Mignani: “Bene davanti, ma serve velocizzare il gioco dietro e voglio più coralità”

A fine partita, a bordo campo, ha parlato il mister Michele Mignani. Queste le sue dichiarazioni:

La gara – “E’ stato un test che ci ha permesso di mettere nelle gambe un po’ più di ritmo partita. Fare valutazioni specifiche non è il caso. Abbiamo giocato contro una squadra del nostro girone che sotto certi aspetti è più avanti di noi, perchè ha mantenuto ossatura e allenatore. Ho visto una partita piacevole, il risultato non ha senso guardarlo. Gambe e testa a volte vanno a volte no, ma è normale”.

Meno individualità – “Oggi sotto l’aspetto delle idee e delle opzioni in fase offensive abbiamo fatto bene, gli attaccanti hanno avuto le loro occasioni per fare male. Dobbiamo velocizzare il giro palla dietro e quando la palla ce l’hanno gli altri. Dobbiamo avere uno spirito più di squadra e meno individuale, muovendoci in modo corale”.

Cristiani – “Ha le caratteristiche per fare quel ruolo, anche se a Como ha quasi sempre fatto la mezz’ala. È intelligente, bravo ad inserirsi, ogni tanto si apre come Campagnacci nel secondo tempo. Aspettiamo Campagnacci, ora è in ovvio ritardo di condizione ma può darci tanto”.

Esterni – “Siamo arrivati al cross con Iapichino più volte, Brumat uguale. Non posso chiedere ora ai terzini di fare centomila volte la fascia”.

Pane – “Ha avuto un normale affaticamento da ritiro, non aveva senso rischiarlo e poi c’è piena fiducia in Crisanto. E’ stata un’occasione per valutarlo”.

Doninelli – “Lo conosco da avversario, è ingiusto dare un giudizio oggi. Ci siamo presi il tempo del ritiro per fare delle valutazioni, poi decideremo chi fare uscire, anche se non è semplice. Miccoli e Crisci? Vale lo stesso discorso di Doninelli, cerchiamo di vederli e capire se hanno le caratteristiche di stare con noi o se è meglio mandarli un anno a giocare da un’altra parte. Hanno fatto bene in Berretti ma sapete che in C c’è più fisicità e forza”.

Mercato – Con la società ci confrontiamo spesso. Siamo al 23 luglio, il mercato chiude il 31 agosto, non serve avere la fretta, meglio aspettare e non sbagliare. Valutiamo, siamo vigili, la squadra per ora è questa e sono soddisfatto. Ovviamente si può migliorarla ma succede al Siena come alla Juve, al Barcellona e a tutte le squadre”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol