News

17/01/20 18:09 | La Carrarese punta al secondo posto. Baldini ci crede, con un Piscopo in più nel motore
La Carrarese punta al secondo posto. Baldini ci crede, con un Piscopo in più nel motore

Trovarla nei piani alti della classifica è da qualche anno un’abitudine, anche se allo stesso tempo aspettarsi qualcosa in più è lecito per quanto nelle sue possibilità. E non potrebbe essere altrimenti, perché la Carrarese in questi ultimi campionati ha sempre dimostrato di avere le carte in regola per giocarsela alla pari con tutte quante, senza mai speculare sul risultato (cosa che a volte ha pagato, altre no) e mettendo in campo una grande intensità per tutti i novanta minuti. Merito soprattutto di Silvio Baldini, che dal momento del suo ritorno a Carrara ha trasmesso alla sua squadra una mentalità offensiva e vincente: il tecnico nativo di Massa è tornato ad allenare – senza ricevere compenso alcuno – due anni e mezzo fa con l’obiettivo di portare la Carrarese in Serie B, categoria che i marmiferi non vedono da oltre settanta anni.

Obiettivo secondo posto – Fino a questo momento il campionato degli azzurri non è stato entusiasmante in termini di rendimento; effettivamente l’attuale quarto posto (a pari merito con il Novara e la stessa Robur) potrebbe essere considerato un risultato parziale abbastanza soddisfacente, ma la sensazione è che in questo girone dal tasso tecnico decisamente inferiore (se paragonato a quello delle ultime stagioni) i marmiferi avrebbero potuto tranquillamente raccogliere qualche punto in più. Con un Monza ormai quasi definitivamente irraggiungibile, l’obiettivo più alla portata diventa quel secondo posto a cui praticamente tutte le squadre in zona playoff del raggruppamento stanno facendo un pensierino.

Graditi ritorni – A fare da eco a questa affermazione è stato anche Kevin Piscopo, fresco di ritorno alla Carrarese (in prestito dall’Empoli) dopo le due annate ricche di soddisfazioni vissute con la maglia azzurra; 54 presenze e 11 reti complessive, numeri notevoli per un classe ’98. L’ex genoano, arrivato al posto di Manneh rientrato a Catania, andrà a integrare un reparto che da tradizione è sempre ben assortito e di grande qualità e in cui le caratteristiche dei singoli interpreti vengono esaltate dall’impronta offensiva che Baldini riesce a trasmettere alla squadra. Difatti, anche quest’anno il capocannoniere del girone gioca all’ombra delle Alpi Apuane: non più Tavano, bensì Infantino, tornato anche lui quest’estate dopo la parentesi del 2016, che in pochi mesi si è preso l’attacco sulle spalle realizzando la bellezza di dodici reti.

Bilancio – Sul mercato i marmiferi andranno ad attingere dalle squadre di categoria superiore per rimpiazzare anche Badan e Rizzo, dopodiché potrebbe arrivare anche un altro giocatore offensivo ma pur sempre under. Non è di fuori ipotizzare che la Carrarese possa quindi diventare la favorita numero uno per la conquista del secondo posto, che garantirebbe il vantaggio di partire dai quarti di finale agli spareggi; una mina vagante che probabilmente in molti vorranno evitare. E dopo? Premesso che il risultato sportivo determinerà molto, pur essendo troppo presto per immaginare le strategie future, potrebbe non essere esclusa qualche riflessione per decidere cosa fare dopo questi tre anni ricchi di soddisfazioni, dove molti calciatori potrebbero essere alla fine del ciclo. La certezza è che a Carrara nessuno vorrà fare a meno di Baldini. (Jacopo Fanetti)

Foto: Facebook Carrarese

Fonte: Fol

 
17/01/20 16:57 | Ufficiale – Arriva Icardi in prestito. La carriera.
Ufficiale – Arriva Icardi in prestito. La carriera.

Il centrocampista Simone Icardi, classe 1996, arriva in prestito dall'Entella e ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2020. Il giocatore ha raggiunto oggi Siena e ha effettuato il primo allenamento con i nuovi compagni agli ordini di mister Alessandro Dal Canto. Icardi vestirà la maglia numero 7.

La carriera:

Ruolo: Centrocampista    
Nazionalità:  Italia    
Nato il:  13-09-1996    
A:  Roma    
Altezza 183 cm    
Peso 78 kg      
         
STAGIONE SQUADRA SERIE PRESENZE GOAL
2014-2015 LUPA CASTELLI ROMANI D 27 3
2015-2016 LUPA CASTELLI ROMANI C 10 1
2016-2017 CATANZARO C 29 3
2017-2018 CATANZARO C 5  
2017-2018 ENTELLA B 10  
2018-2019 ENTELLA C 27 2
2019-2020 ENTELLA B 0  
2019-2020 SIENA C    

La rosa attualmente a disposizione dell'allenatore Dal Canto
https://www.sienaclubfedelissimi.it/elementslist.php?id_tipo_atomo=17

Fonte: FOL

 

 
17/01/20 16:31 | Dal Canto: Per il salto di qualità non siamo pronti, avanti di gara in gara
Dal Canto: Per il salto di qualità non siamo pronti, avanti di gara in gara


Una lunga conferenza stampa, quella tenuta oggi da Alessandro Dal Canto. Tanti i temi affrontati, dal pareggio con la Juventus Under 23 alla sfida di Carrara, dalle condizioni della squadra al mercato.

JUVENTUS E CARRARESE AVVERSARIE SIMILI. “Nel modulo si assomigliano, nelle caratteristiche anche ma con la differenza che la Carrarese ha un pacchetto offensivo più incisivo. Siamo pure fuori casa, sarà dura, ma  andremo a fare la nostra partita, come lunedì scorso: secondo me la squadra nel complesso avrebbe meritato la vittoria, ci riproviamo. La Juventus U23 a tratti è stata passiva, a tratti ci ha aggredito, sia nel primo che nel secondo tempo. La differenza sta nel fatto che mentre nel primo tempo quando noi abbiamo provato a bucare ci siamo riusciti, nel secondo no, magari perché è subentrata un po’ di stanchezza. Mentre loro non hanno accusato cali fisici. Ma non ho visto dal campo presupposti per prendere gol, se non una mezza girata di Portanova spalle alla porta che ci può pure stare. Nel secondo tempo siamo mancati negli ultimi trenta metri, siamo calati molto nei due attaccanti. Abbiamo perso due punti che dobbiamo tentare di prenderci in un altro modo”.

IL MANCATO BALZO IN CLASSIFICA. “Abbiamo avuto tante volte la possibilità di farlo. Se abbiamo sempre fallito significa che non siamo in condizione di poterlo fare. Ne abbiamo parlato anche con i giocatori in modo disteso: se la squadra lesinasse impegno o avesse lacune sarei preoccupato. Se dà il massimo delle sue possibilità e non riesce a fare quel saltino… Il saltino può passare attraverso tanti aspetti, condizione, personalità, qualità, si vede che in uno di questi o in più di uno di questi non siamo ancora pronti. Ma l’anno scorso con l’Arezzo abbiamo conquistato il quarto posto negli ultimi minuti di Olbia-Pro Vercelli: credo che anche questo campionato si deciderà di nuovo nelle ultime giornate. Se dopo un girone siamo ancora tutte lì vuol dire che abbiamo la stessa levatura. Poi ci può stare che la molla scatti, ma a questo punto meglio pensare una partita alla volta, sennò commettiamo l’errore di arrivare alla partita con l’ansia per quello che dobbiamo fare”.

D’AURIA SECONDA PUNTA PENALIZZATO? “Io con il doppio trequartista ci ho giocato una volta sola, venti minuti con la Giana Erminio, poi quando loro hanno cambiato modulo, ci siamo messi con il 4-3-1-2. Ma cambia poco: Gianluca, in fase di possesso, se vuole si abbassa tra le linee e io non ho rigidità nei confronti dei giocatori che hanno quelle caratteristiche. Vale anche per Cesarini. A volte può sembrare che si giochi con il doppio trequarti perché loro vanno a cercarsi una posizione che è più consona a quello che sanno fare. Le prestazioni di D’Auria sono sempre state più o meno simili, non ha fatto vedere numeri o giocate nel corso della gara, è balzato all’occhio perché è diventato uno stoccatore. Ci sta pure che alla ripresa del campionato non fosse in grande condizione. Non sono preoccupato. Lui più che un rifinitore è uno che va ad attaccare gli spazi”.

CESARINI E LE EVENTUALI STAFFETTE. “Alessandro sta bene, anche se non va dimenticato che arriva da 35 giorni di stop. Ma se voglio fargli recuperare la condizione, devo farlo giocare. Sarà in campo dall’inizio? Il problema è che abbiamo tre incontri ravvicinati: ho necessità spiccia che sia più in condizione possibile, quindi è probabile che possa fare, almeno finché regge, una parte di gara consistente. Poi penseremo a quella dopo, perché ci sta che nei tempi di recupero non ce la faccia. Per quanto riguarda la difesa, lì non abbiamo nessun problema, ma non è escluso che in queste partite trovino tutti spazio. E non dimentichiamo che Serrotti e Guidone hanno 34 anni. Mercoledì qualcosa potrei cambiare, anche perché Olbia è una trasferta scomoda. Ci sono Campagnacci e Ortolini: anche Raffaele, se ce ne è bisogno, può giocare dal primo minuto, anche se finora l’ho impiegato poco”.

L’ARRIVO DI UN ATTACCANTE. “Se ne occupa la società. Se troveremo quello che ci serve ci muoveremo, altrimenti farò con quelli che ho. Le caratteristiche che deve avere visto che si era parlato di Cianci? Sì, ‘era’ perché è andato al Carpi… Dipende come un giocatore viene adoperato. Cianci l’ho incontrato circa 50 volte, può fare quello che gli pare e quando troverà una squadra in cui sarà l’attaccante principe, potrà fare benissimo. Non gli manca niente: ha forza, cattiveria, una discreta tecnica, è un mancino. Quando corre corre. La nostra situazione, a oggi, è che Cesarini è più rifinitore, D’Auria lo stesso, Guidone ogni tanto attacca la profondità, ma non è la sua qualità principale. Anche per stazza è una punta più di manovra. Ci servirebbe un attaccante che allunghi le linee, poi dipende quanto la squadra è brava a procurarsi quello che deve procurarsi. In ogni caso non paso le mie giornate a sperare che la società mi compri qualcuno, perché non ho tempo. Facciamo con quello che abbiamo, al meglio delle nostre possibilità, sapendo che siamo una delle sei-sette squadre che a gomitate cercheranno di guadagnare la miglior posizione possibile”.

LA NEW ENTRY SIMONE ICARDI. “Verrà a darci una mano: è un profilo che conosciamo, rispetto ad Arrigoni, Vassallo e Gerli ha caratteristiche diverse, è più simile a Da Silva. Ci può far comodo”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

 
17/01/20 14:15 | Icardi si allena con il gruppo all'Acquacalda
Icardi si allena con il gruppo all'Acquacalda

Aspettando l'ufficialità (questione di ore), Simone Icardi è appena arrivato al campo dell'Acquacalda, dove si allenerà tra poco con i nuovi compagni agli ordini di mister Dal Canto.

Fonte: FOL

 
16/01/20 19:02 | Fatta per Simone Icardi: arriva in prestito secco
Fatta per Simone Icardi: arriva in prestito secco

Tutto fatto per l'approdo di Simone Icardi alla Robur Siena. Il centrocampista della Virtus Entella arriva ai bianconeri con la formula del prestito secco. Già nella giornata di ieri filtrava ottimismo per il classe '96, che può ormai considerarsi a tutti gli effetti un nuovo calciatore dei toscani.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 
16/01/20 18:52 | Ufficiale-De Santis alla Viterbese
Ufficiale-De Santis alla Viterbese

Il Siena comunica di aver ceduto a titolo definitivo il difensore Eros De Santis alla Viterbese.

Fonte: Fol

 

 
16/01/20 18:21 | Leonardo Pericoli : “ Il comportamento dei ragazzi è più che positivo”
Leonardo Pericoli : “ Il comportamento dei ragazzi è più che positivo”

L'allenatore della squadra Under 14 Leonardo Pericoli ha parlato della stagione dei suo ragazzi tramite il sito ufficiale della società bianconera.

“Sono soddisfatto del lavoro svolto in questa prima parte di stagione, la voglia di mettersi a disposizione e l’entusiasmo della squadra durante gli allenamenti non ha fatto altro che agevolare il nostro percorso durante questi primi mesi di stagione. Ovviamente ci sono state anche delle differenziazioni in quanto alcuni ragazzi che provenivano da settori giovanili dilettantistici andavano messi in condizione di lavorare e migliorare, abituandosi ai nostri metodi di allenamento, leggermente differenti rispetto a quelli dei dilettanti. Il comportamento dei ragazzi in questa prima parte è stato più che positivo in quanto, oltre alla loro grande voglia di lavorare ed emergere, hanno iniziato a mettere a fuoco certe dinamiche che un ambiente professionistico può evidenziare”.

Fonte: Fol


 

 

 
16/01/20 18:13 | Gli impegni del settore giovanile nel fine settimana.
Gli impegni del settore giovanile nel fine settimana.

Questi gli impegni delle sei squadre del settore giovanile bianconero nel fine settimana.

Berretti
Siena- Olbia sabato alle ore 14:30 all'Acquacalda.

Under 17
Imolese-Siena domenica alle ore 15.

Under 16
Siena-Pistoiese domenica alle ore 15 all'Acquacalda.

Under 15
Imolese-Siena domenica alle ore 15.

 

Under 14
Siena-Pisa domenica alle ore 13 all'Acquacalda.

Under 13
Siena-Fiorenztina domenica alle ore 11 all'Acquacalda.

Fonte: Fol


 

 

 
16/01/20 17:52 | Prevendita Carrarese-Siena
Prevendita Carrarese-Siena

Attiva la prevendita per la partita Carrarese-Siena, in programma domenica 19 gennaio alle ore 17:30 allo stadio dei Marmi di Carrara. Il circuito di vendita è ETES, a Siena è possibile acquistare i biglietti presso la TABACCHERIA IL CHIASSO LARGO in Via Rinaldini, 7/9. Tel.0577 282162.
Online www.etes.it

Il prezzo relativo al settore ospiti è di 10 € (esclusi i diritti di prevendita). I biglietti per il settore ospiti saranno in vendita fino alle ore 19:00 di sabato 18 gennaio.

Fonte: Fol

 
16/01/20 13:21 | Robur, Cianci passa al Carpi: i retroscena
Robur, Cianci passa al Carpi: i retroscena

Non sarà alla Robur Siena il futuro di Pietro Cianci. Era il grande favorito, ma un colpo di scena ha rallentato e infine arenato definitivamente la trattativa con la punta che passerà a breve al Carpi. La squadra emiliana si aggiudica il classe '96 in prestito secco dal Teramo, club proprietario del cartellino. 

Da verifiche effettuate, le motivazioni che hanno portato i senesi a rinunciare all'attaccante sono da ricondurre a più fattori. In primis la decisione di temporeggiare, dando in questo momento maggior priorità alle uscite (in giornata il passaggio alla Viterbese di De Santis). Vista la situazione, malgrado i contatti concreti e la disponibilità al ritorno, Cianci e il suo entourage hanno deciso di accettare la corte dei biancorossi del tecnico Riolfo. I carpigiani spingono per averlo al più presto possibile, magari già per lo scontro al vertice contro il L.R. Vicenza di domenica, mentre i toscani avrebbero atteso le fasi conclusive della sessione invernale.

 La società valuta adesso altri profili. In lista, ma non è il solo, c'è ancora Matteo Brunori. Il Pescara non ha ancora sciolto le riserve per la partenza della punta, il cui cartellino appartiene al Parma. Il filo diretto con la Juventus, che lo aggregherebbe alla sua Under 23, è in corso. I toscani restano vigili, attendendo magari le ultime frenetiche giornate per pescare dall'ampio bacino di occasioni che si aprirà.

(Giacomo Principato e Niccolò Anfosso)

 
15/01/20 17:11 | Contatti con Simone Icardi, Confente resta: aggiornamenti dal mercato
Contatti con Simone Icardi, Confente resta: aggiornamenti dal mercato

Poco più di due settimane al termine della sessione di mercato invernale, la Robur Siena continua a muoversi. Soprattutto in uscita. Il passaggio di De Santis alla Viterbese sembra ormai una formalità, mentre su Setola il novero di squadre interessate continua ad aumentare. Il difensore ha richieste verrà lasciato partire con la formula del prestito.

Nelle ultime ore sono circolate voci di un possibile rientro anticipato alla base di Alessandro Confente, vale a dire al Chievo proprietario del cartellino. La società veronese tra Semper e Nardi non ha ancora trovato una quadratura definitiva e, stando ad alcune indiscrezioni, avrebbero fatto un pensiero proprio all'indirizzo del classe '98 che bene sta facendo in Toscana. Da verifiche effettuate risulta però che l'estremo difensore proseguirà il proprio percorso di maturazione agli ordini di Dal Canto. Lo stesso potrebbe valere per Nicola Andreoli, anche lui arrivato a titolo temporaneo dai clivensi, anche se finora protagonista solo in Coppa Italia - Serie C.

Buone nuove anche sul fronte delle entrate dove la società, tra gli altri nomi, valuta anche quello di Simone Icardi. Ai margini del progetto della Virtus Entella, dopo esserne stato protagonista nei due anni precedenti tra Serie B e C, tra la dirigenza e il classe '96 ci sono stati dei contatti. Duttile centrocampista, impiegabile sia come mezzala che mediano, vanta una buona conoscenza della terza serie maturata proprio con le maglie dei liguri e del Catanzaro. Oltre ai senesi ad aver espresso il proprio gradimento ci sono tra le altre Sudtirol e Teramo. Seguiranno aggiornamenti.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 
15/01/20 14:36 | La Carrarese si rinforza con il ritorno di Piscopo.
La Carrarese si rinforza con il ritorno di Piscopo.

L'attaccante classe '98, già alla Carrarese nelle scorse due stagioni, arriva dall'Empoli a titolo temporaneo fino al termine della stagione. 

Fonte: Fol

 

 
15/01/20 14:23 | Gerli: A Carrara partita aperta, dovremo sfruttare ogni occasione
Gerli: A Carrara partita aperta, dovremo sfruttare ogni occasione

Ha voglia di rifarsi subito la Robur, dopo l’amaro pareggio con la Juventus Under 23. Ha voglia di rifarsi Fabio Gerli: l’occasione la trasferta di domenica a Carrara, “una partita aperta” la definisce il centrocampista bianconero.

L’1-1 CON LA JUVENTUS. “Abbiamo disputato un ottimo primo tempo riuscendo a passare in vantaggio anche se con un gol fortunoso. Nel secondo siamo forse andati troppo in gestione, ma abbiamo sofferto poco o niente fino all’ ’85, quando, per una disattenzione, se così si può dire, abbiamo subìto il pareggio. Abbiamo dormito e perso due punti pesanti. Il calo nella ripresa? Dopo la pausa ci può stare che una squadra non riesca a essere brillante per 90 minuti. E non è un caso che il turno abbia riservato risultati strani, basti guardare al girone C: la Reggina ha perso la prima partita dell’anno. E’ anche vero che la Juve, con lo scorrere dei minuti ha guadagnato campo pur, come ho detto, non creandoci grossi pericoli fino alla rete”.


IL MANCATO SALTO DI QUALITA’. “Non so dare una spiegazione a questa cosa, ma è evidente: quando in palio ci sono punti pesanti non riusciamo a portare casa il risultato pieno. Da questo punto di vista dobbiamo assolutamente crescere, lottare ancora di più, approfittando di ogni occasione. Anche perché abbiamo speso giocato ottime partite, pur raccogliendo poco. Dobbiamo chiuderle prima? Può essere una chiave di lettura, ma è anche vero che in serie C tante partite finiscono 1-0, per esempio quella che abbiamo vinto con il Como: gara non bellissima, ma da tre punti”.


LO SCONTRO DIRETTO CON LA CARRARESE. “Tutte le partite sono importanti, ma ovviamente affrontare un’avversaria che ha i tuoi stessi punti, può darti uno slancio importante. Servirà umiltà: sarà una partita aperta, contro una squadra che attacca con tanti giocatori. Simile a quella con la Juventus che, essendo molto giovane qualcosa concede sempre ma, attaccando con tanti uomini, può anche metterti in difficoltà. Dovremo essere bravi a sfruttare ogni occasione e giocare la partita difensiva perfetta”.


I VARI CAMBI DI MODULO. “Non contano i numeri ma l’interpretazione che dai al tuo calcio. Che si giochi con uno o con due trequartisti a me fa poca differenza”. (Angela Gorellini)


Fonte: Fol

 
14/01/20 22:03 | Le decisioni del Giudice Sportivo. Vassallo e Foresta (Carrarese) squalificati.
Le decisioni del Giudice Sportivo. Vassallo e Foresta (Carrarese) squalificati.

Il Giudice Sportivo in merito alle gare della 21a giornata del girone A ha adottato i seguenti provvedimenti:
Società
1000 euro di multa alla Giana Erminio perché propri sostenitori più volte durante la gara indirizzavano verso il direttore di gara frasi offensive ed oltraggiose.
Giocatori
Tre giornata a Quagliata (Pro Vercelli), Moleri (Lecco)
Una giornata a Gambaretti (Giana Erminio), Bruzzo (Pontedera), Fedato (Gozzano), Foresta (Carrarese), Fossati (Monza), Buzzegoli (Novara), Lella (Olbia), Camilleri (Pistoiese), Anghileri e Baniya (Renate), Vassallo (Siena).

Fonte: Fol

 

 
14/01/20 20:14 | Il bicchiere di Federico Castellani
Il bicchiere di Federico Castellani

Rimane soltanto amarezza a fronte di una partita che poteva e doveva essere portata a casa completamente. Per molti motivi. Uno fra tutti perché, da ora in poi, gli sbagli contano il doppio se vuoi raggiungere il risultato più volte sbandierato della piazza d’onore. Al momento lontana molti punti. Cominciano ad essere troppi.

MEZZO PIENO

Un primo tempo fatto con buona intensità anche se, anche in questa fase, troppi gli errori in fase sia conclusiva sia difensiva. Ma la sorte ci aveva dato una opportunità che non abbiamo saputo cogliere.

MEZZO VUOTO

Un secondo tempo irriconoscibile. Impacciati, lenti, rinunciatari e magari anche impauriti da una troupe di ragazzotti che se la giocavano come fosse un buon allenamento. Reparti slegati con prestazioni dei singoli ( sotto gli occhi di tutti) imbarazzanti. Qualche fiammata dopo il pareggio ma troppo tardi. Si poteva fare meglio? Certo si poteva tentare. Si poteva, la butto là, cambiare atteggiamento tattico. Serrando le fila e umilmente cercare di congelare la partita invece di restare a far diga dieci metri davanti alla difesa senza capacità di legare con il reparto avanzato. Isolatissimo e senza a quel punto, la necessità della seconda punta. Aiutando a proteggere una difesa che proprio non ce la fa a stringere le maglie se disposta a quattro. Costretta al fallo sistematico lontano dall’area per impedire il fraseggio avversario ma così facendo dando opportunità a punizioni traversoni e mischie dai quali, alla fine, prendi te -prende lui -prendo io ci è scappato il pareggio. Film già visto. Purtroppo.

Fonte: FOL

 

 

 

 
14/01/20 18:56 | Pressing su Cianci, Brunori complicato: le ultime sul mercato
Pressing su Cianci, Brunori complicato: le ultime sul mercato

Continua la ricerca di una punta in casa Robur Siena. Diverse le idee, così come i nomi accostati al bianconero. Ognuno in una situazione diversa. Si parte con Andrea Magrassi della Virtus Verona, classe '93 di proprietà della Virtus Entella che difficilmente lascerà i veneti in questa sessione di mercato. A più riprese sia da parte ligure che da parte della stessa società rossoblu sono arrivate conferme in merito. L'interesse della Robur c'è stato, è innegabile, ma le probabilità di un suo arrivo in Toscana sono davvero basse. Discorso simile per Matteo Brunori, il profilo forse più gradito e su cui la società pare aver puntanto sin dall'inizio incontrando nel percorso alcune difficoltà: dalla volontà dell'agente, a quella del Parma e infine all'inserimento della Juventus. I torinesi vorrebbero legare l'ex Arezzo alla propria squadra Under 23 e per convincere la punta hanno proposto un contratto plurenniale a cifre non indifferenti. Operazione che sembra essere in discesa, ma nel calciomercato mai dire mai.

E allora chi prenderà il Siena? Non semplice rispondere a questa domanda, sebbene tutti gli indizi portino a Pietro Cianci. La dirigenza è in forte pressing sull'attaccante del Teramo che in estate ha fatto un importante investimento per portarlo in Abruzzo (ha firmato un pluriennale a cifre alte) e adesso non vorrebbe privarsene a titolo definitivo salvo offerte irrinunciabili (si parlerebbe di qualcosa tra i 500 e 400 mila euro). I teramani sono comunque disponibili a trattare una partenza a titolo temporaneo del proprio giocatore, probabile a quel punto un prestito secco. Da parte sua il classe '96 sarebbe ben felice di tornare all'ombra della Torre del Mangia, alla luce anche del buon rapporto che lo lega alla tifoseria. 

INCOGNITA CAMPAGNACCI - Giungono conferme circa l'interesse dell'Arzignano per Alessio Campagnacci. Non è però detto che il calciatore lasci il bianconero. Da quel poco che la società lascia trapelare l'intenzione sembra quella di trattanere l'ex Benevento, elemento sul quale la dirigenza e il tecnico Dal Canto ripongono molta fiducia. Le vie del mercato sono però imprevidibili e nel turbinio delle frenetiche ultime giornate di trattative può accadere di tutto.

(Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 
14/01/20 15:52 | Robur subito in campo per preparare la trasferta di Carrara.
Robur subito in campo per preparare la trasferta di Carrara.

Dopo la partita di ieri sera con la Juventus U23, è ripresa questa mattina la preparazione della squadra in vista della trasferta a Carrara di domenica prossima. Seduta in piscina per i giocatori impiegati ieri dal primo minuto, lavoro tecnico-tattico per il resto della rosa. Questo il programma degli allenamenti della settimana:
– Mercoledì: ore 14:30
– Giovedì: ore 15 (partitella con la Berretti)
– Venerdì: ore 14:30
– Sabato: ore 10:30

Fonte: Fol

 

 
14/01/20 15:45 | Carrarese-Siena arbitra Santoro. I precedenti.
Carrarese-Siena arbitra Santoro. I precedenti.

La partita partita Carrarese-Siena, in programma domenica 19 gennaio alle ore 17.30, e valida per la 22a giornata, sarà diretta Alberto Santoro della sezione di Messina. Gli assistenti saranno Davide Moro di Schio e Alberto Zampese di Bassano del Grappa.
Santoro ha gia diretto la Robur in due occasioni:
2017-2018 Viterbese-Siena 1-3
2018-2019 Juventus U23-Siena 2-3

Fonte: FOL

 

 
14/01/20 15:20 | L'analisi tecnica di Siena-Juventus U23 a cura di Francesco Guidarelli
L'analisi tecnica di Siena-Juventus U23 a cura di Francesco Guidarelli

La ripresa del campionato porta solo un punto alla Robur, al termine di una partita povera sul piano tecnico e ravvivata solo da due gol, uno per parte, frutto di errori difensivi delle  squadre.

I bianconeri sono scesi in campo con la difesa a quattro, centrocampo a quattro ma con Serrotti più avanzato per dare sostegno alle due punte; manca Cesarini ancora in fase di recupero dall’infortunio e si vede.

Il giocatore che più aveva brillato nella parte finale del girone d’andata, D’Auria, si è ripresentato all’appuntamento completamente diverso da come l’avevamo visto; legnoso, rallentato nei movimenti e privo delle iniziative che l’avevano portato a guadagnarsi il posto, inoltre non ha conferito peso all’attacco muovendosi a cercare palla senza però prenderla, con Guidone isolato nei tentativi di duetto con il compagno di reparto. 

La partita si è svolta quindi a centrocampo dove i nostri, più agili, hanno lavorato molti palloni ed acquisito una supremazia che purtroppo non ha trovato sbocco verso gli attaccanti, più volte si sono visti inserimenti in area sia di Serrotti che di Vassallo ma la palla non è arrivata e le conclusioni dalla distanza sono state spesso forzate per assenza di alternative.

Pe fortuna che una di queste è scivolata di mano al portiere ospite ed è finita in rete, regalando a Da Silva la gioia del gol per un vantaggio sicuramente meritato ma fortuito però questo è il calcio, poco prima la Juve under23 aveva sciupato una ghiotta occasione cogliendo prima il palo e sparando alto sulla traversa il pallone rimbalzato in campo.

Tutto era nato da una sequenza di errori difensivi iniziati da Migliorelli, poi Baroni e D’ambrosio non sono riusciti ad intercettare in area la palla e la conclusione sopra la traversa ci ha graziati: unico rischio in tutto il tempo ma poteva bastare per come siamo abituati a vedere al Rastrello.

La difesa anche ieri si è spesso incartata nel giro palla difensivo, arretrando talvolta fino alla linea di fondo, Confente è stato utilizzato sovente come terminale di passaggi che non avevano altro sbocco ed abbiamo sudato freddo; dopo venti partite continuiamo a commettere gli stessi errori rianimando le squadre avversarie anche quando queste non producono niente.

La Juventus under23 non è una grande squadra ed ha mostrato grossi limiti ma è bastato loro alzare il pressing per metterci in crisi; il solo Baroni ha provveduto a rilanciare in avanti quando era il caso, D’Ambrosio e Migliorelli invece si son fatti togliere la palla dai piedi quando non l’hanno direttamente passata agli avversari.

Il buon D’ambrosio, che dovrebbe rappresentare il riferimento per l’intera difesa, ha passato più palloni agli avversari che ai compagni di squadra!

Nella ripresa la Robur ha giocato solo di contenimento, la formazione di Pecchia, rimodulata con i cambi per spostare in avanti l’asse del gioco, ci ha inchiodati nella tre quarti difensiva e ci ha costretti a difendere il risultato confidando sulla tenuta del reparto arretrato.

Dal Canto non ha risposto subito, l’ha fatto ad un quarto d’ora dalla fine inserendo Campagnacci e Arrigoni per D’Auria e Da Silva ma senza una svolta tattica, Arrigoni si è fatto sentire subito, Campagnacci no.

Il secondo tempo quindi è stato a senso unico, la Juve in avanti, seppur con scarsa incisività, la Robur a chiudere dietro senza riuscire a proporsi in attacco, in tutto il tempo i bianconeri non sono riusciti a tirare in porta e le punte non hanno mai guadagnato spazio per tenere palla e far rifiatare la squadra.

Il pareggio è stata la logica conseguenza dell’andamento della gara, mancava poco alla fine ma questo non modifica la situazione che si era creata in campo, la Robur è una squadra vulnerabile soprattutto se deve gestire la partita, spiace dirlo ma di esempi ce ne sono stati molti ed è difficile cambiare le caratteristiche dei giocatori in poco tempo.

Quando pare arrivato il momento cruciale per una svolta del campionato la Robur inciampa su se stessa esponendo i grossi limiti tecnici e caratteriali del proprio organico, strano che si continui con insistenza a riproporre valutazioni discutibili: i punti in classifica sono arrivati in maniera anomala senza il conforto di una stabilità ed una identità precisa, a volte abbiamo interpretato bene i singoli episodi altre volte no, manca un filo logico che consenta un’esatta definizione della squadra bianconera.

Mister Dal canto a volte pare rassegnato ad un percorso a singhiozzi e riconduce alla normalità anche situazioni che normali non sono, come l’utilizzo di Campagnacci in quel ruolo oppure di Ortolini per due minuti, ma soprattutto le considerazioni sulla difesa che non è un argine sicuro e alla quale viene chiesto di iniziare l’azione da dietro senza che gli interpreti abbiano le caratteristiche per farlo.

Peccato che con un centrocampo così il resto della squadra non riesca a recitare a soggetto: le punte non tengono un pallone e non concludono quasi mai, la difesa regala occasioni agli altri nonostante abbia tra i pali un portierone come Confente.

Serrotti ha giocato una gran partita, ha recuperato un’infinità di palloni ed ha fatto valere la sua velocità nei disimpegni ma non ha l’ultimo passaggio ed anche le proiezioni in area non sono arrivate mai a conclusione; Gerli e Vassallo, con Arrigoni dopo, hanno tenuto il campo autorevolmente e vinti i duelli diretti ma non è bastato perché sono mancate le conclusioni a rete.

In avanti siamo lenti e la coppia odierna non ha brillato per l’intesa, senza movimento non si consentono le verticalizzazioni e si blocca la manovra per cui risulta facile per gli avversari aspettarci e ripartire.

Anno nuovo, storia vecchia, speriamo…

Fonte: FOL

 
14/01/20 09:33 | La protesta dei tifosi contro le squadre B.
La protesta dei tifosi contro le squadre B.

In occasione della partita di ieri con la Juventus U23 i tifosi organizzati hanno protestato contro il progetto delle squadre B in Lega Pro che secondo loro falsa il campionato e non rappresentano ne una città e nemmeno una tifoseria.
I Figli di Siena hanno deciso di non entrare allo stadio spiegando le loro ragioni con un comunicato uscito in settimana. Il Siena Club Fedelissimi ha attaccato uno striscione di protesta al posto del loro in Gradinata Paolo De Luca.

Fonte: Fol

 

 

 
14/01/20 09:27 | Anna Durio: "Il nostro progetto va avanti e proviamo ad andare in serie B"
Anna Durio: "Il nostro progetto va avanti e proviamo ad andare in serie B"

Nel pre partita di Siena-Juventus U23 la presidente Anna Durio è stata intervistata in campo dal giornalista della Rai.
Volete andare in serie B?
“Me lo auguro, noi da quando siamo qua ci stiamo provando. Portando avanti un progetto e vogliamo proseguire. Abbiamo fatto crescere il settore giovanile con due squadre in più ed abbiamo anche creato le squadre femminili. Il problema restano i campi di allenamento che non ci sono. Comunque noi abbiamo fatto il nostro e andiamo avanti”.
Soddisfatti di Dal Canto?
“E' un bravo allenatore, lavora bene e la squadra lo segue al meglio ma non l'ho ingaggiato, non mi sostituisco a chi in società svolge la parte tecnica”.


Fonte: Fol

 

 

 
14/01/20 01:14 | Le pagelle di Robur Siena-Juventus U23
Le pagelle di Robur Siena-Juventus U23

CONFENTE 6: effettua due uscite sventando un paio di minacce su cross laterali. Non viene mai impegnato tra i pali.

 

LOMBARDO 6: nella prima frazione è intraprendente, abbassa il proprio raggio d’azione nei secondi 45’ quando avrebbe potuto prendere campo vista la posizione accentrata degli esterni bassi della Juve.

 

D’AMBROSIO 6: si fa beffare da Beltrame nell’unica chance degna di nota dei piemontesi, ma copre bene gli spazi senza correre rischi. 

 

BARONI 6: imposta dal basso e controlla bene le sortite offensive del pericoloso Dany Mota. 

 

MIGLIORELLI 5,5: arriva al cross in poche circostanze. È disattento nel perdere la marcatura di Tourè che insacca da due passi. 

 

DA SILVA 6,5: pericoloso tra le linee, va in goal con l’evidente complicità di Loria ma si rivela pimpante rispondendo presente alla chiamata di Dal Canto. 

 

GERLI 6: fa il suo in cabina di regia, anche se alcune volte potrebbe guadagnare un tempo di gioco forzando la giocata anziché eseguire il passaggio orizzontale. 

 

VASSALLO 6: lotta e rincorre su tutti i palloni. Prende un’ammonizione ingenua che lo costringerà a saltare la trasferta di Carrara. 

 

SERROTTI 6: propositivo tra le linee in avvio, si batte molto anche nella fase d'interdizione. Cala d’intensità nella ripresa. 

 

D’AURIA 6: lavora bene il pallone anche se non attiva la modalità estro che avrebbe portato maggiore imprevedibilità offensiva. 

 

GUIDONE 5,5: spento e mai pericoloso. È efficace nelle sponde, ma la posizione eccessivamente lontana dalla porta gli preclude la possibilità di battuta a rete. 

 

OUKHADDA SV 

 

CAMPAGNACCI SV

 

ARRIGONI SV

 

ORTOLINI SV

 

Che si può dire? Due punti persi e poco da aggiungere. Il modo di portare a casa il punteggio pieno c’era tutto, se non fosse stata, ancora una volta, una disattenzione a rovinare tutto. E poco importa se in sospetto fuorigioco, tanto in C non esiste il VAR (e probabilmente non ci sarà mai). Si poteva tranquillamente uscire dal campo con in mano il successo, visto anche l’andazzo di una gara che la Robur ha comunque tenuto in controllo. Pur subendo troppo nella ripresa. Dal mercato sono necessari dei correttivi, è evidente.

 

(Niccolò Anfosso e Giacomo Principato)

Fonte: FOL

 

 

 

 

 

 

 

 

 
14/01/20 01:06 | Coccolo: “La Juventus U23 punta ad entrare nei playoff”
Coccolo: “La Juventus U23 punta ad entrare nei playoff”

“Una gara equilibrata, il pari è giusto e ce lo siamo meritato”. Parola di Luca Coccolo, difensore della Juventus U23. “A tratti c’era un’intensità anche alta – spiega - poi è normale che ci si stanca più facilmente in questo periodo e abbiamo rallentato un pochettino”. “Il Siena – continua Coccolo - ha tutti giocatori bravi e di categoria, noi siamo più giovani ma è stata una bella prova e sono contento di come è andata. L’obiettivo? Puntiamo ad entrare nei playoff”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
14/01/20 00:59 | Pecchia: “Pari giusto, un piacere tornare a Siena”
Pecchia: “Pari giusto, un piacere tornare a Siena”

Fabio Pecchia, mister della Juventus U23, ha parlato in zona mista. Queste le sue considerazioni:

Pari ok – “E’ stata una buona partita, considerando che la ripresa è sempre difficile e ci possono essere delle sorprese. Credo che il pari sia giusto”.

La gara - Il Siena ha avuto qualche situazione all’inizio, ma niente di pericoloso, la prima palla gol è stata nostra e l’abbiamo sprecata. Nella ripresa la squadra ha tenuto il pallino provando a giocare e creando tante situazioni in cui potevamo far male, anche se nessuna pericolosa”.  

Siena da calciatore – “Fu una stagione positiva, bella, vissuta bene sia professionalmente che umanamente. Avevo anche qualche anno meno (ride, ndr), però è sempre un piacere tornare. C’era un altro ambiente, sì, e anche la categoria era diversa. Mi auguro che il Siena possa tornare quanto prima nelle categorie che gli competono”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
14/01/20 00:49 | La fotogallery di Siena-Juventus U23 a cura di Nicola Natili
 
14/01/20 00:20 | Rivedi gli highlights di Siena-Juventus U23
14/01/20 00:14 | I Fedelissimi organizzano un pullman per la trasferta di Carrara.
I Fedelissimi organizzano un pullman per la trasferta di Carrara.

Il Siena Club Fedelissimi organizza un pullman per la trasferta a Carrara di domenica prossima 19 gennaio. La partenza è fissata per le ore 14 da San Prospero. La spesa è di 25€, mentre per i soci del club 20€ (la tessera può essere fatta anche in pulman).

Per le prenotazioni sms o whatsapp a Lorenzo al numero 3316019088 fino ad esaurimento dei posti.

Fonte: Fol

 

 
14/01/20 00:10 | Vassallo: “Primo tempo ottimo, nella ripresa abbiamo sofferto”
Vassallo: “Primo tempo ottimo, nella ripresa abbiamo sofferto”

Francesco Vassallo, centrocampista della Robur, ha parlato in zona mista. Queste le sue dichiarazioni:

Il match – “Abbiamo fatto un primo tempo ottimo. Nel secondo abbiamo sofferto, non so se per un calo fisico o perché loro ci hanno messo sotto pressione. Più la seconda opzione che la prima secondo me. Abbiamo sofferto ma senza concedere grosse palle gol. Non possiamo prendere l’1-1 in questo modo”.

Occasioni mancate – “Quest’anno abbiamo avuto tanti momenti per fare il salto di qualità, non ne abbiamo mai approfittato e un motivo ci sarà”.

Carrara – “Ci ho segnato di recente, ma purtroppo sarò squalificato. Però si giocherà il mercoledì dopo quindi bisogna stare sempre pronti. L’ammonizione? Ho tirato via una palla non per protesta o chissà cosa, poteva anche non darla perché la partita non era cattiva”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
13/01/20 23:56 | Da Silva: “Contento per il gol, dispiaciuto per il risultato”
Da Silva: “Contento per il gol, dispiaciuto per il risultato”

Primo gol stagionale per Gladestony Da Silva, con la complicità del portiere Loria. “Sono contento per il primo gol con la maglia, non è uscito un tiro veramente forte ma nel calcio conta anche la fortuna”, spiega l’italobrasiliano nel post-partita. “Mi dispiace per il pareggio finale, dobbiamo fare un salto in più. Era la prima partita dopo il riposo e non è facile, abbiamo tenuto bene, loro sono forti individualmente”. “Anche se non gioco – continua Da Silva - cerco di fare il mio meglio. Se ho più minuti in campo posso dare di più, ma quella è una scelta del mister”. Accanto a lui, in sala stampa, c’è Francesco Vassallo. “Ciccio è uno che conta tanto, mi aiuta ogni giorno in allenamento. Noi brasiliani abbiamo un’altra mentalità rispetto a quella italiana e lui mi trasmette la cattiveria giusta”. (G.I.)

Fonte: FOL

 
13/01/20 23:47 | Dal Canto: “Peccato per il gol finale. Il mercato? A me piacerebbe Khedira…”
Dal Canto: “Peccato per il gol finale. Il mercato? A me piacerebbe Khedira…”

Alessandro Dal Canto ha parlato nel post partita in zona mista. Queste le sue considerazioni:

La gara – “Nel primo tempo abbiamo fatto molto bene, senza creando occasioni devastanti ma buoni presupposti. Siamo stati fortunati nel gol che però è meritato. Nel secondo tempo c’è stato un predominio della Juve ma senza rischiare molto. A parte la punizione nel finale, peccato perché il gol sembra in leggero fuorigioco”.

Arrigoni e Da Silva – “Sono due giocatori che sanno giocare e far gol. Da Silva ne ha falliti parecchi e poteva averli fatti di più. Mi garantisce fisicità contro una squadra con tasso fisico elevato, sicuramente maggiore del nostro”.

Mercato – “Se può arrivare un altro centrocampista? Vediamo che ci offre il mercato. Oggi faccio con quelli a disposizione, se ne arriva uno in più bene sennò vado avanti. Abbiamo le idee chiare, è chiaro che a me piacerebbe Khedira, tanto per fare un nome, ma dipende anche dalle situazioni che si presentano”.

Classifica – “Niente terzo posto? Vuol dire che non siamo ancora maturi, una squadra che ha già fatto questo step oggi avrebbe vinto. Noi non ci siamo riusciti. Anche se poi, se il gol lo annullano, vinci la partita”.  

Cesarini – “Avrà una settimana in più, sicuramente uno spezzone lo farà ma sono più che 30 giorni che è fuori e il suo rientro deve essere una cosa sensata”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL