Mignani: “Due punti buttati al vento. L’arbitro ha mancato di personalità”

Michele Mignani, mister del Siena, ha parlato in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

Rammarico – “Mi dispiace di non esser riusciti a chiudere una partita che avrebbe dato tre punti importanti per la classifica. Ne abbiamo preso solo uno e ne abbiamo buttati due al vento. Nell’arco dei 90 minuti avremmo meritato di vincere perché abbiamo fatto la partita e creato più del Gavorrano”.

Gli episodi – “Da dove ero io sembrava un non rigore, ma va rivisto. Sul campo siamo tutti uguali, però nelle situazioni a metà è stato dato un vantaggio ai nostri avversari. Se era mano era mano, non vorrei entrare nello specifico. Brega su Santini? Il guardalinee non ha avuto il coraggio di dire all’arbitro che ha dato uno schiaffo. Ieri hanno espulso due giocatori del Chievo, oggi per uno schiaffo non è successo niente. Bisogna esser furbi e fortunati nel trovare arbitri con personalità”.

D’Ambrosio – “Aveva un problema muscolare, era rischioso farlo giocare. Ha preso il giallo, sarà squalificato, avrà più tempo per recuperare”.

I cambi dall’inizio – “Iapichino negli ultimi giorni non stava benissimo. Amir sta crescendo, l’ho visto bene ed ero tranquillo nel proporlo. Vassallo ha avuto dei dolorini e si era fatto due partite di fila, Damian è affidabilissimo. Santini ha giocato poco ma ci stava”.

Classifica – “E’ chiaro, a cinque minuti dalla fine eravamo in vantaggio e si stava presentando una situazione bella, ma dobbiamo andare avanti come abbiamo fatto fino ad oggi, inutile guardare il calendario e la classifica”.

Alessandria – “Viene da sei vittorie di fila, ha vinto a Livorno. Giocare in trasferta è meglio? Il mio vecchio allenatore diceva che i numeri rispecchiano la verità. In casa è più difficile, le avversarie si mettono dietro, non abbiamo la forza d’urto per trovare soluzioni di peso. Dobbiamo trovare soluzioni diverse, muovendo la palla, favorendo gli inserimenti dei centrocampisti”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol