Mezzaroma: “Dobbiamo crescere per arrivare a toglierci delle soddisfazioni”

Il presidente Massimo Mezzaroma ha parlato questa mattina, prima della sfida con il Lanciano ai microfoni di Antenna Radio Esse. Tanti gli argomenti toccati: campionato, sponsor, situazione economica, rinnovo di Giannetti e calcio scommesse.

CAMPIONATO – Soddisfatti? Lo saremmo qualora fossimo nelle parti alte della classifica. Credo che al di là dei punti di penalizzazione ed alcuni arbitraggi che ci hanno penalizzato, forse anche noi avremmo potuto chiudere qualche gara prima e fare di più. Abbiamo un organico importante e la rosa forse è la più forte della B. Dobbiamo proseguire a lavorare per arrivare a toglierci le soddisfazioni, con spirito di sacrificio, cercando di aver ancor più cattiveria agonistica e di fare sempre di più, portando a casa risultati importanti che abbiamo . Ma sono convinto che potremmo solo crescere, perché parlando con Beretta mi ha detto che un gruppo con così tanta voglia di far bene non lo ha mai allenato.

SPONSOR  – Adesso dobbiamo guardare avanti, anche perché non possiamo fare altrimenti. È sicuramente banale dire che i problemi del momento attuale del Siena sono derivati dalla mancanza al bilancio della sponsorizzazione importante che dava il Monte dei Paschi, ovvero di uno sponsor importante per Siena, ma ha creato allo stesso tempo anche diverse problematiche che oggi stiamo cercando di sistemare. Fa piacere vedere che attorno al Siena torna fiducia e volontà di aiutare da parte di altre persone, come in questo caso, con un gruppo importante come La Cascina. La speranza è quella di allungare il rapporto con La Cascina, casomai  avendo sulla maglia un marchio storico come Nannini. Stiamo lavorando per allungare questo rapporto e poi magari, cercheremo di coinvolgere altri marchi, sempre con la formula dello sponsor day che permette anche a realtà medio piccole di avere risalto nazionale e dimostrare il proprio affetto verso la Robur.

SITUAZIONE ECONOMICA – Continuiamo ad avere un autogestione, andando avanti con i soldi che produce la Robur e con quelli immessi dalla proprietà. Andiamo avanti così, cercando col tempo tutte le soluzioni migliori per rimarginare delle ferite economiche e finanziarie frutto di un sistema che non c'è più. Punti di penalizzazione? Adesso andremo anche davanti al Tnas provando a far valere dei principi giuridici che ci possono far scontare qualche punto. Ma al di la di questo i punti andranno conquistati sul campo.

GIANNETTI – La volontà da parte nostra è di tenerlo. È un ragazzo su cui il Siena ha da sempre puntato, accompagnandolo e seguendolo nella sua crescita professionale. Se non rinnovasse sarebbe una beffa inaccettabile,  anche perché si andrebbe a fare non tanto gli interessi del ragazzo quanto la voglai di sciacallaggio ai danni del Siena da parte del procuratore. Ritengo però che Giannetti sia troppo intelligente per non capire che una volta soddisfatte le sue richieste economiche,  il Siena non voglia diventare diventi ostaggio di famelici procuratore che vorrebbero liberarli a parametro zero per incassare qualcosa di più. Noi stiamo cercando con lui di trovare la soluzione: lui è un ragazzo di buon senso, noi puntiamo su Giannetti e vogliamo prolungargli il contratto e credo che le condizioni tra noi è il giocatore ci sono tutte. Adesso resta solo che chi pensa solo a guadagnare capisca la situazione.

CALCIOSCOMMESSE – Questo argomento mi ha già portato tanta amarezza e sfiducia, che non ho piacere a parlarne. Allo stesso tempo però la magistratura deve fare il suo percorso per arrivare a mettere la parola fine alla vicenda. Andremo con serenità all'udienza come sempre fatto, nel massimo rispetto dei ruoli di ognuno e facendo lavorare chi dovrà giudicare. Ma forse dovremmo interrogarci tutti sul perché ancora ci sono questi fenomeni, che purtroppo non sono così isolati e riuscire a vivere il calcio in maniera più serena.

Fonte: Fedelissimo Online