Mignani: “E’ la vittoria di tutti, dobbiamo ancora crederci”

In conferenza stampa ha parlato Michele Mignani. Queste le sue dichiarazioni:

L’espulsione – “Ho detto all’arbitro che il fallo non era dov’era ma era più distante, è la seconda volta che usavo un tono più alto. Ma avrei barattato la vittoria con l’espulsione fin da subito”.

Vittoria di tutti – “Per me è la vittoria di tutti quelli che c’erano oggi allo stadio. La partita era sentita, tesa, avevamo un risultato solo. Abbiamo trovato difficoltà sul piano del palleggio, nel creare presupposti importanti per fare gol”.

Crederci – “Dobbiamo ancora crederci, portiamo a casa questi tre punti con tanto entusiasmo”.

Caldo – “C’era molto caldo, il che può essere positivo ma bisogna adattarsi. Avrei voluto tanto far giocare Neglia, ma ho preferito tenere più peso davanti per tenere palla”.

Coppa Italia – “Viterbese e Alessandria sono in finale di Coppa, il nostro girone ha una squadra in più ai playoff e sono poche le squadre che rimangono senza obiettivi. Per questo è più dura del solito”.

Matematica – “Ci manca un punto per essere matematicamente secondi”.

Marotta – “Di un giocatore come lui ti innamori. È un generoso, un istintivo, si metterebbe la squadra sulle spalle e se la porterebbe a giro. E’ il suo modo di essere. È un po’ che non segna, ma ha personalità, soffre meno le pressioni, non mi sembra che sia un problema per lui questa astinenza”.

Coca e patatine – “Da fuori sembra tutto facile… uno si mette in tribuna, beve coca cola, mangia le patatine, immagina che il giocatore stoppi e calci la palla… Ma in campo è tutto diverso. Conosco i ragazzi, darebbero il sangue”.

Pane – “Non puoi non volergli bene, e secondo me è un buon portiere. Ha fatto una buona carriera, è eccessivamente criticato. Ha fatto qualche errore come li fanno tutti. Mi dispiace per Lorenzo Crisanto, perché ha prospettiva, qualità”.

Iapichino – “Sono contento per Dennis, ha avuto problema alla mano che un po’ lo condiziona. Ha sofferto, ha saltato qualche allenamento, la settimana scorsa non era liberissimo mentalmente ma ha fatto un grande campionato. Anche Amir ha prospettiva, per lui vale lo stesso discorso di Crisanto”.

Campionato – “A Pontedera i ragazzi hanno lottato, ad Arezzo hanno espresso un grande calcio per mezz’ora con l’Arezzo che non ha mai superato la metà campo. Non è che hanno sbagliato le partite. È ammissibile poter perdere, ci sta. Anche il Livorno ha perso col Cuneo e col Pontedera. Posso dire che la squadra ha fatto di tutto per non avere rimpianti”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol