Montanari…ma non dovevamo vederci più? Presentata citazione contro il Comune di Siena. La risposta dell’Amministrazione

È pervenuto questa mattina, lunedì 6 maggio, al Comune di Siena l’atto di citazione presso il Tribunale Civile di Siena da parte di Acr Siena, contro la stessa amministrazione, in riassunzione del giudizio a seguito della sentenza del Consiglio di Stato, sezione Quinta, numero 2506/2024, pubblicata in data 15 marzo 2024. La vicenda fa riferimento alla risoluzione per inadempimento contrattuale della “concessione in uso e gestione congiunta in regime accessorio con lavori di adeguamento dello Stadio Artemio Franchi e del Complesso sportivo Bertoni dell’Acquacalda per la durata di anni 10”.

Ribadendo di avere agito in piena legittimità, come lo stesso iter della giustizia amministrativa ha fin qui ribadito, il Comune di Siena annuncia che, attraverso i propri legali, predisporrà in sede civile tutti gli atti necessari per costituirsi in giudizio, per tutelare i propri interessi e quelli di tutta la comunità senese. L’introduzione di tale nuovo giudizio comunque non prevede alcuna sospensiva e dunque l’amministrazione proseguirà nel percorso di sistemazione degli impianti, che, come certificato attraverso numerosi sopralluoghi, dopo mesi di completa chiusura e inattività, sono risultati in condizioni precarie, a partire dal manto erboso dello stadio “Artemio Franchi”. L’amministrazione comunale sta inoltre valutando l’opportunità, in sede di costituzione, di inserire la domanda riconvenzionale tesa a ottenere il risarcimento di tutti i danni materiale e morali procurati da Acr Siena.

Fonte: Comune di Siena