Neto: “A Cagliari possiamo fare un risultato positivo”

E' arrivato senza troppi proclami, in punta di piedi. Per la prima volta, Luís Neto ha lasciato il suo Portogallo per raggiungere il campionato che sognava da bambino. Non ha avuto neanche il tempo di imparare una parola d'italiano che mister Cosmi gli ha dato fiducia. Nove partite su nove in campionato, una prestazione migliore dell'altra, qualunque risultato abbia dato il campo. Anche contro il Palermo. “Dopo tre sconfitte consecutive – ha spiegato il difensore -, non è facile scendere in campo in casa con l'obbligo di vincere, all'inizio eravamo un po' impauriti e dopo qualche errore ci siamo fatti prendere dal nervosismo e non siamo riusciti a ripartire come sappiamo. Il Palermo ci ha creato qualche difficoltà. Il pareggio alla fine è positivo. In questi mesi abbiamo lavorato tanto e sofferto, ma bisogna fare di più, i punti casalinghi ci servono”. Guarda avanti, allora. “Sono molto fiducioso sulla gara di mercoledì – ha proseguito -, il Cagliari è una squadra alla nostra portata, il punto guadagnato sabato ci ha dato morale, siamo sereni e vogliamo tornare a muovere la classifica. Credo in un risultato positivo”.
Ottima difesa, quella bianconera. “Se prendiamo pochi gol il merito è di tutti – ha dichiarato Neto -, una squadra si difende sempre con tutti gli undici effettivi. Le buone prove sono il frutto del lavoro”. “Per quanto mi riguarda – ha aggiunto il portoghese -, sono contento per il mio inizio di stagione, meno per la classifica della squadra. D'altra parte siamo partiti con un handicap pesante e se non ci fosse stata la penalizzazione adesso saremmo a quota 9. So che devo ancora crescere e ogni giorno mi impegno per migliorare. I ragazzi mi hanno aiutato tanto, li ringrazio, come ringrazio la società, lo staff, i tifosi bianconeri”. Soprattutto loro. “Siena è un po' come la mia città – ha sorriso -, piccola ma che vive la sua squadra con cuore e passione. Mi hanno accettato subito con grande simpatia, abbiamo bisogno di loro, devono starci vicino fino alla fine”.
Grazie all'ottimo campionato che sta disputando con la maglia bianconera, Neto ha conquistato la prima convocazione della nazionale maggiore del Portogallo. “E' stata una grande soddisfazione, una bella esperienza – ha chiuso il difensore -; indossare la maglia della squadra del proprio Paese è il sogno di ogni bambino che inizia a giocare a calcio. Il mio primo obiettivo è comunque fare bene con il Siena, perché è solo facendo bene con la squadra di club che puoi ambire a raggiungere la nazionale. Spero di avere altre chiamate, perché significherebbero che anche in campionato tutto procede come deve”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line