Montanari: “Entro fine mese faremo un’offerta per l’acquisizione dello stemma di AC Siena”

“È un anno di riorganizzazione. La metà del tempo la passiamo a sistemare cose pregresse, e ancora dobbiamo finire di sistemarle. L’altra metà la impostiamo su progetti nuovi: dai campi, alla campagna acquisiti fino allo stadio”. Il presidente Emiliano Montanari, ospite di RadioSienaTv, ha fatto il punto della situazione al termine del ritiro di Orvieto e Lubriano, proiettandosi all’imminente inizio di stagione. “Sarà un anno di transizione. Avevamo detto che sarebbe stato un campionato tranquillo sportivamente ed economicamente ed è quello che garantiamo”.

Squadra – “La linea societaria è stata quella di capitalizzare giocatori, acquisendoli con contratti di 3-4 anni. Il tecnico Pagliuca in accordo con Salvini ha scelto di investire su vari profili, sia giovani che esperti, cercando comunque di ringiovanire la rosa anche in prospettiva futura”.

Stadio – “Sono in corso vari lavori. Ci siamo ritrovati un’area ospitality in cui pioveva, c’erano muri sporchi e tante cose da rivedere. Stiamo ristrutturando gli spogliatoi e intervenendo sul campo con una spesa ingente, sia sul terreno del ‘Franchi’ che su quello di Quercegrossa dove ci alleniamo, perché vogliamo rendere il manto nel migliore dei modi. Siamo intervenuti sulle gradinate e tante altre opere sono in calendario. Ma non ci piace fare annunci e promesse, ci piace prima fare le cose e poi comunicarle”.

Abbonamenti – “Abbiamo cercato di incentivare il tifoso a venire allo stadio agevolando i vecchi abbonati e cercando di acquisirne nuovi con sconti sempre maggiori. La campagna sta andando molto bene, ad oggi sono circa 1500 i tifosi abbonati ed è un bel numero. Ma non è il numero che auspichiamo, siamo un po’ ambiziosi. Comunque ci fa già piacere questa alta adesione”.

Stemma e maglia – “Entro fine mese faremo un’offerta per l’acquisizione per lo stemma di AC Siena come già avevamo annunciato. A giorni ci sarà anche la presentazione della prima maglia”. (Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol