Morgia: Domani in campo da Siena, Vergassola il nostro valore aggiunto

Ci sono giocatori la cui importanza non si misura soltanto in campo. Ma anche fuori, per la loro personalità, per la loro storia, per il loro valore umano: Massimo Morgia, alla vigilia di Robur-Colligiana, riparte dal capitano bianconero, Simone Vergassola. “In un calcio che ha perso le bandiere fatta eccezione forse per Buffon e Totti – ha detto il mister -, Simone lo è. Fosse solo per l’aver abbracciato il progetto Siena, che con la sua presenza assume ancora più peso. Lui è il nostro valore aggiunto, anche se non gioca. Basta la sua presenza al campo, la voglia di stare con i compagni e dare una mano ai giovani a crescere per farlo essere importante. E’ un uomo eccezionale e se dovremo aspettarlo qualche settimana in più non fa niente. E’ sempre con noi e non deve abbattersi. L’ho visto molto dispiaciuto: sperava di rientrare, ma mercoledì ha provato e ha accusato ancora dolore”. “Vorrebbe poter dare un contributo concreto – ha aggiunto Morgia -, ma non c’è fretta. Basta una parola, un consiglio, un suo gesto per rendere utile la presenza di Simone: è il simbolo del Siena, della serie D, del calcio”. Buone notizie, dall’infermeria, arrivano invece da Zane. “Non si allena ancora con noi – ha spiegato l’allenatore della Robur -, ma ieri ha ripreso a calciare e a lavorare con la palla. La prossima settimana potrebbe tornare a disposizione. Cason? Sta bene (si è infortunato alla spalla sinistra giovedì durante l’amichevole con il Pianella ndr), è a disposizione”. Sarà quindi il classe ’95 a scendere in campo nel derby con la Colligiana. “Sono tutti abili e arruolabili – ha detto Morgia -. La Colligiana è una squadra giovane, ben attrezzata, guidata da un mister, Carobbi, che conosce molto bene la serie D. Non sarà facile, considerando che come sempre gli avversari ci affronteranno con il coltello tra i denti. ma se giocheremo da Siena sapremo farci valere. E’ vero, siamo un gruppo compatto, che non molla, umile, che sa sacrificarsi. Ma anche di carattere: sarebbe un paradosso se non rappresentassimo lo spirito di appartenenza che tanto caratterizza la città di Siena. Lo dico sempre ai ragazzi: nel bene e nel male non devono mai farsi condizionare dai risultati. A Civita mi sono arrabbiato con cason perché sul 6-1 ha commesso una leggerezza… Le partite, come diceva Boskov, finiscono al triplice fischio…”. La Robur sta crescendo e della rosa bianconera potrebbero far parte anche i tre ragazzi in prova, Viana, Pasaric e Russo. “Io ho dato parere positivo – ha affermato il mister -, adesso valuteremo con la società il da farsi. Pasaric è un bel tassello per la difesa, Russo potrebbe essere utile per rinforzare l’attacco: lo conoscevo già, ha grandi qualità, non a caso il Parma gli ha fatto firmare un contratto di tre anni”.” Credo che il reale valore delle squadre – ha chiuso Morgia – lo capiremo a fine novembre, inizi di dicembre. Per quanto ci riguarda siamo ancora in fase di maturazione: non mi era mai capitato di partire in ritardo con la preparazione”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line