Mezzaroma applaude la squadra e parla di Taverne e mercato

Il Siena non è più ultimo e si respira un’aria diversa. Anche il presidente Massimo Mezzaroma è più sereno, ma invita tutti a non mollare la presa:

“Non dobbiamo distrarci proprio ora che siamo riusciti ad agganciare il treno salvezza. Cosmi e i ragazzi stanno lavorando molto bene. La nostra forza è il gruppo e non è una frase fatta, è sufficiente vedere il comportamento e l’impegno messo in campo da chi gioca di meno quando è chiamato a dare il proprio contributo. Senza dimenticare chi, al contrario, ha sempre giocato  dall’inizio della stagione senza avere avuto un attimo per tirare il fiato”

A proposito di squadra, si avvicina la campagna trasferimenti…….

“Con Antonelli e Cosmi ci siamo dati ancora una settimana di tempo per valutare ulteriormente la rosa, poi decideremo come muoverci. L’idea comune è quella di ottimizzare l’attuale organico che in alcuni ruoli presenta affollamento, mentre in altri si dovrà intervenire. Dovremo essere bravi a non sbagliare, rinforzare la squadra e abbassare ulteriormente i costi di gestione, proseguendo nell’azione iniziata a giugno. Non ci possiamo permettere una rosa così ampia, troppi stipendi non sono alla nostra portata, rischiamo di andare in sofferenza.  Io cercherò di fare sempre il mio dovere, così come ho fatto recentemente, ma l’obiettivo del pareggio di bilancio è improcrastinabile.”

Larrondo è pronto al rientro, a febbraio sarà il turno di Belmonte, mancano all’appello Terzi e Vitiello, come andrà a finire?

“Mi auguro bene, spero che sia riconosciuta la loro estraneità ai fatti contestategli e che possano rientrare presto in gruppo. Mi dispiace moltissimo per il brutto momento che stanno attraversando, li conosco bene, sono ragazzi eccezionali oltre che ottimi giocatori.”

Una domanda che molti tifosi vorrebbero farle riguarda la struttura di Taverne d’Arbia, una storia brutta che sembra non avere mai fine. Ci aggiorna sulla situazione?

“In settimana ho un appuntamento importante con il Commissario Laudanna a cui proporrò una soluzione per risolvere una volta per tutte questa situazione. Non vado a chiedere contributi o altro, chiederò solo la concessione di un diritto di superficie, per un certo numero di anni, a favore del Siena e del Taverne. Questo mi permetterà di avere una certa autonomia di movimento grazie alla quale spero di chiudere al meglio e al più presto possibile, questa controversa questione.”

A giugno scadrà il contratto di sponsorizzazione con la Banca MPS, ha avuto contatti in merito?

“I contatti con la Banca sono costanti e a breve dovremmo incontrarci. Spero che le sinergie tra le Istituzioni, la Banca e la Robur si rafforzino e abbiano un seguito anche in futuro, ma su questo sono fiducioso.” (NN)

Fonte: Fedelissimo Online