MODULI E MOSTRUOSITÀ di Senio Losi

Un punticino strappato all’ultimo tuffo è il bottino che una non bellissima ROBUR riesce a strappare quasi alla fine nella tana del LANCIANO  capolista del campionato.

BERETTA prova a cambiare le carte in tavola ripescando una terrificante difesa a tre con gli innesti di GIACOMAZZI (VOTO 5,5) e dell’inguardabile FEDDAL (VOTO 4,5), lasciando come unica punta il solo GIANNETTI (VOTO 5,5).

Un centrocampo  praticamente senza incontristi e con in mezzo il duo VERGASSOLAD’AGOSTINO con il sempre ottimo PULZETTI (VOTO 7) a dare una mano, viene da subito preso a spallate dalla corsa e dal ritmo sostenuto degli uomini di casa.

Il lentissimo FEDDAL si addormenta in piena area di rigore lasciandosi alle spalle il brutto PLASMATI che lo sovrasta di testa approfittando anche della solita e puntuale non uscita dell’impalato LAMANNA (VOTO 5 per l’occasione): uno a zero locale dopo nemmeno dieci minuti di gioco.

Una sterile reazione BIANCONERA accompagna tutti all’intervallo, dove BERETTA riconsegna alla squadra il collaudato 4-3-3 inserendo PAOLUCCI (VOTO 6,5) in avanti, ma la partita non ha la svolta immediata che ci si aspettava.

Dopo qualche parata di LAMANNA e qualche tentativo velleitario, ecco che finalmente  si accende l’interruttore di ROSINA (VOTO 7,5 per la rete), che incrocia sul secondo palo con un preciso tiro, riportando in parità un match che si avviava ormai verso l’inesorabile fine.

Considerando come si era messa la partita e soprattutto la prestazione dei BIANCONERI, questo pareggino sa tanto di punto guadagnato contro una squadra in ottima forma e prima in classifica (Senio Losi).

Fonte: Fedelissimo Online