Neglia: “Mi sono tolto un grande peso, adesso non voglio fermarmi”

L’ultimo suo gol in amichevole è datato 23 luglio 2017, a Castel del Piano. L’ultimo in campionato addirittura lo scorso anno, con la maglia della Viterbese, proprio contro il Siena. “E’ vero, una coincidenza assurda”, commenta Samuele Neglia, che si gode il momento dopo una prima parte di stagione stregata. “Appena ho visto che è entrata la palla è stata una liberazione. Mi sono tolto un peso che avevo da mesi. Ero etichettato per le ottime prestazioni ma il gol, per uno che gioca davanti, è importante. Poi se regala i tre punti, meglio ancora”. Neglia spiega che non ha una dedica particolare, ringrazia Guberti per il grande assist e saluta il neo arrivo Santini: “non è che conosco molto, l’ho incrociato l’anno scorso e i numeri parlano per lui. Se può darci una mano ci può fare solo piacere”. Poi, si torna alla partita, iniziata in salita e finita in discesa. “Siamo stati presi alla sprovvista per una nostra distrazione, recuperare in un campo del genere non è mai facile ma abbiamo alzato la testa e preso il pallino del gioco”. Neglia che ormai, con Marotta che si allarga e Guberti che svaria, è ‘costretto’ a fare il centravanti puro: “cerco di fare quello che vuole il mister, mi adatto all’economia della squadra per poter essere utile”. Per lui, comunque, il 2018 si è aperto al meglio e quel sinistro ad incrociare potrebbe segnare davvero lo spartiacque della stagione. “A livello realizzativo voglio avere altre soddisfazioni. Lo spero davvero perché ci tengo”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol