Mezzaroma: “Il nuovo stadio è un’opportunità per tutta la città”

Le ultime sono state giornate importanti per la Robur: il presidente Massimo Mezzaroma ha parlato ad Antenna Radio Esse del progetto stadio e della notizia sull'istanza di fallimento. Queste le sue parole:

PROGETTO STADIO – Come preannunciato sia ai tifosi che alla stampa a margine dell'incontro col sindaco abbiamo protocollato lo studio di fattibilità per la realizzazione dello stadio. Inizia un percorso, che speriamo porti in tempi brevi ad avere chiarezza sul progetto stadio. La prossima settimana poi andremo a presentare alla stampa e alla città la nostra idea, per far sì che sia tutto nella massima trasparenza come richiesto da tutte le parti. Come sarà? Dico che ci sarà la possibilità per imprenditori e cittadini senesi per una loro crescita imprenditoriale e professionale, andando a creare anche nuovi posti e opportunità di lavoro. Inoltre vorrei che fosse capito che tutto quello che andrà a nascere resterà a Siena e ai suoi cittadini. Sarà un grande contenitore di opportunità per tutta la città e non solo per tifosi che godranno di uno stadio coperto: avremmo parcheggi, nuove scuole, sale per concerti al cento di Siena e servizi per tutti. Noi lo facciamo con convinzione e speriamo nell'appoggio di tutti.
Parlato col sindaco? Oggi non ho avuto modo, lo farò nei prossimi giorni, quando potremmo nuovamente dialogare dei contenuti del progetto, nella totale trasparenza e con la voglia, spero, da parte del sindaco, di fare qualcosa di importante per la città. La speranza è che il progetto arrivi in fondo nel rispetto massimo di quello che prevede la legge.

PROBLEMATICHE ECONOMICHE – Ripeto che che noi a luglio, con l'iscrizione, non abbiamo certo risolto i problemi, ma intrapreso un percorso duro e difficile che vorremmo ci portasse alla risoluzione definitiva dei problemi del Siena. Sapevamo che i problemi sarebbero stati tanti: alcuni li abbiamo superati, con l'aiuto dei tutti e la disponibilità di molte persone; dove invece non siamo riusciti starà alla magistratura stabilire come stanno le cose. Quella dell'altro giorno è purtroppo l'ennesima tegola del passato: alcune sono state risolte, tanti fornitori sono stati pagati o lo stiamo facendo. Per la scadenza del 30 maggio dico che ci difenderemo e abbiamo le carte in regola per farlo: abbiamo dato mandato mandato agli avvocati della Robur di tutelare e difendere il Siena in ogni sede. Anche perché è l'ora di finirla con certi soggetti che speculano sulla situazione attuale del Siena.
Con il nostro comunicato di ieri volevamo fare un appello a tutti per darci una mano e lasciarci lavorare, non lasciandosi soli. La nostra richiesta si rivolge a tutti, cercando di far capire che noi, attraverso il progetto dello stadio, lavoriamo per dare stabilità alla struttura economica e finanziaria del Siena. Purtroppo ad oggi non ci sono alternative e solo lasciandoci lavorare potremmo evitare certe situazioni che rischiano di mettere a repentaglio la vita del Siena e tutti color che ci lavorano o lo hanno fatto in passato.

CAMPIONATO – Sul campo i ragazzi stanno facendo un gran lavoro: veniamo da due prestazioni molto diverse, una negativa a Bari e un'altra molto più convinta in casa. Dobbiamo ripartire da quanto fatto con la Juve Stabia, consapevoli che siamo un gran gruppo, guidato da un grande allenatore . Spero sabato in una nuova prova importante, per provare a raggiungere quel traguardo che a luglio sembrava impossibile. (Lu.Ca.)

Fonte: Fedelissimo Online