Morgia: “Si diventa campioni di Italia solo in serie A e D”

L'allenatore bianconero dopo l'allenamento tenuto oggi pomeriggio a Porto Recanati dove la squadra è in ritiro ha rilasciato alcune dichiarazioni al sito ufficiale della società.

Una finale è sempre una notte prima degli esami, riusciremo a dormire?
"Senz'altro sì. Dormiremo e l'affronteremo con entusiasmo e serenità dopo il grande impegno profuso in campionato. Lo vivremo come un premio”.

Raggiunto l'obiettivo primario, questo traguardo come lo si considera?
"Come una cosa straordinaria. Si diventa campioni d'Italia solo con la Serie A, con il campionato Primavera ed in serie D quindi uno scudetto è sempre una cosa che inorgoglisce e noi ce lo lotteremo con grande determinazione”.

Pisaneschi che ieri sera era a Macerata, dell'Akragas che ha raccontato?
"Che è una squadra fortissima; la squadra più forte tra quelle che abbiamo affrontato fino ad ora. 4-2-3-1 il loro modulo tanta esperienza ed un reparto offensivo molto importante”.
Quando il risultato a disposizione è solo uno, lo si affronta ancora con le tre punte?
"Vedremo, non è sicuro. Non abbiamo tempi di recupero, per la prima volta in carriera mi trovo a giocare domenica, giovedì, sabato una cosa scellerata che non premia l'impegno di chi la deve giocare questa finale. Avrò bisogno di forze fresche quindi 2 o 3 cambi potranno essere possibili”.

Fonte: Robur Siena