Mignani: “Una squadra ha attaccato, l’altra ha difeso. Ma ci riprenderemo”

“E’ difficile spiegare e raccontare queste partite”. Comincia così la conferenza stampa di Michele Mignani, dopo la prima sconfitta casalinga, la seconda in una settimana.

Primo tempo – “E’ stato equilibrato nei primi venti minuti, potevamo gestire meglio la palla e sbagliare meno i passaggi semplici. Però i ragazzi sono entrati col piglio giusto e nella seconda parte sono andati in crescendo, creando un paio di presupposti con i tiri da fuori più quello ravvicinato di Cianci”.

Gol subito – “Siamo riusciti a prendere gol una delle poche volte che la Pro Vercelli era riversata in area di rigore”.

Ripresa – “Ho visto una squadra attaccare e una difendersi, pensando solo a rompere il gioco. Giustamente, era in vantaggio e ha scelto così. Loro comunque mi è parso fossero venuti a fare una partita di contenimento”.

Attenzione – “Mercoledì col Pisa c’è stata grande attenzione, forse oggi è calata. Sulla prima rimessa laterale c’è stato un mezzo rimpallo, non mi è parso neanche un inserimento mirato”.

D’Ambrosio – “Abbiamo pensato a metter minuti sulle gambe ad un giocatore per noi importante che in quella situazione poteva contribuire a dare fisicità alla linea difensiva, rendendola più aggressiva e più alta, perchè queste sono le sue caratteristiche”.

Guberti – “E’ la prima settimana che fa con la squadra, piano piano anche lui sarà pronto a giocare dall’inizio”.

Verso Lucca – “Avremo una settimana per lavorare, ricucire le ferite e riprendere morale in funzione del proseguo del campionato. Non dobbiamo mollare un centimetro. Andremo a Lucca con entusiasmo e voglia di credere che vogliamo migliorare questa situazione”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL