in vantaggio i grigi, che poi subiscono il rientro della squadra di Albertini che alla fine si impone grazie a Bakayoko e Ciccone. Fanno un piccolo passetto Pro Vercelli e Pistoiese impattando sul risultato di 0-0 al ‘Piola’.

A secco – In coda si fa sempre più critica la situazione di Giana e Olbia. La squadra di Albè affonda nell’improbo derby contro il Monza, dove gli uomini di Brocchi fanno la voce grossa con Brighenti, Chiricò e Gliozzi. Fanno ancora peggio i sardi, che non vincono dalla seconda giornata e a cui non è servito nemmeno il cambio in panchina. Il Lecco di mister D’Agostino si impone con una certa agilità al ‘Rigamonti-Ceppi’ grazie ai gol di Negro e Strambelli. Per la salvezza servirà tutta un’altra marcia nel girone di ritorno. (Jacopo Fanetti)

Foto: Facebook Renate

Fonte: Fol

 
08/12/19 21:52 | L'analisi tecnica di Siena-Como a cura di Francesco Guidarelli
L'analisi tecnica di Siena-Como a cura di Francesco Guidarelli

Ancora una faticata per la Robur, la vittoria è arrivata al termine di una gara dai due volti che ha visto i bianconeri, in superiorità numerica per più di un’ora, seriamente impegnati a trovare il bandolo di una matassa molto ingarbugliata.

Lo schieramento adottato da mister Dal Canto è stato il medesimo delle ultime partite, difesa a quattro e centrocampo a tre con gli stessi di Alessandria, D’Auria e Cesarini a sostegno di Guidone.

I comaschi hanno praticato un pressing alto con le due punte, sostenute dai centrocampisti, in modo da obbligare la Robur ad un giro palla difensivo senza sbocchi in attacco, dato che le fasce laterali sono risultate presidiate accuratamente ed i tentativi di verticalizzazione profonda, provate in prevalenza da Baroni, sono state preda dei difensori ospiti.

Nel mezzo al campo la Robur si è trovata spesso in inferiorità numerica, l’impiego di Serrotti largo sulla fascia destra ha originato un isolamento del giocatore ed ha impedito a Lombardo di avanzare come sa fare, a sinistra Migliorelli è stato costantemente chiuso sulla linea di corsa ricorrendo a retropassaggi che di fatto hanno rallentato ulteriormente il gioco.

Quindi è stato difficile, se non impossibile, rendersi pericolosi in avanti, un paio di occasioni sono capitate (a Guidone e Cesarini) ma più in situazioni estemporanee che grazie alla manovra; le rigide marcature sui nostri trequartisti hanno costretto i bianconeri ad ingaggiare dei veri corpo a corpo con i rivali anche a metà campo con numerosi falli, uno dei quali è costata la doppia ammonizione, e quindi l’espulsione, del numero sette lariano.

La raggiunta superiorità numerica non ha generato mutazioni nel gioco bianconero per la forza atletica degli avversari, i quali hanno adottato una formula di 4-3-2 senza preoccuparsi troppo di difendere ed anzi hanno avuto anche l’occasione per passare in vantaggio, sventata da una grande uscita di Confente.

La Robur non è riuscita a pungere realmente nel corso del primo tempo e la squadra non è apparsa ben bilanciata dalle modifiche pensate per questa partita: i terzini non hanno spinto ed il centrocampo, con Serrotti confinato a destra, ha dovuto arretrare fino al limite dell’area per ripartire con la manovra, l’infortunio di Cesarini ha chiamato in campo Guberti ma in pochi minuti non si è potuto vedere granchè.

I bianconeri di Belmonte, ieri all’esordio nel ruolo tecnico, sono quindi andati al riposo con la necessità di ridefinire il piano partita perché l’andazzo è quello già visto troppe volte.

La Robur è tornata in campo con spirito diverso e con i dovuti aggiustamenti allo schieramento che hanno modificato il ritmo della partita: Serrotti si è riappropriato dei suoi spazi e Lombardo ha iniziato ad avanzare fornendo valido appoggio alla manovra, a sinistra Vassallo ha messo a frutto la sua velocità costringendo la linea di contenimento comasca ad arretrare, consentendo anche a Migliorelli di andare al cross.

Guberti, impiegato sia sul fronte destro che su quello sinistro, ha cominciato ad inventare azioni che hanno movimentato la linea di attacco senese accentuandone la pericolosità e costringendo le linee comasche a chiudersi di più.

Un paio di occasioni sono sfumate per poco all’atto della conclusione ma la Robur è cambiata in meglio e ha raccolto i frutti da una sventola da fuori area di D’Auria che ha trovato la porta grazie anche ad una leggera deviazione di un difensore lariano.

Manca mezz’ora alla fine ma i bianconeri non si sono accontentati ed hanno continuato a giocare facendoci divertire: un sontuoso invito di Guberti è stato raccolto da Guidone al centro dell’area ma la sua girata ha colpito in pieno la base del palo.

Il vantaggio è stato gestito molto bene dai bianconeri, Arrigoni e Serrotti hanno messo la cerniera nel mezzo al campo recuperando un’infinità di palloni, le repliche comasche con il passare del tempo si sono sempre più affievolite e solo le iniziative delle due punte ospiti hanno tenuto in bilico il risultato.

Davvero bravi i due, grande forza fisica, controllo della palla e buon tempismo nel gioco aereo; i nostri centrali hanno faticato tanto per contenerli ma ci sono riusciti grazie anche al prezioso aiuto dei centrocampisti.

La partita ha offerto qualche brivido nel finale per il disperato assalto dei lombardi ma le conclusioni, nate da paurose mischie, sono finite in tribuna o tra le braccia di un attento Confente.

Il risultato ormai è acquisito e neppure le sostituzioni disposte dal mister lariano hanno sortito l’effetto sperato, anche Belmonte ha sostituito i più stanchi per conservare il vantaggio, ma il gioco è fatto e La Robur torna a vincere in casa.

Il risultato poteva essere più rotondo, D’Ambrosio avrebbe potuto segnare di testa su corner di Lombardo, ma va bene così; la squadra del secondo tempo ha giocato per vincere e non ha mai perso la bussola, attenzione massima su tutti i palloni e giocate con discernimento.

Arrigoni e Serrotti hanno sfoderato una prestazione eccellente, Guberti ha acceso la miccia e D’Auria ha ancora colpito nel segno, Confente ha fatto una solo vera parata ma importantissima; la Robur ha conseguito una vittoria di squadra quindi attraverso il contributo di tutti e questo deve spingere a dare sempre il massimo.

Se poi hai in squadra giocatori di livello superiore……

Fonte: FOL

 
08/12/19 20:11 | Oggi giorno di riposo la squadra riprenderĂ  gli allenamenti domani mattina
Oggi giorno di riposo la squadra riprenderĂ  gli allenamenti domani mattina

L'allenatore Dal Canto, dopo la vittoria di ieri con il Como, ha concesso un giorno di riposo. La squadra tornerà ad allenarsi domani mattina all’Acquacalda e martedì pomeriggio effettuerà la seduta di rifinitura in vista della partita di Coppa Italia Siena-Ternana in programma mercoledì 11 dicembre alle ore 18:30.
Da valutare le condizioni di Romagnoli che ha saltato la partita con il Como e Cesarini uscito nel primo tempo per una contusione al polpaccio.

Fonte: Fol

 

 
08/12/19 20:07 | La classifica marcatori dopo la 18a giornata
La classifica marcatori dopo la 18a giornata

10 reti
Infantino (Carrarese).

9 reti:
Cutolo (Arezzo), Galuppini (Renate).

7 reti:
Mota Carvalho (Juventus U23),  Gabrielloni (Como).

6 reti: 
Bortolussi (Nocara), Eusepi (Alessandria), Comi (Pro Vercelli), Cesarini (Siena).

5 reti: 
De Cenco (Pontedera), Chiricò (Monza), Guglielmotti (Renate), Giorgione (Albinoleffe), Ganz (Como), Chiarello (Alessandria), Stijepovic (Pistoiese), Gori (Arezzo), Mastroianni (Pro Patria), Fedato (Gozzano).


4 reti: 
Guidone e D'Auria (Siena)
, Finotto (Monza), Udoh King (Pianese), Gucci (Pistoiese), Gelli (Albinoleffe), Cortesi (Giana Erminio), Tavano (Carrarese), Rosso (Pro Vercelli), Momentè (Pianese), Le Noci (Pro Patria).

3 reti: 
Arrigoni (Siena)
, Cori (Albinoleffe), Ogunseye (Olbia), Piana (Pontedera), Iovine (Como), Olivieri (Juventus U23), Rinaldini e Catanese (Pianese), Lanini (Juventus U23), Barba (Pontedera), Belloni (Arezzo), Cardoselli e Valente (Carrarese), Armellino, Brighenti e D'Errico (Monza) , Arrighini (Alessandria), La Rosa (Olbia), Bruzzo (Pontedera), Maritato (Renate),Perna (Giana Erminio), Peralta (Novara).

Fonte: FOL

 

 
08/12/19 19:44 | La classifica dopo la 18a giornata
La classifica dopo la 18a giornata
SQUADRE   TOTALE
Pt G V N P F S
Monza 45 18 14 3 1 35 9
Renate 32 18 8 8 2 26 12
Pontedera 32 17 9 5 3 26 21
Siena 31 18 9 4 5 23 16
Carrarese 30 18 8 6 4 31 23
Novara 29 18 8 5 5 20 16
AlbinoLeffe 25 18 7 4 7 18 16
Arezzo 25 18 6 7 5 23 21
Alessandria 25 18 6 7 5 22 20
Pro Vercelli 23 18 5 8 5 19 18
Pistoiese 22 18 4 10 4 18 16
Como 22 18 5 7 6 20 18
Juventus U23 22 17 5 7 5 19 24
Pro Patria 21 18 4 9 5 20 21
Pianese 18 18 4 6 8 18 22
Lecco 18 17 5 3 9 15 25
Gozzano 15 17 2 9 6 16 23
Pergolettese 15 18 3 6 9 13 23
Olbia 11 18 2 5 11 16 34
Giana Erminio 10 18 1 7 10 14 34

Vai alla classifica dettagliata
https://www.sienaclubfedelissimi.it/content.php?id_contenuti=2

F
onte: Fol

 
08/12/19 19:26 | Risultati e marcatori della 18a giornata.
Risultati e marcatori della 18a giornata.

Pianese-Pontedera 1-2
Reti: 37’ Bruzzo (PO), 73’ Serena (PO), 83’ Catanese (PI).

Pro Vercelli-Pistoiese 0-0

Siena - Como 1-0

Rete: 62' D'Auria (S).

Juventus U23 - Carrarese 1-3
Reti: 34' 55' 61' Infantino (C), 92' Zanimacchia (J).

Lecco - Olbia 2-0
Reti: 15' Negro (L), 51' Strambelli (L)

Pro Patria - Novara 1-2
Reti: 28' Bortolussi (N), 48' Le Noci (PP), 63' Buzzegoli (N).

Albinoleffe - Renate 1-2
Reti: 5' Cori (A), 37' Galuppini (R), 62' Plescia (R).

Arezzo - Gozzano 1-0
Rete: 47' Belloni (A).

Monza - Giana Erminio 2-0
Reti: 11' Brighenti (M), 37' Chiricò (M), 72' Gliozzi (M).

Pergolettese - Alessandria 2-1
Reti: 22' Casarini (A), 38' Bakayoko (P)46' Ciccone (P).

Fonte: Fol

 

 
08/12/19 19:19 | Il servizio di Dribbling sulla presidente Anna Durio.
Il servizio di Dribbling sulla presidente Anna Durio.

Nella puntata di ieri nel corso della trasmissione Dribbling su Rai 2 è andato in onda un bel servizio di Saverio Montingelli sulla presidente Anna Durio dal titolo: Quando la presidente è donna.
Ecco il link per rivedere il servizio
https://www.raisport.rai.it/video/2019/12/anna-durio-intervista-siena-fa31c7c3-880d-4bf6-9db3-1e667dce8a18.html

Fonte: Fol

 
08/12/19 18:54 | Settore giovanile, risultati, classifiche e tabellini.
Settore giovanile, risultati, classifiche e tabellini.

UNDER 17
Vis Pesaro-Siena 0-1


Risultati della 11a giornata
Cesena-Ravenna 3-1
Pistoiese-Imolese 3-1
Vis Pesaro-Siena 0-1
Arezzo-Rimini 2-0
Fano-Carrarese 5-0
San Marino-Pontedera 0-4

La classifica
28 Cesena
27 Siena
20 Pontedera
18 Ravenna
16 Pistoiese
15 Arezzo
14 Fano
13 Imolese
11 San Marino
9 Carrarese
8 Vis Pesaro
4 Rimini

Il tabellino:
Vis Pesaro: Piersanti, Pizzagalli, Masullo, Magi (35’st Ressetti), Orefice (19’st Bezzaccheri), Nardini (1’st Sema), Paduano, Galeazzi, Ciaroni (19’st Cambrini), Brisigotti, Lucciarini (11’st Di Palo). All. Galloppa a disp: Elezaj, Nisi, Rulli, Bracci.
Siena: Boraschi, Morosi, Tiberi, Larosa, Hoxhaj, Sisinni, Perrella (40’st Danielli), Ademi (20’st Barontini M.), Hodza (20’st Cl io emente), Scali (40’st Sarno), Tozzato (1’st Barontini P.). All. Voria a disp: Filippis, Malafronte, Sinani.
Arbitro: Denti di Pesaro (Amorello – Cordelia)
Rete: : 16' Morosi (S)

UNDER 16
Siena-Fano 0-6


Risultati della 7a giornata
Imolese-San Marino 0-0
Ravenna-Pistoiese 1-0
Rimini-Cesena 1-0
Siena-Fano 0-6
Ternana Vis Pesaro 2-0
Cavese-Fermana 2-2

La classifica
16 Ravenna, Cavese
14 Fano
13 Ternana, Cesena
11 Imolese
9 Piatoiese
8 Rimini
5 Siena
3 Vis Pesaro
1 San Marino

Il tabellino:
Siena: Viti, Casini C., Sonnini, Vario (int. Galli), Veronesi, Simi (22’pt Moruzzi), Casini V. (64’st Iasparrone, Dema, Ricciotti (50’st Bifini), Hagbe, Bonechi. All. Signorini a disp: Trapassi, De Angelis.
Fano: Raimondi, Manivelli (int. Pedini), Fossi (59’st Citarelli), Malshi, Riggioni, Brunetti, Spaccazzocchi (84’st Panbianchi), Fagioli (51’st Catalani), Esposito (51’st Venarucci), Boccia (59’st Rossi), Fraternale. All. Brocchini a disp: Azzolini
Arbitro: Sassoli di Arezzo (Saia A. - Saia D. )
Reti: 35' Esposito (F),41' Boccia (F), 56' Venarucchi (F), 58' e 68 Fraternale (F), 78' Venarucchi (F).

UNDER 15
Vis Pesaro-Siena 1-1


Risultati della 11a giornata
Cesena-Ravenna 4-0
Pistoiese-Imolese 3-2
Vis Pesaro-Siena 1-1
Arezzo-Rimini 1-0
Fano-Carrarese 4-1
San Marino-Pontedera 1-1

La classifica
30 Cesena
23 Imolese
22 Arezzo
17 Pistoiese
16 Fano, Ravenna
13 Rimini
12 Pontedera
11 Carrarese
8 Vis Pesaro
7 Siena, San Marino

Il tabellino:
Vis Pesaro: Frati (49’st Petrucci), Nicolini (49’st Marinelli), Pemberton (58’st Gaudenzi), Ugolini, Agostini, Scutaru, Verde (int. Filippucci), Ricci (49’st Cantisani), Fiorani (64’st Barozan), Innocenti (int. Monceri), Mele. All. Varriale a disp: Casoli, Ciccorilli.
Siena: Pignattai, Amadii (68’st Fineschi), Batoni, Forconi, Pugliese, Cataldo (49’st Pecciarini), Seri (65’st Volentieri), Badii (49’st Pecci), De Dominicis, Pasqualetti, Hilla (int. Tatini). All. Maestrini a disp: Nadalin, Rinaldi.
Arbitro: Lanzetta di Pesaro (Ballardini – Carnevali)
Reti: 5' Fiorani (P), 38' De Dominicis (S)

UNDER14
Siena-Pontedera 0-2

Il tabellino;
Siena: De Lucia, Radice (47’st Bonechi), Bruni (58’st Senni), Calabró, Suplja (55’st Bonadonna), Cipollini (47’st Peruzzi), Cruciani (35’pt Tanganelli), Parri (35’pt Repola), Malcangio, Teodorani, Biliotti (35’pt Guadagnoli). All. Pericoli a disp: Gambelli, Boduri.
Pontedera: Rossini, Castelli (58’st Hognogi), Zanatta, Rosati, Scozzari, Santini L. (70’st Fiore), Terrosi (42’pt Santini S.), Papi, Carbonell, Bicchierini (60’st Vitillo), Colzi (50’st Riccomi). All. Creanza a disp: Fallacara, Vannuzzi.
Reti: 34' Carbonell (P), 60' Bicchierini (P)


Fonte: Fol

 
08/12/19 14:44 | E ora si sveglino i lupi
E ora si sveglino i lupi

C'è fame di punti in casa Siena, di continuare nella propria corsa e agguantare il primo posto del campionato dei “terrestri”. Si avvicina sempre di più quella seconda piazza tanto desiderata, tanto voluta e cercata. In tal senso pesano, e non poco, questi tre punti contro un Como combattivo e attento anche in inferiorità numerica. Una partita difficile più per meriti avversari che demeriti propri, ciò in quanto Banchini la legge bene e chiede ai suoi compattezza e grinta. Specchio di ciò il mantenere le due punte in pressione sulla difesa e non sacrificarne una per coprirsi, una scelta saggia che permette ai suoi di restare vivi e non terminare in balia della manovra bianconera.

La Robur crea meno occasioni del solito, pur costruendo tanto. I comaschi imbrigliano i trequartisti, vera arma in più e fonte di fantasia, e non è un caso che vengano puniti non appena concedono lo spazio per un tiro. Facchin non è posizionato benissimo, D'Auria lo vede e calcia, una deviazione dell'ex Solini impenna il pallone... e l'epilogo si sa bene. Lo stadio intona, per la seconda volta in campionato, il nome di un ragazzo che merita ogni sorta di fortuna sia dentro che fuori dal campo. La sua è una scommessa più che vinta. Il jolly napoletano si conferma infatti, ancora una volta, decisivo con i suoi guizzi. E pensare che all'inizio il suo minutaggio era ridotto. Qui la bravura di Dal Canto che ha saputo tenere l'intera rosa sulla corda e pronta a dare una mano in qualsiasi momento. Si crea così un branco unito e coeso, come dimostra quell'ululato collettivo che sa di unione e grinta.

Perché quell'esultanza? Tutto deriva da un “Lupus in Tabula” un gioco di cui a questo link (www.lenius.it/regole-lupus-in-tabula/) potete scoprine regole e particolari. Un modo divertente per far passare il tempo, svagarsi e nel caso dei bianconeri... vivere una lunga trasferta.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

 

 

 
08/12/19 13:06 | Il Bicchiere di Federico Castellani
Il Bicchiere di Federico Castellani

Tanto tuonò che piovve. Finalmente vittoria doveva essere e vittoria è stata. Faticosa però. Una partita sinceramente modesta dominata da una parte da una squadra arcigna molto atletica specie nella prima parte e dall’ altra ( Il Siena) abbastanza bloccato e forse frastornato dalla vigoria e dall’impostazione tattica degli avversari.

Mezzo pieno 

La vittoria. Nel calcio in generale e ancor più in quello italiano quello che interessa, che conta per tutti, è la vittoria. Il segno 1 nella mai troppo rimpianta schedina. Confortante poi è la sensazione che il Siena abbia, nelle sue armate, giocatori del calibro di D’Auria. Giocatore sconosciuto ai più e arrivato fra la totale indifferenza generale e che invece si sta imponendo come un indispensabile atleta dal destro magico. D’Auria che, con un chicchero, può risolvere situazioni ingarbugliate come quella di ieri sera per esempio.   

Mezzo vuoto

Non mi è piaciuto l’atteggiamento un po' troppo lento e compassato e che si sia subito per larghi tratti iniziali ma anche talvolta con l’uomo in più ,  il feroce pressing lariano. Tatticamente sembra quasi che siamo rimasti un po' sopresi e incapaci di rifornire con il centrocampo palloni sulla tre quarti. A difesa poi si è visto qualche indecisione di troppo anche da parte del nostro Capitano. Forse anche lo schieramento tattico poco si adattava all’avversario. Ma tutto si è semplificato fortunatamente con l’espulsione del n° 7 avversario, fra l’altro giustissima, per reiterati falli a danno del nostro amatissimo Mago che ne esce ferito. Da sottolineare che abbiamo gettato al vento almeno 3 occasioni in contropiede per chiuderla e magari, visti i trascorsi specie in casa, sarebbe bene farlo.

Fonte: FOL

 
08/12/19 12:21 | Le partite di oggi.
Le partite di oggi.

Juventus U23 - Carrarese (ore 15.00)
Lecco - Olbia (ore 15.00)
Pro Patria - Novara (ore 15.00)
Albinoleffe - Renate (ore 17.30)
Arezzo - Gozzano (ore 17.30)
Monza - Giana Erminio (ore 17.30)
Pergolettese - Alessandria (ore 17.30)

Fonte: Fol

 
08/12/19 11:53 | Coppa Italia - La prevendita per Siena-Ternana
Coppa Italia - La prevendita per Siena-Ternana

E' attiva la prevendita dei biglietti per la partita do Coppa Italia Siena-Ternana in programma mercoledì 11 dicembre alle ore 18,30.
La Gradinata Paolo De Luca resterà chiusa questi i prezzi per gli altri settori:

Curva Lorenzo Guasparri:
8 € Intero 
5 € Ridotto over 65/donne
2 € Ridotto under 18

Tribuna Danilo Nannini Laterale:
15€ Intero 
10Ridotto over 65/under 18/donne 

Tribuna Danilo Nannini Centrale:
15€ Intero 
10Ridotto over 65/under 18/donne 

Tribuna Danino Nannini d’Onore:
30€ Intero
20Ridotto over 65/under 18/donne 

Tribuna Danilo Nannini Excutive:
50Biglietto unico

Settore ospiti:
8 € Intero 

Online
https://www.ciaotickets.com/biglietti/robur-siena-ternana 
Per questo evento è abilitato il PRINT@HOME: stamperai il biglietto PDF già fiscalizzato con la tua stampante di casa/ufficio (è sufficiente una stampa in bianco e nero), e non sarà necessaria alcuna spedizione con corriere espresso, nè ritiro presso la cassa dell'evento ----- Presenterai direttamente all'ingresso il biglietto stampato su foglio A4, esibendo all'operatore il codice a barre in maniera ben visibile perchè possa essere smarcato con il lettore ottico.

I punti vendita Ciaotickets a Siena:
- Tabaccheria Chiasso Largo, via Rinaldini 7 - 0577282162
- Siena Club Fedelissimi , via Mencattelli 11 0577236677 (martedì dalle 21.30 alle 24 e mercoledì dalle 16 alle 18)
- Mcm, Via Marzi 6 - 057745483
- Tabaccheria Narghilè, via Aretina 6 - 0577285307
- Tabaccheria Scacciapensieri, via Orlandi 65 - 0577334040
- Tabaccheria Cartoleria Carnasciali, via Duccio di Boninsegna 29 - 0577 42068
- Tabaccheria La Radica, via Simone Martini 24 – 0577286156
- Non Solo Edicola, via Dario Neri 2 - 0577349543
- Tabaccheria Gerace Francesco, Piazza Giacomo Matteotti, 15 – 0577270918
- Biglietteria Marvit - Piazza Antonio Gramsci - 0577228352

Fonte: Fol

 

 

 
08/12/19 09:35 | Le pagelle di Robur Siena-Como
Le pagelle di Robur Siena-Como

CONFENTE 6: viene chiamato in causa una volta e risponde presente chiudendo lo specchio a Gabrielloni.

 

LOMBARDO 6: guardingo nei primi minuti, spinge con maggior frequenza grazie alla superiorità numerica mettendo molti traversoni in area.

 

D’AMBROSIO 6: qualche leggera sbavatura in fase d’impostazione ma è positivo nel disinnescare due pericoli in area toscana. 

 

BARONI 6: controlla bene Gabrielloni impedendogli di giocare negli ultimi venti metri. 

 

MIGLIORELLI 6,5: propositivo, si fa vedere con alcune percussioni davvero interessanti. 

 

SERROTTI 6,5: si alza come sempre sulla linea dei trequartisti per creare superiorità numerica. Lo fa bene, ma è bravo anche in fase d’interdizione a contenere le mezze ali lombarde.

 

ARRIGONI 6: riproposto in cabina di regia, imposta con ordine dirigendo le operazioni e mettendo pulizia in mediana. 

 

VASSALLO 6,5: ammonito dopo un minuto, è bravo a gestirsi e a lottare su tutti i palloni. Acuto nel verticalizzare su D’Auria in occasione del goal. 

 

CESARINI 6: Banchini conosce la pericolosità del “Mago” e cerca di chiudergli ogni varco tra le linee. Attrae Peli facendolo espellere, poi è costretto al cambio per una botta al polpaccio. 

 

D’AURIA 7: dategli un pallone sulla trequarti e lo trasformerà in oro. Estro, fantasia e capacità tecniche di livello per il jolly napoletano che decide le sorti del match dalla sua mattonella. 

 

GUIDONE 6: tanto lavoro nelle due fasi e un palo a negargli la gioia della quinta rete in campionato. 

 

GUBERTI 6,5: “quando entra un giocatore così mi devo fare il segno della croce” ha detto Banchini nel post partita. E ha ragione perché il fantasista crea imprevedibilità svariando da una parte all’altra del campo mettendo in continua apprensione la retroguardia lombarda. 

 

DA SILVA SV

GERLI SV

POLIDORI SV

 

Non è stato faciile, ma finalmente eccola qua. La tanto desiderata vittoria in casa torna a farsi vedere. I bianconeri portano a casa una lunga battaglia contro un avversario ostico, grintoso e soprattutto ben messo in campo. Non è un caso che, sebbene fossero in dieci, i lombardi siano riusciti a limitare larga parte del potenziale bianconero. D'altronde Marco Banchini, da buon conoscitore di calcio qual è, ha studiato bene la Robur capendone pregi e difetti. Ne viene fuori una partita un po' bloccata, una di quelle decise da una giocata come quella di D'Auria. Una rete voluta, cercata e che va a coronare gli sforzi di una squadra che ci crede. Sempre di più. 

 

(Giacomo Principato e Niccolò Anfosso)

 

Fonte: FOL

 
08/12/19 01:38 | Fototifo di Siena-Como a cura di Nicola Natili
 
08/12/19 01:35 | La fotogallery di Siena-Coma a cura di Nicola Natili
 
08/12/19 01:00 | Banchini: “Non si è vista l’inferiorità numerica”
Banchini: “Non si è vista l’inferiorità numerica”

È tornato a Siena Marco Banchini, vice di Scazzola nella seconda metà di stagione nel 2016/17, stavolta da primo allenatore, alla guida del Como. Queste le sue dichiarazioni:

La partita - “Contano solo i punti, ma oggi abbiamo disputato una buona partita. Siamo stati aggressivi e determinati, faccio i complimenti ai ragazzi. L'inferiorità numerica non si è vista, abbiamo perso solo per la giocata di un giocatore del Siena. Un po’ di esperienza in più ci avrebbe risparmiato il secondo giallo, ma ora dobbiamo pensare alla prossima partita ripartendo dalla buona prestazione di questa sera”.

Dispiacere – “Il rammarico è per le occasioni di Gabrielloni solo contro Confente sullo 0-0, e Miracoli che su palla inattiva ha la palla di testa da due metri”.

Robur – “Nelle partite giocate finora ha dimostrato grande capacità di palleggio e giocate individuali. Quando il possesso è lontano dalla porta diventa un po’ sterile, è normale che quando trova squadre che si chiudono abbia difficoltà, serve velocità di manovra e possono diventare prevedibili. Ma ha grandi giocatori di fantasia”.

Siena – “Nel 2016 siamo subentrati a metà campionato, c’era la presidente Durio, il direttore Vaira, Vassallo, D’Ambrosio e Campagnacci. Siena è una città in cui si vive bene, ho parenti fiorentini e per me è sempre un piacere tornare in Toscana”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
08/12/19 00:30 | Rivedi gli highlights do Siena-Como
08/12/19 00:09 | Serrotti: “Il secondo posto è alla nostra portata”
Serrotti: “Il secondo posto è alla nostra portata”

Matteo Serrotti, centrocampista della Robur, ha parlato nel post-partita. Queste le sue dichiarazioni:

Match - “E’ stata una partita molto dura, il Como è una buona squadra. Sono contento per il risultato, abbiamo creato meno occasioni rispetto al solito e siamo stati più lenti a far girare il pallone, anche se con l’uomo in più abbiamo guadagnato 15 metri”.

Modulo – “Abbiamo cambiato modulo a metà del primo tempo (4-4-2, ndr), poi siamo tornati al vecchio modo nella ripresa”.

Stato fisico – “Sto bene, ho avuto all’inizio del campionato un problema fisico per un paio di settimane, alti e bassi che ci stanno, ora ma sto bene”.

Campionato – “Speriamo possa essere la svolta, ce lo auguriamo. Siamo qui per fare il massimo, dobbiamo invertire la rotta in casa, è il nostro stadio. Il secondo posto è alla nostra portata”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
07/12/19 23:56 | D’Auria: “Devo credere di più a me stesso, ci riuscirò grazie a Guberti”
D’Auria: “Devo credere di più a me stesso, ci riuscirò grazie a Guberti”

“Ci mancava un episodio, per vincerla, e sono convinto che sarà la svolta per noi in campionato”. Parola di Gianluca D’Auria, autore di quell’episodio, tiro, deviazione di schiena di Solini e palla sul secondo palo, a battere Facchin. “E’ andata bene col mio tiro deviato, per fortuna è entrato – dice D’Auria nel post-partita – ci siamo mossi molto davanti, è quello che ci chiede il mister, soprattutto io che sono trequartista devo attaccare la profondità, non dare punti di riferimento”. E se il pensiero va alla Coppa (“ce la metteremo tutta per vincere”), quello che è certo è che per il n. 20 bianconero è un momento d’oro. Da seconda scelta a titolare indiscusso. “Non me lo aspettavo, sono uno che non crede tanto in sé stesso. È una cosa su cui devo lavorare, in passato è stato il mio punto debole. Quest’anno i consigli che mi dà Guberti mi stanno aiutando tanto”. D’Auria è al quarto gol in campionato, si può sognare la doppia cifra? “Adesso stiamo un po’ esagerando, però visto che ci siamo… cerco sempre di dare il massimo, se arriva sono felice”. Chiusura con dedica, alla sua ragazza, che “non sta passando un buon momento. Eravamo in attesa ma abbiamo perso il bambino”. Ci uniamo anche noi al cordoglio. Forza Gianluca! (G.I.)

Fonte: FOL

 

 
07/12/19 23:39 | Belmonte: “Partita dura, contavano i 3 punti. Da allenatore mi sono sentito un disastro”
Belmonte: “Partita dura, contavano i 3 punti. Da allenatore mi sono sentito un disastro”

Prima da allenatore, viste le squalifiche di Dal Canto e Lamma, per Nicola Belmonte. Queste le sue valutazioni in zona mista:

La gara – “E’ stata una partita dura, difficilissima. Si è messa alla grande con l’espulsione, ma quando trovi una squadra che rimane in dieci sei ossessionato, vuoi fare gol, vuoi stradominare. Il Como era messo benissimo in campo, abbiamo avuto delle difficoltà. Siamo abituati a vedere una squadra che crea tanto, oggi non è andata così ma contavano i tre punti. Da domani pensiamo alla Coppa Italia”.

Cambi tattici – “Una cosa dettata dalla società, è giusto che sia così. Abbiamo cambiato tante volte modulo per scardinare la loro difesa, e alla fine l’ha risolta un episodio. Il calcio è anche questo”.

Gerli – “Giochiamo tante partite ravvicinate, non è un problema chi sta fuori. L’importante è che chi viene chiamato in causa dia il massimo, ed è così. È bello vederli giocare, sono una squadra vera. Chi gioca gioca, non cambia nulla”.

Cesarini - "Ha preso una botta al polpaccio, è venuto a farsi medicare in panchina e preferiva aspettare la fine del primo tempo prima di uscire".

Allenatore – “Se è un’anticipazione del futuro? Me lo auguro. Di certo mi sono sentito un disastro. Non riuscivo a sfogare l’adrenalina che avevo dentro. Im campo quando giocavo la buttavo via dopo 10’. Valiani era più pronto? (Ha allenato nel finale di Siena-Pistoiese, ndr). Sì, ma è più grande di me!”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol

 

 
07/12/19 22:58 | D'Auria manda a tappeto il Como: 1-0 e Robur vincente in casa
D'Auria manda a tappeto il Como: 1-0 e Robur vincente in casa

Il Siena sbanca... casa propria. D'Auria pesca il jolly da fuori e il Como esce sconfitto di misura dal 'Rastrello' a seguito di una lunga battaglia. I lombardi vengono in Toscana per giocarsi le loro carte, e lo fanno anche in dieci. Al 20' è infatti Peli a commettere la seconda ingenuità della contesa e finire anticipatamente sotto la doccia per doppio giallo. Da qui i senesi prendono in mano il pallino del gioco, peccando però sulla precisione e su qualche pallone a metà strada. La squadra ospite fiuta l'occasione e cerca di portarla sui propri ritmi riuscendo a resistere. Nel secondo tempo i ragazzi di Dal Canto alzano intensità e baricentro e al 62' la sbloccano con un tiro da fuori di D'Auria che, dopo una deviazione dell'ex Solini, diventa imprendibile per Facchin. Da qui la sfida si fa in discesa e i padroni di casa possono amministrare e andare in caccia del possibile raddoppio. Guidone ci prova ma termina sul palo, cambia comunque poco perché il tempo scorre e i tre punti terminano nelle tasche della Robur che sale a quota 31.

 

Robur Siena (4-3-1-2): Confente; Lombardo, D'Ambrosio, Baroni, Migliorelli; Vassallo (42' st Da Silva), Arrigoni (41' st Gerli), Serrotti; Cesarini, D'Auria, Cesarini (41' pt Guberti); Guidone 6 (33' st Polidori). A disposizione: Ferrari, Ortolini, Campagnacci, Oukhadda, Andreoli, Buschiazzo, Panizzi, Setola. Allenatore: Belmonte (Dal Canto squalificato)

Como (3-5-2): Facchin; Bovolon, Crescenzi, Solini (19' st De Nuzzo); Peli, Marano, Bellemo, Raggio Garibaldi (38' st Celeghin), Iovine; Gabrielloni, Miracoli (28' st H'Maidat). A disposizione: Zanotti, Ferrazzo, Bolchini, Sbardella, Bianconi. All. Banchini

Arbitro: Luca Angelucci sez. di Foligno (Somma-D'Apice)

Marcatori: D'Auria 17' st (SI)

Ammoniti: Vassallo (SI), Peli (CO), D'Auria (SI)

Espulsi: Peli (CO) al 20' pt.

Note: spettatori 2536 (di cui 1971 abbonati, 565 paganti di cui 111 ospiti) per un incasso di 16800 euro (compresa quota abbonati). Calci d'angolo: 7-3. Recupero: 1' pt, 4' st.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 
07/12/19 17:57 | Cesarini: “Sulla mia carriera non ho rimpianti. Sogno di andare in B con la Robur”
Cesarini: “Sulla mia carriera non ho rimpianti. Sogno di andare in B con la Robur”

Alessandro Cesarini è stato ospite ieri sera di Anteprima Robur, su Canale 3. Queste le sue dichiarazioni:

Alessandria – “Un successo fondamentale per noi, in un campo difficilissimo contro la squadra più accreditata dopo il Monza”.

Esultanza al gol di Guidone – “Nasce da Lupus, un gioco che abbiamo iniziato da un mesetto nelle trasferte. Ci giocavamo già alla Reggiana, l’abbiamo portato qua a Siena. Tutti quanti siamo partecipi. Mi è capitato raramente di far parte di un gruppo così affiatato”.

Partite al Franchi – “Fare 7 vittorie su 8 in trasferta vuol dire che siamo forti. In casa non abbiamo fatto benissimo soprattutto le prime partite, col Pontedera invece c’è stata una grande prestazione. Speriamo di vincere col Como, serve grande entusiasmo, c’è tutto per far bene e sognare in grande. Arrivare secondi sarebbe un grande beneficio”.

Confente – “E’ fortissimo, dà sicurezza, è alto, quando esce prende la palla e rispetto all’inizio coi piedi è migliorato. E dietro c’è Ferrari che è un grande personaggio, positivo, tiene sempre alto il livello in allenamento”.

Rigori – “Sarebbe meglio rispettare sempre i dettami del mister. Nelle gerarchie c’è prima Guberti e poi io. Col Gozzano Polidori si sentiva di tirarlo, non è neanche bello mettersi in campo a discuterne, speriamo non succeda di più. Lombardo ha un bel piede, probabilmente sulle punizioni è il migliore. Anche negli angoli è un bel vantaggio”.

Dal Canto vs Mignani - "Nonostante il modulo identico, di differenze ce ne sono, sia come persone che in campo. Per esempio nel modo di andare ad attaccare gli avversari: quest'anno facciamo un non possesso molto efficace. E poi palleggiare cercando sempre l'imbucata. E' un modo che mi piace moltissimo, negli allenamenti ci divertiamo e non posso che parlarne bene. Sin dall'inizio mi ha fatto sentire la fiducia".

Modulo - "E' un 4-3-1-2 in non possesso e in possesso è un 4-3-2-1, anche se si alza spesso la mezz'ala per non dare punti di riferimento in una sorta di 4-2-3-1. Se fossi un giornalista nel tabellino ci metterei il 4-3-2-1!".

Il gol con l’Olbia – “Ho sognato per mesi quel gol, poi è arrivato allo scadere in un momento delicato, stavo bene ma non avevo minuti. È stato liberatorio, è un bel ricordo in un anno dove non ne ho avuti di bellissimi. Adesso invece sono contento di come sta andando, speriamo di farne tanti altri”.

Juventus U23 – “Ho un quaderno in cui annoto tutti i gol, quello con la Juventus era il n. 100, una bella soddisfazione non essendo una prima punta. Quello più bello? Col Lecco”.

Giocate – “Non lo faccio per prendere in giro gli avversari, non è fine a sé stesso ma per dare un contributo”.

Carriera – “C’è stata più di una occasione in cui potevo andare in B, ma per vari motivi e vicissitudini non si è mai concretizzata. Ho fatto la D 3 anni, poi lo Spezia mi ha comprato e dopo aver segnato 3 gol in finale playoff in C2 siamo andati in C1. Lì potevo andare in B ma ho preferito restare dove ero cresciuto. A Savona ero di proprietà del Parma, potevo andare in ritiro con Donadoni ma il Parma è fallito. Poi sono andato in società che spendevano, al top della C, che puntavano a vincere. Quando sono fallite Pavia e Reggiana mi sono infortunato. Ci tengo a dire comunque che sono contentissimo della carriera che ho fatto, da solo, aiutato dalla famiglia, senza spinte. Il sogno che ho è di andarci con la Robur in B. Ci credo perché siamo forti”.

Futuro – “Sono in scadenza ma sto benissimo qua. Quest’estate abbiamo valutato, ho parlato con Dal Canto e Lamma, con cui ho giocato a Prato. Il direttore ha fatto di tutto per tenermi, sono rimasto volentieri e sono felicissimo di averlo fatto. Valutiamo il futuro insieme senza nessun problema”.

(Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL

 
07/12/19 17:35 | La Berretti sconfitta a Terni. Risultati, classifica e tabellino.
La Berretti sconfitta a Terni. Risultati, classifica e tabellino.

Nella prima giornata del girone di ritorno il Siena esce sconfitto per 2-0 dalla trasferta di Terni.
I risultati della 10° giornata
Pianese-Olbia 3-3
Carrarese-Arezzo 3-3
Pontedera-Rieti 1-4
Ternana-Siena 2-0
Viterbese-Pistoiese 2-0

La classifica
30 Viterbese
23 Ternana
19 Arezzo
17 Carrarese
14 Olbia
13 Siena
7 Rieti
6 Pianese
3 Pontedera

Il tabellino
Ternana: Pernini, Di Bartolomeo, Pavanello (15’st Mora), Toure’, Di Francesco, Gaggiotti (12’st Agbonifo), Malerba, Cori, Cissokho (23’st Libera), Calagna (12’st Vergaro), Borghetti (36’st Canciani). A disp. : Tamburelli, Vinacri, Gregori, Nunzi, Brevi, Canciani. All. Schiavi (Mariani squalificato)

Siena: Marcucci, Gambassi (11’pt Busini), Saventi (33’st Cerbara), Basilicata, Abazi, Gafa, Polacchi (11’st Borgnononi), Chieti, Mazzei, Arigo (22′ Rimedio), Sestini (1’st Cioni). A disp.: Fioramonti, Arrigucci, Gabbianelli, Del Grosso, Discepolo. All. Argilli

Arbitro: Agro’ di Terni (Isidori e Garofalo di Perugia)

Reti: 32’ Di Bartolomeo (T), 90’ Agbonifo (T).

Espulsi; 92’  Libera (T)


Fonte: Fol
Foto: calcioternano.it

 

 
07/12/19 17:30 | I risultati degli anticipi di oggi pomeriggio.
I risultati degli anticipi di oggi pomeriggio.

Il Pontedera vince a Grosseto con la Pianese, pareggio fra Pro Vercelli e Pistoiese.

Pianese-Pontedera 1-2
Reti: 37’ Bruzzo (PO), 73’ Serena (PO), 83’ Catanese (PI).

Pro Vercelli-Pistoiese 0-0

Fonte: Fol

 

 
07/12/19 15:30 | Oltre 100 i tifosi del Como.
Oltre 100 i tifosi del Como.

Saranno 114 i tifosi lariani presenti nel settore ospiti questa sera al Franchi.

Fonte: Fol

 

 
07/12/19 13:33 | Oggi tre anticipi nel girone A
Oggi tre anticipi nel girone A

Si giocheranno oggi tre anticipi della 18a giornata che si concluderà domani.
Pianese - Pontedera (sabato ore 15)
Pro Vercelli - Pistoiese (sabato ore 15)
Siena - Como (sabato ore 20.45)

Fonte: Fol

 

 
07/12/19 10:55 | Le probabili formazioni di Siena-Como
Le probabili formazioni di Siena-Como

Siena (4-3-2-1) Confente; Lombardo, D’Ambrosio, Baroni, Panizzi; Serrotti, Gerli, Arrigoni; Guberti, Cesarini; Guidone. A disposizione: Ferrari, Buschiazzo, Setola, Migliorelli, Oukhadda, Andreoli, Arrigoni, Da Silva, Campagnacci, D’Auria, Ortolini, Polidori. Allenatore Nicola Belmonte.
Como (3-5-2) Facchin; Bovolon, Crescenzi, Sbardella; Peli, Marano, Bellemo, Raggio Garibaldi, Iovine; Gabrielloni, Miracoli. A disposizione: Zanotti, Ferrazzo, Solini, Bolchini, H’Maidat, Celeghin, De Nuzzo, Bianconi. Allenatore Marco Banchini.
Arbitro: Luca Angelucci di Foligno (Somma-D’Apice).
Stadio: A Franchi ore 20.45
Tv: http://www.elevensports.it
Live: www.sienaclubfedelissimi.it

Fonte: Fol