Mignani: “Non abbiamo fatto niente. La dedica della vittoria va a Franco e alla sua famiglia”

Prima conferenza stampa post-partita di campionato per Michele Mignani. Queste le sue dichiarazioni:

La gara – “All’inizio le partite sono un pochino più tattiche. Si affrontavano due squadre organizzate, era giusto il pareggio nel primo tempo, con le situazioni da gol equivalse. Nella ripresa la Robur è cresciuta, è venuta fuori, con più qualità nel palleggio. Siamo arrivati al gol, non siamo riusciti a chiuderla e poteva succedere di tutto. I nostri avevano birra nelle gambe fino al 90°. Loro sono arrivati ai quarti, avevano qualche assenza, ma li abbiamo messi sotto nel secondo tempo”.

Il gol e la dedica a Franco – “L’azione del gol perfetta? Bisogna che la riveda, ma abbiamo creato superiorità sugli esterni anche prima. Cosa non mi è piaciuto? Tante cose. Abbiamo vinto ma non abbiamo fatto niente. Dall’ultima amichevole sono passati quattro giorni. Abbiamo fatto un passettino, dedico la vittoria a Franco Tintisona e alla sua famiglia, ci tenevo particolarmente”.

Non sono d’accordo – “Lopez ci mette tra le prime quattro? Lo ringrazio perché è un amico, ma ha detto così perché ha giocato contro di noi. Non si può fare pronostici, è un suo punto di vista ma non lo condivido”.

Marotta – “E’ un giocatore che viene riconosciuto come uno dei leader, qualche volta vuol fare pentole e coperchi ma oggi ha lottato fino al 90’. Pisa? E’ un altro derby, in uno stadio che ha storia, ma per me è una partita come le altre”.

I cori – “Spero che me li facciano per quello che ho fatto ora. Li ringrazio oggi e ieri per come mi hanno adottato in questa città”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol