Milos: Contro il Latina con entusiasmo, Siena un sogno

L'italiano, Mato Milos, non lo parla ancora bene. Si fa intendere, però. E dalla sua prima conferenza stampa in bianconero traspare principalmente tanta umiltà. E' la prima volta che la giovane promessa croata gioca in un Paese straniero: raggiungere l'Italia è sempre stato il suo sogno, ora che c'è non vuole farsi sfuggire l'occasione. “Se mi avessero detto soltanto sei mesi fa che avrei vestito la maglia di un club prestigioso come il Siena non ci avrei mai creduto – ha ammesso -. E invece ci sono. Non posso che ringraziare tutti per l'opportunità che mi è stata concessa, il mister e i compagni per avermi aiutato nell'inserimento. Con i ragazzi mi trovo benissimo, la città è veramente bella”. Le tante panchina, allora, passano in secondo piano… “Sono giovane e ci sta che mi venga concesso poco spazio – ha detto Milos -, anche se ultimamente ho trovato maggiore continuità. Il mio compito è allenarmi bene e metterci tutto l'impegno possibile, poi ogni decisione spetta al mister”. Nessun problema anche per quanto riguarda il ruolo. “Di piede sono destro – ha spiegato il croato -, ma da quando sono qua gioco a sinistra. E mi trovo bene anche sulla corsia mancina. Come non mi fa differenza il modulo, che sia il 5-3-2, che sia il 3-4-3”. Se quando era bambino seguiva le grandi squadre del calcio italiano, ora la speranza è poterle affrontare sul campo… “Abitando in Istria, dove vivono tanti italiani – ha sorriso Milos -, guardavo sempre le partite della Juventus, dell'Inter o del Milan. Sarebbe bello poter raggiungere la serie A con il Siena: sono in prestito, spero che con quello che sto facendo, la società decida di acquistare il mio cartellino”. Intanto il presente si chiama Latina… “Dopo la vittoria di Reggio Calabria, con la quale abbiamo riscattato il brutto ko con il Pescara – ha chiuso -, vogliamo centrare un altro risultato positivo. Affronteremo la partita con grande entusiasmo, convinti di poter regalare alla classifica altri punti preziosi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line

Foto: acsiena