MICCOLI: CON IL SIENA NON SARA’ FACILE

Al di là della scommessa che ho perso con Cassano e di tutto il resto, sono dispiaciuto soprattutto perché a Genova non abbiamo per niente giocato”. Cinque giorni dopo la gara contro la Sampdoria, nelle parole di Fabrizio Miccoli c’è ancora tutto il rammarico per il pesante ko ma anche la convinzione che si sia trattato soltanto di un episodio. “Una giornata storta capita a tutti, anche alle grandi squadre, adesso dobbiamo rimediare. Ci siamo interrogati sulle cause di questa brutta prestazione, ma è difficile trovare una spiegazione: certamente ci è mancata la cattiveria e la concentrazione, ma siamo ancora sesti in classifica e possiamo ambire a fare un ottimo campionato. Mi dispiace anche per la sconfitta di mercoledi scorso contro l’Udinese, credo che avremmo meritato di andare ai supplementari. Certamente passare il turno e disputare un altro derby con il Catania sarebbe stato bello, ma la vita va avanti e dobbiamo provare a reagire. Adesso ci rimangono soltanto due possibilità: o continuiamo a piangerci addosso e a perdere oppure cerchiamo di concentrarci e di fare bene e credo che quest’ultima sia la scelta giusta da fare”. Il Siena, che domenica sarà ospite al ‘Barbera’, però non è un avversario agevole. “I bianconeri sono certamente in un buon momento, domenica scorsa hanno dato filo da torcere all’Inter e possono essere molto pericoloso in contropiede: fortunatamente non potranno schierare Riganò che è molto forte, ma possono contare su altri giocatori importanti come Frick e Maccarone. Noi, però, vogliamo chiudere il girone d’andata nel migliore dei modi, quindi per loro non sarà facile strappare un risultato utile”.
Fonte: www.ilpalermocalcio.it