Mignani: “Abbiamo ribattuto colpo su colpo. Il modulo ci ha dato equilibrio”

Michele Mignani, mister della Robur, ha parlato in zona mista. Queste le sue dichiarazioni:

Il match – “Venire a giocare qua non è mai facile. Ci siamo venuti col nostro spirito, con personalità, con la voglia di giocare. Poi si deve anche tenere conto di chi ci è davanti, l’Entella ha provato a vincere e noi abbiamo controbattuto colpo su colpo”.

Primo e secondo tempo – “Nel primo tempo abbiamo sofferto il giusto, non sfruttando un’occasione con Aramu. Sappiamo che nel secondo tempo cresciamo. Forse nella parte finale ci siamo abbassati troppo rischiando su un paio di punizioni e un paio di mischie. Però è un ottimo punto che ci permette di continuare a lavorare con serenità”.

La difesa a tre – “L’ho scelta perché sappiamo che nei primi tempi a volte soffriamo e volevo dare una solidità in fase difensiva. Non era una scelta per difendersi e basta, abbiamo cercato di essere aggressivi con i nostri quinti, da una parte lavoravamo più alti con Bulevardi e dall’altra con Vassallo. Il modulo è stato interpretato nel modo giusto e ci ha permesso di avere equilibrio”.

Guberti – “Stava bene, volevo metterlo prima ma avevo la sensazione che la partita la stessimo gestendo bene. Quando ho pensato di inserirlo, per rimetterci a quattro dietro, ci siamo abbassati di più e allora ho aspettato ancora. È stata una scelta tattica e basta, ci serviva fisicità e concretezza dietro”.

Gliozzi – “Ha fatto una partita importante combattendo nei duelli arerei. Ha avuto una buona occasione con un tiro da fuori e ha fatto un paio di movimenti importanti in cui ha cercato di attaccare la profondità”.

Prossimi impegni – “L’attenzione non può calare, mancano poche partite e ci sono concessi sempre meno errori. Dietro ogni angolo ci sono insidie e la prossima si chiama Arzachena. Non si può prevedere il futuro, sulla carta sono partite più semplici ma sul campo sono sempre difficilissime”.

Primo posto irraggiungibile? – “Non lo so. Dipende dall’Entella, se le vince tutte non si può raggiungere. Dobbiamo avere come primo target l’Arzachena, non possiamo distogliere l’attenzione”. (Giuseppe Ingrosso)

Fonte: Fol
Foto: La Nazione