Mulinacci: «Ci sono rimasto male». Bottoni: «Ora scegliere bene»

A poche ore dalla rottura tra la Robur e Morgia c’è stato un incontro tra i gruppi e i club della tifoseria. Quanto emerso dal confronto verrà ufficializzato oggi in un comunicato. «Alla notizia del mancato accordo ci sono rimasto male, benché fosse nell’aria – ha detto Lorenzo Mulinacci, presidente dei Fedelissimi -, con Morgia saremmo ripartiti da una base solida. Detto questo ringrazio il mister per tutto quello che ha fatto e gli auguro un grosso ‘in bocca al lupo’, ma se le strade non convergevano era impossibile andare avanti. La conferma sarebbe dovuta avvenire su un progetto tecnico e sportivo, non sulla pressione della piazza. Ci sono tante voci sul nuovo mister, mi piace l’idea di una ex bandiera. Il futuro è la cosa che mi preoccupa di più, al momento siamo a zero. Ponte deve prima di tutto chiarire se ha la forza di sostenere un campionato da solo o se entreranno dei soci: nella seconda ipotesi si sbrighi a chiudere con una delle cordate di cui ha parlato. Altrimenti venda se c’è qualcuno interessato». «Premettendo che la società deve agire come meglio crede – ha aggiunto Cristiano Bottoni dei Vecchi Ultras -, vogliamo capire meglio la mossa fatta, non per difendere Morgia, ma perché ha lavorato bene, conosce l’ambiente e aveva un programma. Evidentemente anche Ponte avrà un programma da mettere in pratica a brevissimo… Chiederemo un incontro con il presidente dove dovrà spiegarcelo punto per punto. Sul nuovo allenatore nessuna preferenza, siamo per il Siena. Ma pretendiamo sia una scelta oculata, un uomo di esperienza con a disposizione una squadra di livello».

Fonte: La Nazione