Mezzaroma: Gettate le basi per il futuro

“Un bilancio di fine anno e una programmazione per i prossimi mesi, a partire dall'immediato, con il mercato alle porte”: questi i principali argomenti del “Cda informale” che si è svolto a Roma nel primo pomeriggio tra il presidente della Robur Massimo Mezzaroma, il responsabile dell'area tecnica bianconera Giorgio Perinetti e gli altri Consiglieri dell'Ac Siena.

Presidente, all'ordine del giorno, passato, presente e futuro…
“Il bilancio nei numeri ha subito purtroppo gli strascichi della funesta stagione di serie B, un'annata di lacrime e sangue che ha visto un crollo dei ricavi e un sostanziale mantenimento dei guadagni. Abbiamo così gettato le basi per una programmazione che tiene conto in primis del risultato sportivo, fondamentale sotto l'aspetto bilancistico, contabile e amministrativo. Abbiamo pensato a come muoverci sul mercato, anche in vista dell'incontro che avrò venerdì a Imperia con Sannino e con la squadra”.
Quali le strategie?
“Dobbiamo innanzi tutto razionalizzare la rosa, sia per un alleggerimento economico che per permettere al mister di organizzare al meglio il lavoro. Interverremo laddove ce ne fosse la necessità cercando di muoverci principalmente con scambi e sostituzioni. Il tutto rivolto a un miglioramento dell'organico. Al di là di quello che dicono i giornali, per vendere qualche copia in più, il mercato è sempre abbastanza statico”.
Visti i tempi di magra, sono quindi possibili partenze 'illustri'?
“Non dei nostri giovani, dei quali non vogliamo privarci e alcuni dei quali sono inamovibili: un calciatore a 22-23 anni è una potenziale plusvalenza. A 28-29 è alla maturazione massima del rendimento economico, quindi più soggetto a una possibile partenza”.
Quali i bianconeri “inamovibili”?
“Destro e Bolzoni che, dovesse trovare continuità, sono certo rappresenti una freccia in più al nostro arco”.
Non ha nominato Larrondo…
“Marcelo è un ragazzo sul quale abbiamo puntato e in cui crediamo. Se andrà via da Siena lo farà per vestire la maglia di una squadra che lo farà giocare e con la quale avrà la possibilità di valorizzarsi. E lo farà solo se in bianconero arriverà un altro giocatore che, nell'immediato, ci sembrerà utile alla nostra causa”.
Quale la percentuale che questo attaccante sia Maccarone di cui si parla tanto?
“La domanda va girata a Perinetti: è a lui che abbiamo ribadito anche oggi la totale fiducia e la totale delega a muoversi sul mercato”.
E il contratto del direttore?
“Ne riparleremo a fine mercato. Al momento le mie e le sue priorità sono altre”.
Un'ultima domanda: la vendita del marchio?
“E' un'operazione che stiamo portando a termine, che vogliamo portare a termine prima della fine dell'anno. Ci permetterà di affrontare con maggiore serenità la programmazione dei prossimi mesi. Ma nella consapevolezza che si renderà necessaria una razionalizzazione dei costi”. (Angela Gorellini)

Fonte: Fedelissimo on line