MEZZAROMA: D’ORA IN POI SPUTARE SANGUE SU OGNI CAMPO

Massimo Mezzaroma: “Oggi ho visto una squadra che ha prodotto tanto, lo 0-1 ci va pure stretto. Era importante muovere la classifica, quel tredici punti non si potevano proprio più vedere. I ragazzi hanno tutti i numeri per riuscire a vincere tutte le partite da qui alla fine. Non è più il tempo per ragionare o esprimere opinioni, ogni partita adesso va giocata all’ultimo sangue, con grande intensità. Vedremo poi alla fine come andrà a finire. Questo potrebbe essere davvero l’inizio di qualcosa di divertente. Malesani? Chiedo scusa ma sto imparando adesso il vocabolario del calcio. Sono abituato a fare e non a dire. Io non ho mai detto di voler mandare via Malesani. Ho detto che serviva maggiore coesione nel gruppo anche nei confronti di Alberto. Se Reginaldo dedica il gol al suo mister vuol dire che si è creata questa alchimia. Il dato di fondo, ora, è che bisogna andare su tutti i campi a lottare, non siamo né belli, né carini né fortunati, né nobili. Dovremo andare a sudarci la pagnotta ogni volta, al di là del valore di chi avremo davanti. Siamo una squadra di gente comune che deve dimostrare che a vote la gente comune ha più birra dei carini, dei fortunati e dei nobili. Il direttore sportivo? Nella prossima settimana voglio chiudere il cerchio societario con le figure necessarie. Perinetti? Non ho mai nascosto di volerlo, ma non possiamo attendere, dobbiamo dare corso e spessore a un progetto. Siamo già a fine febbraio. Mancano pochi mesi al termine della stagione. Dobbiamo costruire. In queste settimane mi sono impegnato a fare tutto, sento la necessità di avere al più presto un tassello importante come il diesse all’interno del gruppo. Cosa voglio dire ai tifosi? E’ il momento che ci stiano vicini, dobbiamo remare tutti nella stessa direzione, mi auguro che domenica vengano in tanti a vedere, anzi a tifare, per la loro maglia, la loro squadra, la loro città”. (a.go.)

Fonte: Are-Fedelissimo on line