Mezzaroma: ‘Stadio nuovo? Tra 4 anni…’

l presidente del Siena, Massimo Mezzaroma intervenuto ai microfoni di Radio Incontro nella trasmissione “Diario di Bordocampo” commenta la gara di ieri , che sanciva il ritorno in Serie A del Siena, sul campo del Catania: “Siamo usciti da un campo caldo come quello del Catania soddisfatti del punto ottenuto, anche se con Gazzi avevamo trovato il gol…ma non voglio far polemica.
 

Su Sannino. "E' una persona che non ha mai ricevuto nulla in regalo, ha vinto 4-5 campionati partendo dalla promozione, mi ha colpito la sua grande umanità, è stato in attesa della grande occasione e l'ha avuta è un giovane cinquantenne. Ha grande entusiasmo e grande voglia di lavorare.Mi ha fatto piacere dare una chances ad un uomo che se la meritava. – Mezzaroma pone gli obbiettivi per la stagione e per il futuro del Siena – Ovviamente puntiamo a rimanere in serie A . Il nostro è un programma a lungo termine, tassello su tassello con un mix tra giocatori di esperienza e giovani scommesse così come abbiamo fatto in questa stagione grazie al lavoro di Perinetti.

Sullostadio di proprietà. Costruire uno stadio di proprietà è fondamentale, non solo a livello economico ma come mi ha detto ieri Antonio Conte uno stadio come quello della Juventus ti fa ottenere 5 punti in più in classifica solo per il pubblico.  Se ci fosse la volontà politica lo stadio si può costruire in qualsiasi comune in 3 anni, diciamo che se potessi inaugurare il nuovo stadio da qui a 4 anni sarei un uomo soddisfatto.

Domenica 18 settembre ore 15 all'Artemio Franchi di Siena andrà in scena Siena-Juventus. Su Conte (artefice della promozione in serie A del Siena) nuovo allenatore della squadra torinese, Mezzaroma ha parole di stima – Per Antonio sarà emozionante domenica, perchè ha lasciato un pezzo di cuore a Siena. È un vincente. Noi anche abbiamo Antonio nel cuore.”

La Juventus mi ha impressionato, ha investito parecchio ed è una società tutta nuova : nuovo stadio, nuovo allenatore,  una mescolanza che ha portato grande entusiasmo e che ha portato a travolgere il Parma. – continua il suo commento sulla giornata di campionato – mi sarei aspettato qualcosa di più dall’Inter , ma bisogna fare i complimenti a mister Mangia. – Infine sulle due squadre romane –  La Roma ha cambiato tanto : giocatori, allenatore, proprietà, c'è un cartello lavori in corso.  A bisogno di tempo per trovare il giusto assestamento. Quando una situazione nuova come quella della Roma incontra una situazione stabile come quella del Cagliari e ci si mette la malasorte può uscire la sconfitta. La Lazio  è una squadra costruita per fare risultato. La rosa è stata integrata con quello che chiedeva mister Reja con gli auspici di migliorare il posizionamento della passata stagione. Klose è un grande acquisto, da buon tedesco credo che sia un giocatore di grande serietà e di grande voglia combattiva, la miglior pedina dello scacchiere biancoceleste.
Infine sul mister Reja – Ho un occhio di riguardo per Reja.Un grande allenatore che si prende sempre responsabilità ed un grande appassionato di vela e del mare come me . E’ abituato a navigare in acque tempestose.”

Fonte: Calciomercato.com