MPS: LA NAZIONE RILANCIA IL NOSTRO “SCOOP”

La Banca Monte dei Paschi di Siena detiene in pegno dallo scorso 30 maggio il 2,759% del capitale di AS Roma. La quota è detenuta per il 2,756% dalla neo-acquisita Antonveneta.  La notizia è emersa dalle comunicazioni della Consob dell’altro giorno sulle partecipazioni rilevanti. Contestualmente, Royal Bank of Scotland, a cui era in pegno il pacchetto del 2,756%, è uscita dal capitale del club giallorosso. Il 30 maggio corrisponde alla data di perfezionamento della cessione della partecipazione di controllo di Antonveneta a Mps da parte di Royal Bank of Scotland.
La notizia non è sfuggita ai tifosi bianconeri, e sul sito del Siena Club Fedelissimi si è aperto un dibattito sulla «sorpresa» che hanno trovato i banchieri dell’istituto bancario cittadino nell’acquisizione dell’Antonveneta.«Ma non dicevano – chiede un tifoso – che il Mps non poteva entrare direttamente in una società di calcio? Tramite la sua Monte Parma è nel Parma, ora nella Roma. Allora poteva entrare anche direttamente nel Siena… cosa che avrei gradito moltissimo». «Pensate se tutti questi quattrini fossero riversati nella Robur che scintille si farebbe…», scrive un altro tifoso bianconero.
Fonte: La Nazione