Finale: Modena-Siena 1-1

MODENA-SIENA 1-1 (24′ Fabbro, 32′ rig. Tremolada)

MODENA (4-3-2-1): Gagno; Ciofani (64′ Oukhadda), Piacentini, Pergreffi, Azzi; Scarsella (64′ Di Paola), Gerli, Armellino; Tremolada (74′ Mosti), Minesso; Longo (64′ Bonfanti). A disposizione: Narciso, Ponsi, Renzetti, Magnino, Silvestri, Duca, Giovannini, Baroni. Allenatore: Tesser.

SIENA (3-5-2): Lanni; Mora, Terzi, Dumbravanu; Laverone (83′ Crescenzi), Meli (61′ Caccavallo), Pezzella (83′ Bani), Guberti, Favalli; Fabbro (75′ Guillaumier), Ardemagni (61′ Cardoselli). A disposizione: Mataloni, Bastianello, Farcas, Zaccone. Allenatore: Padalino.

ARBITRO: Marini di Trieste (Torresan-Bartolomucci; IV uomo: Djurdjevic di Trieste)

MARCATORI: 24′ Fabbro (S), 32′ rig. Tremolada (M)

AMMONITI: Tremolada, Mora, Terzi, Azzi, Caccavallo

NOTE: spettatori 4783 (ospiti 18). Incasso totale: 32,145 euro. Angoli: 5-3. Recupero: 0’, 6’.

Grandissima risposta di carattere della Robur che stoppa la capolista al ‘Braglia’ e torna a fare punti fuori casa dopo averne collezionato uno solo nelle ultime nove trasferte. Nonostante il forcing del Modena, i bianconeri giocano a viso aperto senza alcun timore reverenziale e arrivano a sfiorare in più occasioni una clamorosa vittoria. Un pari che per il morale vale tantissimo anche in vista delle prossime partite

97′ Fine partita

95′ Scambio tra Mora e Caccavallo sul lato destro, l’attaccante napoletano crossa al centro ma non trova l’intervento di Cardoselli

93′ Giallo anche per Caccavallo che stoppa una ripartenza del Modena

90′ Sei minuti di recupero

87′ Ammonito Azzi per simulazione, dopo un ingresso al limite dell’area

85′ Scambio rapido al limite del Modena, Minesso calcia dal limite ma Lanni blocca a terra

83′ Ultime sostituzioni nella Robur. Fuori Pezzella e Laverone, dentro Bani e Crescenzi

81′ Siena ad un passo dal 2-1. Laverone trova Cardoselli al centro, che con un’incornata costringe Gagno ad un miracolo

80′ Altra sostituzione nel Modena. Fuori Gerli, applauditissimo, dentro Giovannini

78′ Alza troppo la mira Minesso, sfera sopra la traversa

76′ Terzi stende Mosti al limite, ammonito il centrale del Siena. Punizione pericolosissima per il Modena

75′ Esce Fabbro, al suo posto Guillaumier. Siena che passa al 3-5-1-1

75′ Triangolo al limite dell’area che libera Bonfanti, miracoloso Lanni

74′ Cambio nel Modena. Fuori Tremolada, dentro Mosti

72′ Non c’è un attimo di respiro. Azzi dall’altra parte calcia da fuori e manda alto di poco

72′ Erroraccio di Gagno che regala palla a Fabbro. Il numero 9 pesca Cardoselli al limite che però sbaglia il controllo al limite

70′ Conclusione di Gerli da fuori area, ancora Lanni devia, poi sulla respinta Bonfanti manda a lato

67′ A ruota giallo per Mora, che stende Minesso a centrocampo

66′ Primo ammonito del match, è Tremolada che interviene duro su Favalli

65′ Cross sbagliato di Azzi che diventa insidioso, Lanni manda in angolo

64′ Tre sostituzioni nel Modena. Fuori Ciofani, Scarsella e Longo, dentro Oukhadda, Di Paola e Bonfanti

62′ Grande azione della Robur. Fabbro allarga su Laverone che dalla destra cerca un cross teso, Fabbro spizza per Caccavallo che da buona posizione si fa murare da Gagno

61′ Doppio cambio nel Siena. Escono Meli e Ardemagni, dentro Caccavallo e Cardoselli

58′ Imbucata di Tremolada per Longo, che non arriva sulla sfera

57′ Altro contropiede sciupato dalla Robur, Ardemagni sbaglia completamente il passaggio per Meli che anche stavolta era salito bene

55′ Angolo calciato da Pezzella, sul primo palo sbuca Fabbro che la spizza e costringe Gagno ad un colpo di reni

54′ Azzi semina ancora il panico da sinistra, il suo cross sbatte sulla traversa

53′ Gerli dall’altra parte si incunea in area, Mora ancora provvidenziale

52′ Clamorosa palla gol per la Robur, Fabbro scarica al limite per Meli che anziché calciare fa un dribbling di troppo e la perde

51′ Contropiede avviato da un recupero di Mora, Fabbro arriva al limite dell’area ma sbaglia il suggerimento a Meli che aveva seguito bene l’azione. Sulla destra reclamava palla anche Laverone

49′ Angolo calciato da Gerli, Piacentini impatta di testa ma manda fuori

47′ Azzi scappa a sinistra a tre uomini, poi sterza su Terzi e calcia a botta sicura, Lanni miracoloso

46′ Comincia la ripresa

Il Siena regge botta di fronte alla capolista Modena, che in questi primi quarantacinque ha dimostrato il perché sia in testa alla graduatoria. Dopo un inizio molto timido, tuttavia, la Robur è abile a passare in vantaggio a sorpresa con un bel gol di Fabbro. Sigillo vanificato pochi minuti dopo da un’ingenuità di Favalli, che costa il secondo rigore in due partite ai bianconeri poi trasformato da Tremolada

45′ Fine pt

43′ Grande azione del Siena sul lato destro, Pezzella sterza e serve Laverone, salito con i tempi giusti, il cui cross è smanacciato non senza difficoltà da Gagno

40′ Break di Favalli a centrocampo che supera Scarsella e si invola verso la porta, puntuale però il ritorno di Ciofani

35′ Buona giocata di Fabbro sull’out di destra, peccato che poi l’attaccante bianconero si trascini il pallone fuori

32′ Realizzazione centrale di Tremolada, che non lascia scampo a Lanni

31′ Rigore per il Modena. Sospetto contatto in area tra Favalli e Longo, l’arbitro indica il dischetto

27′ Il Modena cerca subito la reazione. Tremolada imbecca in verticale per Longo, Mora chiude la diagonale ed evita il peggio

24′ Vantaggio a sorpresa della Robur! Azione manovrata, Mora da destra scodella al centro per Fabbro che di testa la mette al sette

19′ Punizione calciata corta da Gerli, Azzi da fuori area calcia col piatto ma trova la risposta di Lanni

15′ Si nota una differenza abissale tra le due squadre soprattutto nella fase di possesso. Impauriti e impacciati i bianconeri ogni qualvolta che il Modena prova la sortita offensiva

12′ Giocata di Azzi sull’out mancino, il suo colpo di tacco trova Minesso solo che però sbaglia la misura del traversone. Siena in bambola

8′ Minesso avanza centralmente senza trovare opposizione, arriva ai 20 metri e calcia all’angolino, la palla sfila di pochissimo alla sinistra di Lanni

6′ Ancora Azzi da sinistra, il suo cross a centro area trova Longo che, complice una uscita a vuoto di Lanni, colpisce di testa ma manda alto da ottima posizione

5′ Dormita di Meli in area di rigore che permette a Minesso di appropriarsi di una palla vagante, poi il pallone arriva a Longo che si coordina per una girata ma trova Scarsella a stoppargli il tiro

3′ Prima offensiva della Robur in avanti. Laverone da destra cerca Fabbro al centro, Pergreffi allontana sui piedi di Guberti che si coordina da fuori area ma spara alto

1′ Partiti

Robur con il completo color verde acqua, il Modena risponde con la maglia gialloblu, con calzoncini e calzettoni blu

17.55 Diversi addetti ai lavori presenti quest’oggi al ‘Braglia’. Avvistati per il momento Matteo Lovisa, figlio del presidente del Pordenone, e Nereo Bonato, storico dirigente ex Sassuolo

17.50 Squadre negli spogliatoi, a breve il fischio d’inizio

FORMAZIONE UFFICIALE MODENA: una sola novità nell’undici di Tesser, che rilancia Piacentini in difesa in luogo di Silvestri, non al meglio. In avanti Tremolada e Minesso a supporto di Longo

FORMAZIONE UFFICIALE SIENA: sorprese nello schieramento dei bianconeri, con Fabbro e Ardemagni contemporaneamente dall’inizio in attacco insieme a Guberti. Dietro c’è Mora e non Crescenzi, a centrocampo confermato Meli con il rientrante Pezzella a fare la diga nel 3-4-3

Quattro sconfitte nelle ultime cinque partite ed una situazione di classifica che si complica settimana dopo settimana. Il quadro in casa Robur non è dei più incoraggianti, eufemisticamente parlando, ed il rischio di essere risucchiati nella zona playout si fa sempre più concreto, tenendo conto dei segnali che hanno lasciato le ultime partite, tutt’altro che confortanti. Come non bastasse, in un momento in cui la squadra ha bisogno disperato di tornare a far punti, nella strada dei bianconeri si interpone la capolista Modena, che sta viaggiando a vele spiegate verso la conquista del campionato.

Mister Padalino anche stavolta deve fare la conta degli assenti, con una nuova brutta sorpresa. Oltre ai soliti Paloschi, Bianchi e Terigi, il tecnico foggiano deve rinunciare anche a Disanto, fermatosi per un affaticamento al flessore. Recuperato invece Terzi, il cui problema si è rivelato di entità meno grave del previsto, così come Crescenzi, che torna tra i convocati dopo qualche turno di stop.

Le indicazioni delle vigilia lasciano immaginare un ritorno al 3-5-2, che Padalino non ha tenuto nascosto in conferenza stampa. Terzi verrà rischiato al centro della retroguardia, dove potrebbe rivedersi anche Crescenzi (ballottaggio con Mora) insieme a Dumbravanu. Fasce di centrocampo affidate a Laverone e Favalli, mentre in cabina di regia occhio a Pezzella, uno degli ex giornata, pronto ad essere rilanciato dal primo minuto. Con lui spazio a Bani ed uno tra Cardoselli e Guillaumier, col maltese favorito. In avanti Caccavallo può essere confermato visto il momento di forma, al suo fianco dovrebbe partire uno tra Fabbro e Ardemagni.

Previste poche modifiche nello schieramento che Tesser metterà in campo questo pomeriggio rispetto agli undici scesi sul rettangolo verde a Carrara. Tra queste però un cambiamento importante, ovvero il ritorno di Azzi a sinistra sulla linea di difesa per lasciare spazio a Longo in avanti. In mezzo al campo conferma per Gerli e Armellino, mentre Scarsella potrebbe scalzare Magnino. Sulla trequarti può tornare Tremolada insieme a Minesso, mattatore del match del ‘Dei Marmi’. Assente Marotta, Baroni verso la tribuna.

(Jacopo Fanetti)

Fonte: Fol