Mignani: “Abbiamo sempre creduto di poter vincere. Modulo? Cambio molto per necessità”.

Queste le dichiarazioni di mister Michele Mignani a fine partita:

Il match – “I numeri dell’Entella parlavano da soli. È stata una gara interpretata nella maniera giusta, credendo sempre di poter vincere. Stiamo lavorando per cercare equilibrio, oggi sotto certi aspetti ne abbiamo ricavato i frutti. Ma il percorso è lungo e bisogna mantenere equilibrio senza esaltarci”.

Di Livio – “Non avevamo in alcuni ruoli grosse alternative, i cambi ci hanno dato aria e respiro. Chi sta giocando meno e mi dispiace è Di Livio, ma diventerà importante per la squadra perché ha caratteristiche diverse da tutti”.

Cristiani – “Sapevamo come giocava l’Entella. Brumat non era al 100%, tra Cristiani e De Santis ho scelto il primo perché non volevamo abbassarci troppo. Più che un quinto, era una mezz’ala aggressiva”.

Virtù – “In passato non vi avevamo abituato a cambiare molto, in questo momento, senza rosa al completo, bisogna fare di necessità virtù”.

Moduli – “Quasi la stragrande maggioranza delle squadre gioca col 3-5-2, non ho ragionato in funzione degli avversari dell’Entella”.

Romagnoli – “Rossi era inutile rischiarlo, Romagnoli avrebbe giocato a prescindere, dà ampia responsabilità. Semmai avremmo ragionato se dare un turno di riposo a D’Ambrosio, non al 100%, ma si è messo a disposizione”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: FOL