Mignani: “Bene la reazione. Pensiamo positivo, perché la testa è importante”

A fine partita ha parlato in conferenza stampa mister Michele Mignani. Queste le sue considerazioni:

La gara – “Il calcio è questo, a volte succede di partire con l’handicap. Una punizione e abbiamo preso gol, azione successiva ed è 2-0. Dobbiamo essere più attenti, non ce lo possiamo permettere. Però la squadra dopo la legnata ha reagito”.

Ordine – “Nel primo tempo abbiamo espresso un buon calcio, abbiamo giocato di più coi due attaccanti. Raggiunto il pari si è voluto provare a vincerla, a volte con ordine e a volte con meno ordine, perdendo un po’ di equilibrio”.

Testa – “Dobbiamo avere la forza di vedere il lato positivo, perché la testa fa tanto. Non possiamo fermarci adesso”.

Cianci – “Ha raggiunto una buona condizione anche se non ha 90 minuti, e ho pensato di aggiungere più peso e centimetri. Ha fatto un’ottima partita, aldilà del gol. Poi l’ho tolto per Fabbro che ha caratteristiche diverse e ha dato vivacità in ripartenza”.

Aramu – “Insieme a Guberti è quello con più qualità. Deve fare di più, farsi vedere, essere il nostro regista offensivo. Può giocare in ogni zona, per me può fare tranquillamente la mezzala. Deve ancora raggiungere una maturità interiore per essere determinante in questa categoria”.

Gestione – “Mi è piaciuta meno l’ultima parte di gara, andava gestirla meglio, con più razionalità. Ma cercare la vittoria li porta a essere esuberanti”.

Stanchezza – “Era la terza partita in una settimana, speriamo di recuperare qualche giocatore. Guberti ha accusato un piccolo fastidio, aspettiamo bollettino. Vassallo? Era solo stanchezza, è un giocatore generoso. Bisogna essere bravi a gestire le energie, anche se mi sa non riusciremo a recuperare nessuno per mercoledì”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL